Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598     Sito Italiano Mountain bike

I tuoi Percorsi

20 Marzo 2011 - Con Giulia, alla Gran Fondo dell'Argentario
L'intervista a Giulia, un'altra amica di GMPbike, che ha voluto partecipare alla Gran Fondo dell'Argentario, in terra Toscana, in un itinerario con un panorama mozzafiato dove oltre alla bella distanza, 43 km, ci sono 1400 mt. di dislivello, che non sono per nulla  una bazzecola. Al di la di tutto vogliamo ringraziarla per le risposte a tutte le nostre domande. Grazie Giulia, noi ti aspettiamo.
INTERVISTA A GIULIA
1-Ciao Giulia, parlaci un pò di te.
Sono romana, ho 37 anni,  sono alta 1.63 cm, peso 50 kg. Pedalo da giugno 2010 su una Scott scale 60 che ho ribattezzato "la piccoletta". Vado al lavoro in bicicletta, con una vecchia mtb Atala che invece si chiama "la catorcia" benché in effetti non sia così mal ridotta. Mi piacerebbe con il tempo essere in grado di affrontare con consapevolezza salite lunghe e difficili così come discese tecniche e impegnative, poter godere di panorami mozzafiato e sentirmi libera, condividendo con altri queste esperienze.  
2-Prima gara quella di oggi per te? 
Primissima gara di mtb. Spero non l'ultima!
3- Come ti sei preparata per questo evento? 
Quando ho comprato la mtb mi ero detta che avrei partecipato ad una gara nel giro di un anno, quindi in un certo senso è stata una continua preparazione, per 9 mesi, senza mai però esserne ossessionata. Ho avuto la fortuna di trovare un buon maestro e tanti compagni di avventura. Ognuno di loro mi ha insegnato qualcosa che è servita durante la gara. E non solo.
4- Che cosa hai pensato subito dopo la partenza della gara? 
NIENTE.  Non sono riuscita a pensare per un tempo che non saprei quantificare ora! Quando sono tornata in me, invece, mi sono concentrata molto sugli obiettivi che mi ero data, nell'ordine: superare il bivio tra percorso corto e percorso lungo; superare la salita a metà percorso; mantenere la lucidità; dare il massimo sul finale.
5-Come ti è sembrato il percorso della gara?
Il percorso della gran fondo dell'argentario in parte lo conoscevo già, è molto bello, panoramico, divertente. E poi non manca nulla, la salita lunga, la salita tecnica, la salita sterrata, la salita senza tregua, discese veloci, single-tracks nei boschi, gradini, prato, tunnel, fango, sabbia e infine rettilineo sul lungomare. 44 km per 1400 m di dislivello niente male.  Da rifare.
6-Come hai trovato l'organizzazione delle gara? 
Perfetta. Il percorso segnato chiaramente, l'assistenza tecnica presente ma non ingombrante, i ristori in grande simpatia e controllati. Al pasta party mi hanno addirittura preparato un sugo senza aglio, in quanto sono allergica. Che vuoi di più?
7-Risultato? visto la prima partecipazione, te lo aspettavi?  
Mi aspettavo di arrivare ultima, non avevo idea di quanto tempo avrei impiegato e di quali difficoltà avrei incontrato.  Ci ho messo 4 ore e 18 minuti, con pochissime soste ai ristori. Sono stata lenta e inesorabile, come dico sempre. Soddisfatta soprattutto di non essere quasi mai scesa dalla bici. Al traguardo ero terz'ultima ma il ciclista che è arrivato prima di me ci ha messo soltanto 20 secondi in meno e mi ha superato sul rettilineo finale, ci tengo a precisarlo!!! :)
8-Vorresti continuare a partecipare a manifestazioni come queste? 
Senza dubbio. E' stato molto faticoso ma anche molto divertente.  E come diceva un mio amico che di gare ne faceva molte, la gara bisogna viverla più come una sfida con se stessi che contro gli altri.
9-Dopo l'arrivo e aver visto il piazzamento che cosa hai pensato?
"E' fatta è fatta è fatta iaaaauuhuuuuuuuu!!" più o meno ho pensato questo!
10- Una grande amica di GMPbike, cosa vorresti dire ai tanti componenti del nostro gruppo?  
Venite con me alla prossima?
Giulia