Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598                                           Sito Italiano Mountain bike

Percorsi

19 agosto 2009 - Brianza e i suoi sentieri
Note sul percorso
Lunghezza complessiva 45 KM
Dislivello superato -
Tempo impiegato 4 H
Pendenza massima in salita -
Pendenza massima in discesa -
Fondo Asfalto, Sterrato, Sentiero
Impegno fisico MEDIO
Tecnica MEDIA
Panorama Brianza 
Traccia GPS
Il tracciato di una parte delle nostre escursioni è stato inserito sul portale TurboLince.com
-
Da vedere sul percorso Brianza
Informazioni Turistiche  
Info Meteo della giornata

Caldo

Caldo

Caldo
La mattina inizia prestissimo oggi, per qualcuno di noi, io, il Gas e Roberto (nuovo arrivo delle scorse settimane) la svegli suona alle 6.00. Il caldo di questi giorni è veramente torrido e così cerchiamo di partire almeno con un'ora di anticipo per avere poi un rientro più agevole e cercare di vedere, a Lissone, qualche giro della corsa ciclistica internazionale "Coppa Agostoni". Il ritrovo è in via dell'Arco per le ore 7.00 e purtroppo a quest'ora non mi è possibile arrivare perchè la mia mountain bike, sebbene pronta dalla sera prima, ha la gomma posteriore a terra. So che non ci vuole molto per la sostituzione, anche perchè sono ancora a casa e quindi ci sono tutti gli attrezzi del mestiere, ma intento il tempo passa e so già che gli amici mi stanno aspettando. Quando monto la prima camera d'aria ho già il sospetto che ci sia qualcosa che non va, ma mi accorgo solo dopo che c'è una perdita vicino alla valvola. Intanto arriva la telefonata del Gas. Dopo aver sostituito la camera d'aria con una nuova finalmente parto. Non appena arrivo al punto di ritrovo il Gas ci indica il percorso da seguire, per oggi e quindi dopo un breve consulto con Roberto partiamo. Dopo aver attraversato il Bosco Urbano di Lissone andiamo in direzione di Macherio, dove abbiamo il nostro secondo punto di ritrovo, ma qui non c'è nessuno e quindi proseguiamo nella nostra pedalata. Per le nuove norme del codice della strada che indicano il comportamento dei ciclisti facciamo un giro molto più largo andando in direzione di Sovico per poi ritornare indietro ed immetterci nel primo sentiero del "Parco della Valle del Lambro". Dopo una bella discesa in mezzo al bosco e dopo aver superato l'ultimo tratto un pochino più tecnico arriviamo sulla ciclabile del Fiume Lambro seguendo il "Sentiero Ecologico" dove giriamo a sinistra e proseguiamo verso il ponte che attraversato ci porterà seguendo la stradina asfaltata alla nostra sinistra alle prime case di Triuggio. Una volta arrivati in cima alla breve salita giriamo a destra e poi ancora in leggera salita proseguiamo verso il bivio della strada asfaltata. Qui giriamo a destra e in leggera discesa andiamo verso Canonica Lambro,  ma alla rotonda subito dopo il ponte che oltrepassa la ferrovia giriamo a sinistra per prendere la stradina alberata che sale. Andiamo fino quasi in cima alla leggera salita, poi giriamo a destra nella sterrata che ci porterà nella prima parte dei sentieri del "Bosco di Chignolo". Un tratto questo bellissimo, alla portata di tutti e che attraversa una serie di campi coltivati e che arriva dopo aver attraversato tutto il bosco appena sopra Montemerlo, frazione di Triuggio. Una volta usciti nuovamente sulla strada asfaltata ci dirigiamo verso Tregasio dove di solito ci prendiamo un attimo di sosta per il caffè al solito Bar, ma quando arriviamo c'è il cartello "Chiuso per Ferie", abbastanza normale visto il periodo, per cui proseguiamo ancora diritto per almeno 300 metri dove invece c'è l'altro bar in cui posso finalmente offrire il caffè agli amici. Ripartiamo subito e ritorniamo indietro fino al bivio della Chiesa, che lasciamo alla nostra destra, ed in leggera discesa andiamo fino alla prima via a destra per andare verso la rotonda e poi proseguire, una volta passata, per il sentiero diritto davanti a noi. Anche qui passiamo tra campi coltivati e lontani dalle auto. Dopo aver seguito la sterrata e poi il sentiero arriviamo nei pressi dell'Agriturismo Brusignone dove prendiamo la stradina a sinistra che si inoltra nel bosco e che per un lungo tratto serpeggia tra le piante. Un tratto bellissimo anche questo che facciamo senza problemi. Terminato il sentiero e lo sterrato arriviamo sulla stradina asfaltata dove giriamo a destra e in discesa per poche centinaia di metri raggiungiamo il bivio dove giriamo a destra per iniziare la leggera salita che poi prima della curva a destra ci immetterà nell'altro sentiero che scende poi verso il Centro Sportivo di Villa Raverio. Anche qui un bellissimo tratto tutto all'ombra che prima costeggia una bella fattoria con annesso centro equestre e poi più avanti si inoltra nuovamente nel bosco. Dopo aver proseguito in single trek nell'ultimo tratto usciamo nei pressi del parcheggio del Centro Sportivo e senza fermarci giriamo a sinistra per prendere la strada asfaltata che in leggera salita arriva fino all'incrocio con Viale John e Robert Kennedy che attraversiamo per immetterci nella stradina asfaltata che prosegue davanti a noi e che va verso la frazione Zoccorino dove arrivati alla rotonda proseguiamo sempre diritto. In leggera salita adesso arriviamo presso le prime case ed alla seconda strada a destra in salita andiamo a prendere l'altra strada, Via Cremonina, che alla fine termina in un bellissimo sterrato. Noi proseguiamo sempre sulla sterrata e quando troviamo il cartello della strada Comunale della Casanesca proseguiamo diritto verso Cascina Casanesca e Cascina Mornatella. Dopo essere passati anche qui tra campi coltivati un sentiero a sinistra ci fa scendere per un breve tratto poi dopo aver superato il piccolo ponte sul torrente sottostante giriamo a destra ed adesso in leggera salita costeggiamo un bel campo di granoturco e poi dopo una curva a elle in salita arriviamo in via Mornatella. Giriamo a sinistra e andiamo a prendere l'asfaltata davanti a noi dove giriamo a sinistra. Per almeno un centinaio di metri andiamo in discesa, ma poi prediamo lo sterrato alla nostra sinistra ed in leggera salita andiamo in direzione di Briosco. Quando arriviamo alla rotonda proseguiamo ancora diritto e alla seconda a sinistra giriamo per riprendere un bello strappetto che ci porterà verso il "Ristorante Lear" prima e poi verso alcune belle case che sorgono in cima a questa bellissima collinetta. Dopo qualche foto sullo stupendo paesaggio ricominciamo a pedalare in discesa adesso per riprendere nuovamente la strada asfaltata che va verso Agliate. Lasciamo la splendida Basilica alla nostra sinistra e prima di arrivare al ponte giriamo a sinistra in una stradina che costeggia il Fiume Lambro. Proseguiamo seguendo sempre il corso del fiume fino ad arrivare fino alle Grotte di Re Aldino per poi proseguire sempre diritto tenendo sempre il fiume alla nostra sinistra fino ad arrivare ad Albiate. Particolare nuovo, la stradina che tante volte abbiamo percorso adesso è stata tutta sistemata ed il fondo non è più sassoso ma è stato reso piano da una bella coltre di terra, per cui anche l'ultimo tratto che era veramente certe volte non percorribile adesso è diventato bellissimo e si può tranquillamente fare tutto sempre in sella. Da qui proseguiamo adesso in discesa per andare a riprendere il tratto di Ciclo via del Lambro che va fino a Canonica Lambro percorrendolo in senso inverso da quello di questa mattina. Quando il sentiero termina uscendo sulla strada asfaltata giriamo a destra e in leggera salita passiamo prima la stazione e poi il passaggio a livello. proseguiamo sempre diritto in direzione di Biassono. Ci inoltriamo però nell'ultimo sentiero di oggi quindi arriviamo nei pressi dell'entrata del "Parco di Monza" quella su Viale per Biassono e proseguiamo diritto verso Vedano al Lambro. Una piccola sosta per riempire le borracce e per dissetarci un attimo e poi salutiamo Roberto, mentre io e il Gas giriamo a destra per raggiungere Lissone. Una 40a i km percorsi oggi, un giro che definiamo facile anche se in alcuni punti qualche bello strappetto lo abbiamo anche trovato. Agli amici Roberto e Gas un grazie per la compagnia e per la bella pedalata odierna, per tutti gli altri invece un arrivederci e a chi c'è, ed è già tornato dalle ferie, l'appuntamento è per domenica prossima in cui assaggeremo un'altra volta le stradine della nostra Brianza che questa volta ci porteranno a seguire un tracciato di almeno 90 km. con un dislivello di almeno 1000 metri. Alla prossima allora, poi anch'io parto per qualche giorno di ferie, ma il gruppo comunque sarà sempre attivo anche nelle prossime settimane.
La mappa sotto riportata non è l'esatta descrizione del percorso, ma è solo una traccia

Visualizzazione ingrandita della mappa