Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598     Sito Italiano Mountain bike

  Hastag sui social network - #gmpbike #gmpbike4ever  
  Lunedì 22/04/2019 - Le colline di Costa Masnaga - Camisasca - Rogeno  
  Domenica 28/04/2019 - Nel Parco Adda Nord e il Monte dei Frati  
Mercoledì 01/05/2019 - Nelle Terre di Frontiera
 
   
     
   
     
   
Lunedì 22/04/2019 - Le colline di Costa Masnaga - Camisasca - Rogeno
Pasquetta in mountain bike per distruggere le scorie del pranzo Pasquale su questo bel tracciato che ci ha riservato stupendi paesaggi sulla Brianza. Giornata fresca, al mattino, ma il tempo è migliorato con il passare delle ore e quindi anche la nostra voglia di pedalare. Terreni in ottime condizioni  bellissima compagnia, come al solito, e nuovi amici presenti alla partenza. Si viaggia di buona lena e il tracciato sebbene non eccessivamente duro offre alcuni tratti dove si deve far fatica per arrivare a risalire le colline che troviamo in questo bel tratto di territorio brianzolo. 
   
Giovedì 18/04/2019 - Long Trail Brianza 2019
Dopo due settimane di fermo, per colpa del meteo, oggi finalmente ci rimettiamo in sella alle nostre e-bike. Partenza prevista da Molteno dove arriviamo con il treno, per le 8:05. Siamo subito operativi e anche se l'aria è abbastanza frizzante bastano poche pedalate per scaldarci. Dopo una bella colazione in quel di Oggiono al  "Time Cafè" con un buonissimo caffè e brioche appena arrivate dalla pasticceria partiamo. La salita inizia subito per raggiungere il centro storico di Villa Vergano poi risaliamo ancora verso la bella Chiesetta della Madonna del Carmine nascosta nel mezzo del bosco e finalmente ci rilassiamo quando scendiamo verso il paese disabitato di Toscio. Ma non è ancora finita perché il tratto più duro dobbiamo ancora percorrerlo con l'impegnativa salita verso la piccola frazione di Fumagallo ai piedi del Monte San Genesio, dove i nostri mezzi danno il meglio del loro repertorio anche se, solitamente, teniamo la spinta del motore ad un livello base, perché nonostante tutto siamo comunque biker. Il resto del tracciato vive su strappi più o meno impegnativi come la salita verso il belvedere di Pianello e le risalite sulle belle colline di Ossola e Contra. Tanto sterrato, pochissimi biker sul tracciato e come sempre una bellissima compagnia. Grazie a tutti.
   
Domenica 31/03/2019 - Brianza in mtb - 04 - 2019 - Tra il Parco Agricolo della Valletta e il Lissolo
Mattinata fresca, alla partenza, ma siamo un'ora avanti per l'ora legale e quindi ci sta. Ritrovo al parcheggio di Monteregio dove ci sono già altri biker ad aspettarci per un totale di 13 componenti del gruppo. Dopo una partenza in sordina, vedi la traccia, iniziamo il primo strappo verso Cascina Magritto a Monticello Brianza.... e si inizia già a sentire qualche lamento.... Superiamo Barzanò ed ecco lo strappo, su asfalto, che ci fa arrivare a Cascina Isolina... quasi nessuna lamentela aiutati anche dal belissimo paesaggio che vediamo dall'alto della collina... Ma non finisce qui perchè dobbiamo arrivare a Lissolo e secondo voi quale strada scegliamo? La più dura dove le pendenze in alcuni punti superano il 19% ma pian piano in vetta ci siamo arrivati... Grazie amici anche quest'oggi una bellissima compagnia aiutati anche dalla splendida giornata di sole. Percorso duro, davvero impegnativo, ma rilassante nei momenti in cui dopo una bella salita ti gusti poi quei bei tratti in d
Durante le proprie escursioni GMPbike aderisce alle norme di comportamento,  del Codice N.O.R.B.A. (National Off-Road Bicycle Association)
Mercoledì 27/03/2019 - Parco Lura e Parco Pineta di Appiano Gentile
Nel caso qualcuno avesse voglia di stancarsi non deve fare altro che scaricare questa traccia e seguirla. Non sono molti i km da percorrere e nemmeno c'è tanto dislivello ma vi assicuro che passare in certe parti del Parco della Pineta, con questo itinerario, è davvero dura. Boschi estremi oggi, tantissimi rami nel mezzo dei sentieri e tante piante cadute o fatte cadere dal vento dei giorni scorsi. Se non ci fossero stati questi ostacoli molto probabilmente la fatica sarebbe stata minore ma ce l'abbiamo fatta e questo è già di per se un traguardo. Boschi che con questa siccità permanente sembrano essere nel periodo estivo a Luglio o Agosto ed invece siamo solo a Marzo. Speriamo che il clima cambi presto perchè altrimenti la vedo veramente dura per i prossimi mesi. E poi cosa dire dell'ultima discesa che da San Fermo della Battaglia porta a Como con la strada interrotta e sembra quasi lasciata al suo destino dove per passare devi appiattirti contro il muro oppure strisciare per terra... Certo le regole ci vogliono però se una strada deve essere chiusa non puoi chiuderla quando arrivi sotto il ponte dell'autostrada devi farlo prima oppure mettere le indicazioni che da li non si può passare e basta.. Però è davvero un peccato lasciare andare una strada così perchè da li, in salita, ci sono passati tanti campioni del ciclismo mondiale ed il ricordo delle loro gesta si perde nel tempo.... ma forse sogno troppo.... anche se io personalmente amo molto di più la mtb.
   
Domenica 28/04/2019 - Nel Parco Adda Nord e il Monte dei Frati
Saranno 33 km intensi perchè, entrando subito nel Parco Adda Nord, troveremo gli strappi verso Sartirana, Calco Superiore, Cascina San Martino e Vaccarezza per scendere poi verso  Brivio. Superato il ponte ci dirigiamo a Odiago e poco dopo iniziamo l'impegnativa salita, sul Monte dei Frati, prima verso Cascina Gambirago e successivamente verso le strutture della dell'RSA. La discesa successiva nel mezzo del bosco ci condurrà alle piccole frazioni di Valle e Cadernoldo di Villa d'Adda. Ma gli strappi non sono ancora terminati perchè avremo ancora la salita del Monte Giglio e i bellissimi single trail nel mezzo del bosco. Passeremo quindi sul Ponte San Michele (riaperto solo per tratto ciclo-pedonale) e una volta a Paderno d'Adda ci porteremo verso il Monte Robbio per le ultime salite prima di aggirare Merate e ritornare al nostro punto di partenza.
   
Mercoledì 01/05/2019 - Nelle Terre di Frontiera
Prima parte del percorso che va davvero vicinissimo alla linea di confine con la Svizzera dove passando per Cantello, Ligurno e Rodero ed entrando nella Valle del torrente Lanza arriveremo a Gaggiolo proprio al termine del confine italiano. Aggireremo quindi il Colle di Sant’Ambrogio a Bizzarone  per portarci alla bella Chiesa della Madonna dell’Assunta entrando nella zona dell’Unione Comuni Lombardi  Terre di Frontiera. Raggiunto Drezzo ci immetteremo nel Parco Regionale della Spina Verde per arrivare a fianco della recinzione che ci divide dal territorio Elvetico per scendere verso Como dove costeggeremo il lago e le belle Ville che troviamo sulla passeggiata prima di arrivare alla stazione di Como-San Giovanni dove termina il nostro bellissimo tour
   
 
   
 
  Meteo Lombardia  
   
     
   
     
Valdelsa - Assisi in mountain bike
Quando abbiamo deciso di preparare questa nuova avventura erano ancora mesi freddi tra novembre e dicembre 2017 e ovviamente non si pensava affatto al meteo che avremo potuto trovare, ma l'unico pensiero era di configurare una traccia dove si potessero vedere paesaggi mozzafiato, angoli mai visti in precedenza e un percorso alternativo ad altri di cui il web è pieno. Creata la traccia, in qualche ora di lavoro, bisogna controllarla per non trovarsi poi in alcuni punti dove è impossibile il passaggio e questa è un'attività che per chi è appassionato, come me, porta via ancor più tempo della precedente ma, con i mezzi a disposizione dal web ed alcuni programmi siamo oramai arrivati a vedere tutto e con tutte le angolazioni possibili.
Ovviamente, nonostante tutto l'impegno, qualcosa scappa sempre ma noi siamo un gruppo che non si ferma mai davanti a difficoltà impreviste ed anzi aguzziamo l'ingegno per toglierci quelle piccole soddisfazioni che si provano passando in punti dove è quasi impossibile transitare con i nostri mezzi. Certo in Italia queste situazioni estreme bisogna andarsele a cercare e noi nel nostro piccolo ci siamo riusciti anche quest'anno dove non ci siamo fermati davanti a guadi con acqua molto alta ed a salite con oltre il 20% di pendenza ma il bello di una settimana in mountain bike è anche questo.
La nostra Via Francigena 2014 - da Mensanello a Piazza San Pietro
Terminiamo il nostro itinerario sulla Via Francigena con un pò di rimpianto perchè sono stati 6 giorni davvero molto intensi, sia per la lunghezza del tracciato che per il dislivello, ma siamo veramente soddisfatti sia dal punto di vista fisico, la fatica non ha lasciato strascichi, e le nostre mountain bike, ci hanno supportato dalla partenza dal Borgo di Mensanello all'arrivo a Piazza San Pietro a Roma senza, quasi, nessun problema. Non possiamo essere niente altro che contenti perchè questi giorni, oltre al fatto puramente sportivo, ci hanno davvero fatto capire quanta fatica facevano i pellegrini per raggiungere la Tomba di San Pietro nei secoli scorsi. Noi siamo davvero fortunati, perchè nonostante la lunghezza del tracciato abbiamo a disposizione apparecchiature e tecnologia che ci permettono sbagli su una curva o su un bivio che sono davvero al minimo, ma se ci mettiamo nei panni di coloro che all'epoca percorrevano questi sentieri possiamo immaginare quanti e quanti pericoli potevano trovarsi davanti da un momento all'altro. 
La trilogia dei laghi in mountain bike
Con queste nostre escursioni abbiamo tracciato una via che ci ha portato sulle rive dei 3 laghi Como, Varese e Lago Maggiore. Un percorso impegnativo ma che ci ha portato a conoscere nuovi tratti su tante stradine sterrati e single trail dove veramente il divertimento e la fatica sono assicurati. Un grazie a tutti gli amici, Ambrogio, Fabrizio, Franco, Lillo, Mimmo, Nando, Patrizio che hanno voluto condividere queste belle giornate passate in sella alle nostre mountain bike. Certo, nella fase di stesura del percorso abbiamo cercato di rimanere più lontano possibile dalle tante vie di grande comunicazione ed in larga parte ci siamo riusciti anche se ovviamente non è stato possibile escluderle totalmente. Un percorso davvero vario con splendidi scenari che partono da Lecco fanno tappa a Como e poi a Varese e arrivano fino a Sesto Calende. Abbiamo, così, imparato a conoscere alcune parti di un territorio che, prima, per noi era abbastanza sconosciuto. Una lunghezza non impegnativa con i suoi 139,7 km ed anche con un bel dislivello di oltre 2468 mt. su cui abbiamo, messo a dura prova i nostri mezzi che si sono davvero comportati alla grande e ci hanno sempre permesso, nonostante tutte le difficoltà che si possono incontrare, di poter raggiungere sempre e comunque le nostre destinazioni.
Sulla Via Francigena da Siena a Roma in mountain bike
Prima di poter descrivere tutto quanto abbiamo visto e tutto quanto è successo durante questa settimana passata in sella alle nostre mountain bike un ringraziamento particolare va a Roberto e Patrizio che hanno voluto condividere con me questa bellissima esperienza per seguire una Via tracciata qualche secolo fa da tanti pellegrini che raggiungevano Roma per Fede. Rivivere questa fatica, lontani da casa, senza nessun aiuto esterno durante le nostre tappe giornaliere, in cui per lunghi tratti magari si rimaneva anche soli, ci ha dato modo di pensare davvero alla bellezza di tutto questo percorso così lungo, ma poi breve, che ci rimarrà sempre come un ricordo indelebile.
 
   
Contatto:
info.gmpbike@gmail.com