Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598                                           Sito Italiano Mountain bike

Percorsi

21 Giugno 2009 - Parco della Pineta di Appiano Gentile
Note sul percorso
Lunghezza complessiva 40 KM
Dislivello superato -
Tempo impiegato 4 H
Pendenza massima in salita -
Pendenza massima in discesa -
Fondo Asfalto, Sterrato, Sentiero, Single Trail
Impegno fisico MEDIO
Tecnica MEDIA
Panorama Parco della Pineta di Appiano Gentile 
Traccia GPS
Il tracciato di una parte delle nostre escursioni è stato inserito sul portale TurboLince.com
-
Da vedere sul percorso Chiesa di San Bartolomeo in Bosco, Osservatorio Astronomico di Tradate,
Informazioni Turistiche -
Info Meteo della giornata

Soleggiato

Poco Nuvoloso

Poco Nuvoloso
Prima di tutto, un grazie a Massimiliano e Francesco che ci hanno accompagnato in questo bellissimo giro. Una mattinata passata quasi sempre in mezzo al verde, su sterrati, sentieri e solo in pochissimi tratti su strade asfaltate. Alle 7:15, il Gas è puntualissimo e quindi caricata la mia mountain bike sulla sua auto attendiamo cinque minuti per vedere se arriva qualche ritardatario e poi partiamo. La destinazione di oggi è Appiano Gentile dove sappiamo già che ci aspettano anche Luca, Emma e Riccardo. Ci saranno anche due ragazzi, amici di Riccardo, che abitano appunto da quelle parti e ci faranno da guida in questo itinerario. Scaricate le nostre mountain bike e salutato Massimiliano e Francesco iniziamo a pedalare. Abbiamo parcheggiato le auto nell'area proprio davanti all'entrata del Centro "La Pinetina" dove normalmente si allena la squadra dell'Inter. Uscendo dal parcheggio giriamo a sinistra per Via Ordenada e la percorriamo tutta sino al bivio. Qui giriamo a sinistra e  leggermente in salita percorriamo solo un centinaio di metri, poi alla prima stradina a destra giriamo per immetterci nel primo tratto di sterrato di oggi. Passiamo dapprima in mezzo al bosco e poi la stradina diventa single track non appena ne usciamo. Siamo nei pressi della Cascina Monterosso e stiamo dirigendoci verso Cascina Carbonetti. Facciamo un pò di fatica a pedalare perchè il terreno è inzuppato dall'acqua dei giorni e della notte precedente. Dopo circa 20 minuti il sentiero diventando una sterrata si congiunge con la strada asfaltata. Giriamo a sinistra e percorriamo un tratto in leggera salita fino a quando giriamo nuovamente a sinistra per riprendere un'altra sterrata dove ci sono le indicazioni per la chiesa di San Bartolomeo al Bosco. Noi però non andiamo in quella direzione perchè ad un bivio ci immettiamo nel bosco alla nostra destra. Con le nostre guide davanti non c'è rischio di perdersi ed ad ogni bivio, comunque, ci aspettiamo sempre tutti, perchè qui è davvero facilissimo perdersi. Ogni tanto chiediamo a Massimiliano se c'è un bar per prenderci il solito caffè ma le risposte sono sempre negative, prima di arrivare dobbiamo pedalare ancora un pò. Quando termina il sentiero ed usciamo nuovamente su un'altra sterrata arriviamo nuovamente sulla strada asfaltata che porta Tradate. Giriamo a sinistra e percorrendo un facile tratto in leggera salita arriviamo in piccolo paese dove finalmente c'è un bar e dove il Gas ci offre il caffè (grazie Gas.....) Quando ripartiamo percorriamo ancora la stessa strada asfaltata, poi al bivio anzichè girare per la sterrata percorsa in precedenza proseguiamo diritto in salita per poi al termine di questa giriamo a destra. Pedaliamo ancora molto all'interno del bosco ed ecco nuovamente uno sterrato che alla nostra destra ci riporta sulla strada asfaltata. Breve sosta per bere un goccio d'acqua e si riparte. Andiamo adesso in direzione dell'Osservatorio Astronomico di Tradate, che ci troviamo di fronte non appena usciamo dal bosco. Purtroppo il cancello è chiuso e quindi non possiamo entrare per una breve visita. Proseguiamo a sinistra verso la sbarra che delimita il piazzale adiacente e la superiamo prendendo la sterrata alla nostra destra quasi fino al termine, ma giriamo a sinistra per immetterci di nuovo nel bosco. Qui inizia un tratto bellissimo, ci sono salite repentine e discese in mezzo al verde rese difficili dal fondo scivoloso, ma è bellissimo pedalare sotto le piante in clima abbastanza fresco. Dopo qualche salita che non ti aspetti e che quindi ci fa scendere di sella, e discese tecniche arriviamo in un tratto dove il sentiero quasi sparisce nella boscaglia, ma con i due ragazzi davanti che conoscono bene il territorio è impossibile perdersi. Qualche piccolo taglio su braccia e gambe per le spine di alcuni rovi, ma si pedala sempre ed ora per dei bellissimi sterrati stiamo ritornando verso il nostro luogo di partenza. Quando arriviamo sono circa le 13:00 e quindi dopo aver salutato Francesco e Massimiliano che proseguono verso casa, carichiamo nuovamente le nostre Mountain bike sulle auto ed anche per noi inizia il ritorno. Un gran bel giro, quello di oggi, come già detto la percentuale di sterrato/sentiero è stata del 95% e solo il 5% il tratto asfaltato. Peccato davvero non aver avuto oggi il navigatore GPS, sarebbe stato bellissimo indicare l'esatto percorso, ma sarà per la prossima volta. Lo catalogo, il giro di oggi, di Media difficoltà. Grazie a Francesco e Massimiliano per la bellissima mattinata che ci hanno fatto trascorrere in sella alle nostre bike, con un percorso davvero studiato nei minimi particolari. Un grazie anche a Luca, Emma, Riccardo ed al Gas per la loro costante presenza. Alla prossima amici, domenica ci attendono le rampe della salita che da Brunate ci porterà verso il Monte Palanzone, ma per saperne di più guarda la nostra pagina Appuntamenti.
La mappa sotto riportata non è l'esatta descrizione del percorso, ma è solo una traccia

Visualizzazione ingrandita della mappa