Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598                                           Sito Italiano Mountain bike

Percorsi

25/01/2009  Lissone, Parco di Monza a Canonica Lambro
Note sul percorso
Lunghezza complessiva -
Dislivello superato -
Tempo impiegato -
Pendenza massima in salita -
Pendenza massima in discesa -
Fondo -
Impegno fisico -
Tecnica -
Panorama -
Traccia GPS
Il tracciato di una parte delle nostre escursioni è stato inserito sul portale TurboLince.com
-
Da vedere sul percorso -
Informazioni Turistiche -
Info Meteo della giornata -
Meteo della giornata -
Finalmente, dopo 3 settimane di attesa eccoci in sella alle nostre mountain bike per la prima uscita stagionale. La giornata è abbastanza fredda, - 3, quando ci ritroviamo, ore 9:15 in piazza Libertà a Lissone. Il gruppo formato da, Margherita, Dino, Livio, Maurizio, Gas e il Max e il sottoscritto. Un bel gruppetto che dopo i saluti di rito parte subito per la prima destinazione della giornata, il Parco di Monza. Il primo tratto di strada è Piazza Libertà, Via Assunta e al semaforo proseguiamo diritto per Via Manzoni. Alla rotonda giriamo a destra per un tratto di Viale Martiri della Libertà e all'altra rotonda giriamo a sinistra imboccando Via Pacinotti. Proseguiamo sempre diritto fino al bivio dove giriamo a destra in Viale Europa per andare in direzione di Vedano al Lambro. Lasciata la strada asfaltata entriamo, dalla porticina di Vedano (che sbuca su Viale Cesare Battisti) e proseguiamo verso la Montagnetta e poi anzichè proseguire in discesa verso giriamo a destra in direzione del Bar Cavriga dove come al solito ci beviamo un bel caffè caldo. (oggi poi ci vuole proprio visto le temperature molto rigide). Riprendiamo a pedalare facendo un tratto del sentiero che inizia proprio davanti al bar (uscendo dal parcheggio). Una piccola salita e poi una leggera discesa, per poi proseguire verso Viale Mirabello e proseguendo sempre diritto per raggiungere la variante Ascari, ma al primo cancello di entrata all'Autodromo di Monza giriamo a sinistra e ci immettiamo nell'ampio parcheggio recintato dove ci sono ferme una serie di auto, tutte di produzione Americana che fanno bella mostra. Ovviamente non possiamo non fermarci ad ammirare i Furgoni o le Oldsmobile, però tutto fatto in breve tempo e poi eccoci di nuovo in sella. Dobbiamo arrivare alla porta di San Giorgio di Villasanta e davanti a tutti noi c'è il Gas che ci fa entrare ed uscire dalle stradine per immetterci nei sentieri, ma non appena arriviamo nei pressi dei cancelli, vicino alla prima variante ecco il primo problema della giornata, la mia gomma posteriore è completamente a terra. Quest'oggi per la prima volta sto utilizzando nuova Mountain Bike e quindi ecco che gli amici iniziano subito a fare battute e battutine per prendermi in giro. C'è da cambiare completamente la camera d'aria, che per fortuna di scorta si trova nel mio zainetto. Tutto si risolve, ma qualche piccolo problema rimane. Dopo aver riposto tutti gli attrezzi, qualcuno prestato dagli amici, altri miei ed aver rimontato tutto sulla mountain bike ripartiamo. Arriviamo, sempre passando tra i  sentieri alla porta di San Giorgio di Villasanta e dopo un breve consulto usciamo su Viale Regina Margherita girando a sinistra in direzione di Peregallo. Dopo aver pedalato per tutto il lungo rettilineo che costeggia la cinta muraria del Parco di Monza arriviamo all'incrocio dove, anzichè prendere a destra in direzione di Peregallo, proseguiamo diritto in direzione di Canonica Lambro. Un breve tratto su strada asfaltata e poi al primo bivio, dopo l'Oratorio giriamo a leggermente a destra proseguendo nel sentiero che scende dietro la cascina. Qui dobbiamo aspettare qualche minuto perchè il Gas, che nel frattempo era andato con Max e Margherita più avanti, era ritornato indietro per verificare il motivo del nostro ritardo che era dovuto solo ad una telefonata che Livio aveva ricevuto e che per questo si era dovuto fermare. Riunito il gruppetto riprendiamo a pedalare leggermente in discesa e dopo aver oltrepassato il ponticello ci ritroviamo sulle sponda del fiume Lambro. Il sentiero prosegue per alcune centinaia di metri, poi entra, con un piccolo strappetto in un boschetto e li termina. Ci fermiamo quindi tutti, tranne Margherita e Max che invece bici alla mano risalgono tra le piante ed arrivano nei pressi dei binari della ferrovia. La linea ferroviaria su cui siamo finiti è la Monza-Molteno-Oggiono-Lecco. Arrivati a quel punto però non ce la sentiamo di ritornare indietro e rifare tutto il sentiero in mezzo al bosco e quindi cerchiamo un tratto dove si possa salire per pedalare a fianco dei binari. Lo troviamo, ma la salita è ripidissima e poi con il terreno ancora molto bagnato, per la neve e le piogge dei giorni scorsi, facciamo molta fatica a salire anche con la bici in spalla. Riusciamo nel nostro intento e quindi una volta raggiunti i binari spingendo la bici a mano ci dirigiamo verso la piccola stazione di Canonica Lambro. Non facciamo in tempo a salire in sella per pedalare in direzione di Triuggio che mi accorgo di avere nuovamente la ruota posteriore a terra. Quando terminiamo tutto guardando l'orologio ci accorgiamo che sono già le 12:00 e quindi dobbiamo pensare ad iniziare il ritorno a casa. Livio, Maurizio e Dino hanno però un'altra idea.... Perchè non andare a prenderci un aperitivo così prima si bagna la bici nuova e poi pensiamo al ritorno. Detto fatto, in discesa raggiungiamo il ponte di Canonica Lambro e quindi girando a sinistra percorriamo alcune centinaia di metri prima di arrivare davanti all'albergo Fossati dove giriamo nuovamente a sinistra per poi fermarci al "Vanilla Ice" dove sorseggiamo una bella bottiglia di Prosecco accompagnata dai tanti stuzzichini che ci vengono serviti. Sono intanto arrivate lo ore 13:00 e quindi adesso è ora veramente di partire. Sono le 13:30 quando arriviamo a Lissone e dopo aver accompagnato Margherita al parcheggio ci salutiamo. Alla prossima amici e speriamo di non avere la prossima volta tutti i piccoli problemi odierni. Percorso Facile.
La mappa sotto riportata non è l'esatta descrizione del percorso, ma è solo una traccia

Visualizzazione ingrandita della mappa