Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598     Sito Italiano Mountain bike

Appuntamenti

Data Titolo escursione Difficoltà
11/11/2018 Stradine e Sterrati del Parco di Montevecchia e Val Curone
 
Km Dislivello Partenza da: Parcheggio Stazione FS - Merate-Cernusco Lombardone
27,9 585 Arrivo a: Parcheggio Stazione FS - Merate-Cernusco Lombardone
Note
  E' sempre importante, prima di partecipare, sapere quali difficoltà presenta il percorso e considerare il vostro grado di preparazione  
Breve descrizione Dedichiamo ancora una mattinata in mtb alle belle stradine ed agli sterrati che contrassegnano il Parco di Montevecchia e Val Curone come una delle mete più belle della Brianza per quanto riguarda gli amanti, come noi, della mountain bike. Sappiamo già che se passiamo da queste parti un pò di fatica la dobbiamo per forza fare ma sarà spettacolare passare per quei bellissimi boschi in questa stagione dove i colori del paesaggio cambiano ad ogni curva. Non molti i km ma sufficienti per partire dal parcheggio della Stazione di Merate-Cernusco Lombardone ed arrivare alla parte più a ovest dell'escursione con l'arrivo a Ceregallo ed iniziare il ritorno passando per Sirtori e Lissolo prima di raggiungere Montevecchia. Il resto del tracciato? tutto in discesa fino al ritorno al punto di partenza iniziale.
Road-Book Lasciamo il parcheggio e percorriamo il sottopasso ciclo-pedonale che ci porta sul piazzale antistante la stazione di Merate-Cernusco Lombardone. Ci teniamo a destra e ci immettiamo sul tratto ciclo pedonale che passa sul piccolo ponticello e proseguiamo per la stradina che ci conduce a Pagnano ed arriviamo al bivio dove giriamo a destra e imbocchiamo via Promessi Sposi e quindi via Po per arrivare al bivio con via Arnaboldi e girare a sinistra.
Alla seconda traversa giriamo a sinistra e percorriamo le stradine che ci portano a fianco del Camposanto dove risaliamo percorrendo via Monsignor Luigi Nava. Arriviamo all'incrocio e proseguiamo sempre diritto percorrendo via Lunga e raggiunto l'incrocio lo attraversiamo per immetterci su via Monte Bianco ed arrivare alla frazione Roncaglia. Girando a destra percorriamo il tratto sterrato della stradina di via Campo ed arrivati all'incrocio successivo giriamo a sinistra su via del Calendone e superiamo il ponte sulla ferrovia proseguendo fino alla prima traversa a sinistra dove giriamo.
Percorriamo via Pianezzo (che una volta passava accanto alla ferrovia) e ne percorriamo 400m per girare a destra su via delle Robinie e poco dopo girare ancora a destra per immetterci sulla sterrata che vi porta alle prime case della frazione Beolco. Ritrovata la strada asfaltata aggiriamo un piccolo nucleo di case e passando accanto alla grande cascina oramai in disuso e ci immettiamo su via Brughiera che dopo una curva a destra inizia a salire ed arriva all'abitato di Spiazzo.
Lo superiamo e seguendo ancora la stradina arriviamo nei pressi del parcheggio. Prima dell'entrata a sinistra parte un sentiero che seguiamo ed arriviamo a Fornace Superiore per ritrovare la strada asfaltata di via Bagaggera. Giriamo a destra e seguendo l'asfalto nel mezzo della Valle arriviamo all'imbocco della salita verso Cascina Malnido. Percorriamo la stradina che in salita ci porta ad un breve tornantino e quando troviamo alla nostra sinistra una strada bianca giriamo e andiamo in direzione delle Cascine Galbusera Bianca e Galbusera Nera.
La strada dopo un tratto in leggera discesa con una curva a gomito inizia a salire e ci immettiamo nel "Sentiero del Tratto Oscuro". Arriviamo, dopo un pò di fatica a Cascina Costa e dopo un breve tratto in cui rifiatiamo la strada prosegue ancora in salita e passiamo dalla strada sterrata a quella cementata che ci conduce dopo un tornante al "Belvedere" di Pianello. Lo lasciamo alla nostra destra e seguiamo a sinistra, per un brevissimo tratto via Pianello, poi giriamo a destra e prendiamo la sterrata che passando nel mezzo dei campi a Bernaga Inferiore.
Passiamo accanto alle mura del Monastero delle Monache Romite Ambrosiane ed una volta arrivati su via Lissolo giriamo a destra e poi subito a sinistra per immetterci nel bellissimo sentiero che con un continuo saliscendi, nel mezzo del bosco, arriva a Cascina Ceregallo. La superiamo e subito dopo la piccola chiesetta ci portiamo a destra per imboccare un'altra bella sterrata che ci porta alla periferia di Sirtori.
Siamo alla rotonda e prendiamo a sinistra via Resempiano e percorriamo il rettilineo che in salita ci porta al bivio con via Ceregallo dove giriamo a destra e arriviamo davanti alla Chiesa dei Santi Nabore e Felice e giriamo a sinistra e proseguiamo in salita aggirando in centro cittadino di Sirtori e portandoci su via G. Besana sulla strada asfaltata dove l'asfalto poco dopo termina e in discesa, adesso, percorriamo il tratto sterrato che arriva su via Trieste e quindi al centro di Lissolo.
All'incrocio con via Lissolo giriamo a destra e in discesa adesso andiamo a prendere via Montevecchia che con una curva e un tornante ci porta sulla sterrata che parte dopo la sbarra. In discesa, nel primo tratto, arriviamo nel mezzo del boschetto e rimanendo sulla sterrata risaliamo poi verso il parcheggio e alla rotonda dove poco dopo raggiungiamo Spiazzolo. Superiamo il piccolo gruppo di case e proseguiamo su via Alta Collina passando davanti all'Oratorio di San Bernardo e proseguiamo ancora verso il centro cittadino di Montevecchia passando per la piccola viuzza di Via della Cappelletta.
Lo lasciamo girando a sinistra sulla strada che ci porta nuovamente su via Alta Collina e in discesa andiamo in direzione del Camposanto e successivamente della Chiesa di San Giovanni Battista Martire che superiamo tenendoci a sinistra per percorrere in discesa un piccolo tratto di via Belsedere per poi girare a sinistra ed andare ad imboccare la bella stradina, all'inizio asfaltata e poi sterrata, che ci porta in direzione di Cascina Valfredda e quindi sul ponte che attraversa il Torrente Curone.
Non appena lo superiamo giriamo a destra e ci immettiamo sul bel "Sentiero dei Carpini" che con un primo tratto abbastanza tecnico, per via delle radici, ci porta poi nel mezzo del bosco e poi a ridosso di un grande prato e rientra poi nel bosco. Poco prima di imboccare il "Sentiero dei Guadi" giriamo a sinistra e seguiamo in discesa la sterrata che arriva a Pianezzo e quindi con una deviazione a destra raggiungiamo, seguendo via Regondino, Cascina Regondino ed immetterci poi a sinistra nell'ultima sterrata della giornata che ci riconduce praticamente al parcheggio della stazione ferroviaria. 
Raggiungibile con: Auto/Treno/mtb
Orari e luoghi di ritrovo
8:00 Stazione FS - Monza
8:00/8:20 In una delle stazioni presenti sulla linea ferroviaria Milano Porta Garibaldi Lecco entro gli orari di arrivo e partenza del treno
8:30 Parcheggio stazione di Merate-Cernusco Lombardone
   
   
Utilizzo del treno per arrivare al punto di ritrovo
Treno in partenza da Tipo Costo biglietto
MONZA Biker 2,50 €
MTB 2,50 €
Treno in partenza da Tipo Costo biglietto
  Biker 2,50 €
MTB  
Suburbano 10830 
STAZIONI ARR PAR BIN
Milano Porta Garibaldi   07:52  
Monza 08:08 08:09 4
Arcore 08:14 08:15 1
Carnate-Usmate 08:19 08:20 2
Osnago 08:23 08:24 2
Cernusco-Merate 08:27 --:-- II
Lecco 08:53    
Partenza Arrivo Treno
CERNUSCO-MERATE 11:31 MONZA 11:49 S8
CERNUSCO-MERATE 12:31 MONZA 12:49 S8
CERNUSCO-MERATE 14:31 MONZA 14:49 S8
CERNUSCO-MERATE 15:31 MONZA 15:49 S8
Stradine e Sterrati del Parco di Montevecchia e Val Curone