Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598                                           Sito Italiano Mountain bike

I tuoi Percorsi

1 Maggio 2011 - Con Giulia, al Campionato Italiano Marathon - Gualdo Tadino (PG)- Trofeo Paolo Antiga
La seconda intervista a Giulia, che ancora una volta si è cimentata in una gara, questa volta Marathon organizzata a Gualdo Tadino (PG) dove è stato inserito il trofeo Paolo Antiga, un amico di Giulia, recentemente scomparso.
INTERVISTA A GIULIA/strong>
1-Una nuova esperienza di gara, come mai? 
Sicuramente avevo voglia di provare un'altra gran fondo ma questa qui non era prevista, perchè un po' oltre le mie possibilità in effetti. 38 km e 1500 m di dislivello non sono uno scherzo! 
2-Seconda gara della carriera di biker come mai hai scelto questa?  
Era in palio il Trofeo Paolo Antiga, un amico biker scomparso improvvisamente a marzo e si trattava di vincere il premio come gruppo (gruppo pedalando mtb) con il maggior numero di partecipanti.  Lui incoraggiava tutti i bikers e soprattutto la partecipazione alle gare come momento di aggregazione del gruppo e come sfida con se stessi. In effetti in gara puoi imparare molte cose, è veramente una esperienza da fare, che condividi con gli altri, con i bikers, con il tifo lungo il percorso, con i tecnici dei ristori, e con chi ti accompagna e aspetta all'arrivo ma che ti dà anche la possibilità di misurare concretamente i tuoi limiti, fisici, tecnici e mentali.  Questa era in più un modo per essere vicini a Paolo.
3-La gara è una tra le più tecniche del calendario, come ti è sembrato il percorso?  
Non so se sia una tra le più tecniche del calendario ma certamente il percorso è stato impegnativo per me, soprattutto nel tratto centrale (la parte centrale della seconda salita). A parte queste difficoltà, il percorso è notevole e sono molto divertenti i tratti in discesa.   
4-Al di la delle classifiche, cosa hai provato quando ti sei trovata altri 2000 iscritti ad una gara come questa?
LL'ammirazione vera la ho provata per tutti coloro che hanno completato la Marathon, 83 km e 2660 m di dislivello! Neanche riesco ad immaginarla una cosa simile!  
5-E' stato un percorso duro?/strong>   
Sì, come ho detto la parte centrale della seconda salita era un singletrack in salita molto sconnesso e non riuscivo a prendere un ritmo regolare di respirazione e battito cardiaco. Serviva veramente tanta forza e tecnica, e al 25 km dopo tutto quello che già avevo fatto non è stato semplice. Anzi. Ho pensato di non farcela ma poi mi sono calmata, mi sono fermata e dopo un tempo indefinibile mi sono rimessa sui pedali. Per questo anche è stato così bello arrivare al traguardo!
6-Cosa hai provato dopo l'arrivo al traguardo? 
Gioia, grande soddisfazione, una buona dose di stanchezza e poi all'improvviso... voglia di una doccia calda!!!
7-Con quale spirito bisogna approcciarsi a queste manifestazioni? 
Con lo spirito giusto! Imparare divertirsi condividere conoscere e mettersi in gioco! Certo vincere anche sarebbe bello ma ogni arrivo è una piccola vittoria ! 
8-Quali sono i consigli che dai a tutti coloro che leggono le nostre pagine prima di iscriversi ad un evento così? 
Di scegliere una gara alla propria portata e di andare in gruppo. E' divertente. Ed è una occasione per conoscere altre persone che condividono la tua stessa passione. Gli organizzatori anche qui sono stati molto disponibili con me.
9-Ti piacerebbe ripetere un'esperienza così con altri componenti di GMPbike?   
Perchè non organizziamo la partecipazione in gruppo a una gara qui nei dintorni? 

Grazie a tutti Giulia