Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598                                           Sito Italiano Mountain bike

Percorsi

11 Ottobre 2009 - I tanti Boschi della Brianza
Note sul percorso
Lunghezza complessiva 45 KM
Dislivello superato 210 MT
Tempo impiegato 5 H
Pendenza massima in salita -
Pendenza massima in discesa -
Fondo Asfalto, Sterrato, Stradine, Single Trail
Impegno fisico MEDIO
Tecnica FACILE
Panorama Brianza 
Traccia GPS
Il tracciato di una parte delle nostre escursioni è stato inserito sul portale TurboLince.com
Scarica la traccia per GPS
(la potrai salvare nello stesso formato ed utilizzarla per percorrere il nostro stesso tracciato seguendo le indicazioni sul tuo navigatore)
Scarica la Traccia per Google Earth
(dopo averla salvata, con il doppio click potrai visualizzare direttamente in l'intero percorso)
Da vedere sul percorso Lo spettacolo dello sfondo sul Resegone e i Corni di Canzo, il Parco Agricolo della Valletta
Informazioni Turistiche -
Info Meteo della giornata

Soleggiato

Soleggiato

Soleggiato
Grandi sorprese anche oggi per il nostro gruppo. La giornata sportiva inizia alle 8:00 come descritto nella pagina appuntamenti e siamo quasi tutti in orario al primo punto di ritrovo in Piazza Libertà a Lissone. Quando arriviamo io e Monica ad aspettarci ci sono già Eva,Emma, Riccardo, il Gas, Max e Omar. C'è la ruota della mtb di Monica che ha un problema e quindi dobbiamo sistemarla prima di iniziare il percorso di oggi. Dopo qualche minuto il tutto è risolto e si parte. Andiamo verso Vedano al Lambro dove c'è il secondo punto di ritrovo e quando arriviamo ecco la prima sorpresa, oltre a Gianfranco con Andrea (il figlioletto) c'è anche Giorgio che ha voluto portare con se il figlio, Andrea (anche lui) per cui i nostri GMPboys diventano a tutti gli effetti due. Il gruppo a questo punto è già composto da 12 bikers, ma ci aspettano altri amici e così quando arriviamo davanti all'entrata dell'Autodromo Nazionale di Monza ecco Marin e Gabriele. Ci sono anche Roberto e Roby e dopo un breve saluto si riparte. Andiamo verso la porta di San Giorgio di Villasanta percorrendo sempre, tranne un piccolo tratto sul sentiero, le stradine asfaltate del Parco di Monza. Dopo un rapido conto su quante persone fanno parte attualmente del gruppo uscendo per Viale Regina Margherita proseguiamo sempre diritto per raggiungere Canonica Lambro dove altri amici ci aspettano. Quando arriviamo ci sono Maurizio, Dino eLivio e così il conteggio arriva a 19 bikers (spettacolo.....). Il giro di oggi, come previsto nella nostra pagina Appuntamenti, viene invertito come senso di marcia perchè vogliamo lasciare i sentieri della Valle del Rio Pegorino come ultimo tratto. Prima del piccolo ponte giriamo a sinistra e seguiamo il sentiero che costeggia il Fiume Lambro e lo percorriamo tutto fino a raggiungere la frazione Ponte di Triuggio. Usciti sul parcheggio giriamo a destra e oltrepassato il ponte subito a sinistra per andare verso Rancate. Prima che inizi il primo tornante proseguiamo diritto per la sterrata che si inoltra verso un gruppo gruppo di case. Dopo circa 150 metri, sulla sinistra, il sentiero sale, prima leggermente, ma dopo la curva  c'è troppa pendenza e troppi grossi sassi per poter rimanere in sella. Tutti a piedi e mountain bike alla mano saliamo per quei 50 metri impossibili da fare pedalando. Quando arriviamo sulla sterrata andiamo a sinistra e iniziamo a salire sempre in mezzo al bosco. La sterrata è molto umida in questo tratto, dove le piante lasciano filtrare poca luce, ma forse è meglio così perchè il terreno per via delle piogge dei giorni precedenti è molto soffice. Quando la sterrata termina arriviamo in un sentiero che oltrepassa un guado, senz'acqua, dove nel mezzo ci sono grossi sassi. In fila indiana uno dopo l'altro lo oltrepassiamo e proseguiamo nella nostra pedalata sulla sponda opposta. Un sentiero, single track, ci porta nei pressi di un bel prato dove giriamo a destra e proseguiamo fino ad arrivare sulla stradina asfaltata. Giriamo a sinistra e in leggero falsopiano passiamo davanti al Cimitero e proseguiamo a destra per la stradina che in salita ci porta nel centro di Calò. Qui la sosta è obbligatoria, adesso, per il Caffè che quest'oggi ci viene offerto da Riccardo (grazie Riccardo.....). Dopo aver scambiato quattro chiacchiere, fatta l'iscrizione all'A.I.D.O, per qualcuno di noi, ripartiamo. Andremo in direzione di Vergo per poi girare alla rotonda in direzione di Renate. Un piccolo problema alla ruota di Omar ci ferma un attimo per la sistemazione della catena, ma ripartiamo dopo qualche minuto. Arrivati al semaforo proseguiamo sempre diritto e subito dopo la leggera salita prendiamo nuovamente la sterrata che ci immette nei percorsi del Parco della Valletta. Anche per me problemi oggi con la macchina fotografica e quindi mi fermo un attimo per la sostituzione della batteria prima di scattare qualche fotografia al bellissimo paesaggio proprio davanti a noi. Leggermente a sinistra i Corni di Canzo, davanti a noi il Resegone ed il tutto contornato da un bellissimo cielo azzurro (meraviglioso......). proseguiamo sempre sul sentiero fino ad incrociare nuovamente la strada asfaltata, che però percorriamo solo per poche decine di metri per poi immetterci nuovamente, girando a destra, negli altri sentieri del Parco. Pedaliamo tra campi di granturco e prati per qualche km per poi ritrovarci nuovamente sulla strada asfaltata nei pressi di Prebone(frazione di Monticello Brianza). Dopo aver ricompattato tutto il gruppo andiamo adesso verso l'altra frazione di Cortenuova dove passato il gruppo di case arriviamo in leggera salita fino alla prima rotonda e dopo averla superata proseguiamo in salita verso quella successiva. Un attimo di pausa anche qui per aspettare qualche ritardatario e poi giriamo a destra per proseguire prima su asfalto e poi su sentiero per arrivare al bivio con Via Monte Grappa cima del Monticello (proprio davanti alla fontanella dell'acqua). Giriamo a destra e percorriamo la Via Monte Grappa per circa 100 metri poi giriamo a sinistra per imboccare Via dei Mille che ci porta verso le prime case di Casatenovo, ma giriamo a destra per Via Monteregio fino ad arrivare al bivio con la strada che dal quadrivio di Besana Brianza porta verso Villa Raverio. Arrivati al semaforo giriamo a sinistra e proseguiamo, passando davanti al Cimitero ma siamo costretti a fermarci, nuovamente, per un problema sulla ruota posteriore della mtb di Omar. Dopo aver controllato la pressione dei pneumatico decidiamo di sostituire la camera d'aria così da proseguire poi senza problemi. Maurizio in circa 15 minuti riesce nell'operazione e quindi ripartiamo. In discesa andiamo verso Tregasio ma, al bivio verso Brugora, giriamo a sinistra ed imbocchiamo la stradina che scende  in direzione di Correzzana. Dopo i due tornanti, in discesa, una volta terminato il guardrail giriamo a destra per immetterci nei sentieri della Valle del Rio Pegorino. Quest'oggi c'è un pò di fango, ma nemmeno troppo, e poi al fresco si pedala anche volentieri. Continuiamo a guadare il piccolo Rio in più punti con e senza acqua poi dobbiamo nuovamente fermarci per un'altro problema, sempre, sulla mountain bike di Omar. Un'altra volta la ruota posteriore è a terra. Dopo tutti i controlli, del caso, sostituiamo un'altra volta la camera d'aria (anche qui Maurizio da il meglio di se stesso Grazie Maurizio......) e rimontato il tutto partiamo. Gli altri intanto si erano già portati avanti e quindi solo noi cinque (Monica, Max, Omar, Maurizio ed io) dobbiamo raggiungere il gruppo. Quando arriviamo alla sbarra che delimita il percorso ai soli pedoni ed alle mountain bike, veniamo accolti dal resto degli amici con un applauso. E' ora di iniziare il ritorno e perciò salutiamo Andrea, Giorgio, Monica, Emma e Riccardo che dopo il ponte di Canonica Lambro riprendono la sterrata noi invece proseguiamo verso Biassono passando per alcuni sentieri prima di immetterci nuovamente nelle stradine del Parco di Monza e raggiungere nuovamente Vedano al Lambro. Qui salutiamo prima Gianfranco e Andrea e poi Marin e Gabriele. Gli altri proseguono per un tratto fino a Viale Cesare Battisti dove anche Roby ci saluta, mentre noi andiamo verso Lissone.  Quando arriviamo sono le 13:30. Il tempo di accompagnare Eva alla macchina ed aiutarla a caricare la mountain bike e poi un arrivederci a tutti alla prossima.

Un complimento quest'oggi a Andrea e Andrea, per come hanno pedalato e per la grinta che ci hanno messo sui vari strappetti della giornata.  Un grazie ai nuovi amici Marin e Gabriele che speriamo di ritrovare presto con noi. Un grazie anche alle nostre GMPgirlsEmmaEva e Monica che anche oggi hanno dato il meglio.
Un grazie ai GMPbikers GianfrancoGiorgioRiccardoRobyRobertoOmarLivioDinoMaurizioGas e Max per la compagnia. 
Pier
La mappa sotto riportata non è l'esatta descrizione del percorso, ma è solo una traccia

Visualizzazione ingrandita della mappa