Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598                                           Sito Italiano Mountain bike

Percorsi

25 Ottobre 2009 - I tanti sentieri della Brianza in Mountain Bike
Note sul percorso
Lunghezza complessiva 48 KM
Dislivello superato -
Tempo impiegato 4 H
Pendenza massima in salita -
Pendenza massima in discesa -
Fondo Asfalto, Sterrato, Single Trail, Bosco
Impegno fisico MEDIO
Tecnica MEDIA
Panorama Brianza
Traccia GPS
Il tracciato di una parte delle nostre escursioni è stato inserito sul portale TurboLince.com
Scarica la traccia per GPS
(la potrai salvare nello stesso formato ed utilizzarla per percorrere il nostro stesso tracciato seguendo le indicazioni sul tuo navigatore)
Scarica la Traccia per Google Earth
(dopo averla salvata, con il doppio click potrai visualizzare direttamente in l'intero percorso)
Da vedere sul percorso Bosco della Cassinetta
Informazioni Turistiche -
Info Meteo della giornata

Sereno

Sereno

Sereno
Inizio il racconto della giornata chiedendo scusa ai tanti amici, nuovi e non se per colpa mia ieri hanno dovuto rallentare per aspettarmi, specialmente nell'ultimo tratto, ma il mal di schiena era veramente troppo forte e non mi dava l'opportunità di poter pedalare come so. Comunque un grazie a tutti voi amici perchè un'altra bella mattinata in sella alle nostre mountain bike è passata nel modo che volevamo, cioè in mezzo alla natura e a quei favolosi boschi delle Brianza che speriamo rimangano ancora per molto tempo. Partiamo alle 8:30 da Lissone in Piazza Libertà dove al punto di ritrovo 4 nuovi amici, Alex,MatteoLuigi e Massimo hanno deciso di aggregarsi a Emma,RiccardoRobyDinoGas, Marco e al Pier. Siamo già 11 bikers, ma al prossimo ritrovo sappiamo già che altri amici ci aspettano. Quando arriviamo, a Macherio (rotonda distributore) però c'è un'altra sorpresa insieme a LivioGiorgio e Gianfranco c'è Silvia che, nonostante l'ingessatura al polso, ha voluto pedalare con noi (grande.....) Arriviamo con qualche minuto di ritardo ed allora per recuperare il tempo perduto ed arrivare al successivo ritrovo decidiamo di percorrere tutta la strada asfaltata che ci conduce fino al Canonica Lambro. Qui c'è Marin che ci aspetta e dopo uno scambio di saluti tra tutti i nuovi componenti del gruppo partiamo. Dopo il ponte giriamo a destra ed in leggera salita arriviamo fino al bivio di Gerno. Saliamo a sinistra passando in fianco alla Chiesa e ci immettiamo nella bellissima stradina che attraversa il borgo. Al termine del tratto pavimentato giriamo a sinistra ed iniziamo la salita verso Lesmo. Quando arrivo, per ultimo, Riccardo mi dice che ha chiamato anche Walter che, visto il sito, ci aspetta a Bernate (frazione di Arcore). Pedaliamo allora verso Camparada e poi giù in discesa verso il Bar Cinqghei dove ci fermiamo per il solito caffè della mattina che, questo'oggi, offre Dino (grazie Dino.......). Dopo qualche battuta e qualche risata ripartiamo, tornando in discesa per almeno 50 metri, sulla strada seguita in precedenza per poi girare subito dopo Via Resegone a sinistra per immetterci nel primo Bosco di oggi. Un bellissimo tratto questo in single track, a volte tecnico, a volte facile che però già ci fa prendere il ritmo su quello che poi ci aspetterà per i prossimi Km. Il single track termina dopo il bel prato che immette su una sterrata che arriva, poi, nel cortile di una cascina. Siamo arrivati a Bernate e dopo aver superato il portone ecco Walter che è già arrivato e che ci aspetta. Un brevissimo saluto anche con lui e ripartiamo. Percorriamo una 20 di metri prima di girare a sinistra per Via Giotto dove al termine della strada asfaltata c'è nuovamente sterrato. Ne percorriamo un bel tratto dove in certi casi ci tocca anche scendere di sella perchè non siamo preparati a quei bruschi cambi di pendenza. Non ci fermiamo però quasi mai tranne in alcuni punti per ricompattare i gruppo. Proseguiamo pedalando su questo bellissimo sterrato fino a quando davanti a noi ecco arrivare un fitto bosco dove il sentiero termina davvero e dove dobbiamo per forza scendere di sella per portarci avanti fino a quando alla nostra destra c'è un passaggio che arriva in un campo di granoturco, appena tagliato. Una sterrata che passa a fianco di una cascina. e siamo in Via Belgioioso proprio davanti alla cascina che da il nome alla via e nei pressi di Velate. Ritorniamo per un piccolo tratto su asfalto percorrendo Via Achille Grandi e poi Via Volta per proseguire in Via Cottolengo e Via Dante Alighieri. Dopo la breve discesa ed aver passato la prima curva, che gira leggermente a destra, prendiamo il sentiero che sulla nostra sinistra indica la direzione del Bosco della Cassinetta. Anche qui un bello strappetto su acciottolato che mette a dura prova i nostri muscoli e le ruote delle nostre mountain bike che in certi casi non fanno nemmeno troppa presa sul terreno molto umido. Quando arriviamo alla statua della Madonnina proseguiamo diritto per immetterci sul sentiero che ci porterà proprio davanti alla Cascina. (Adottata da Legambiente per la salvaguardia del territorio della Brianza Est). Prendiamo il sentiero che attraversa i due bei campi e proseguiamo diritto fino all'inizio del bosco per poi girare leggermente a sinistra ed imboccare la strada che in discesa arriva nuovamente su un bel prato. A metà circa di questo prato prendiamo il sentiero a destra che si immette nel bosco e anche qui in single track lo attraversiamo tutto. Proseguiamo sempre diritto fino a raggiungere nuovamente la strada asfaltata Via Petrarca. Giriamo a sinistra e pedaliamo per circa 500 metri in leggera salita per poi girare a destra e continuare con gli sterrati di quest'oggi. Non ci sono altri bikers in giro ed allora possiamo occupare completamente la sede della sterrata. Arriviamo nuovamente su asfalto, Via della  Resistenza, dove giriamo a destra e poi ancora a destra per prendere l'altra sterrata che in salita, questa volta leggera, ci porterà verso il gruppo di case di Fornace. Una sosta per mangiare qualcosa e poi nuovamente in sella per attraversare, anche qui, un'altro, bel prato e poi percorrendo la sterrata prima e la stradina asfaltata passiamo davanti a Cascina Belvedere per poi, raggiungere Via Leonardo da Vinci, la strada asfaltata che va in direzione di Lomagna. Quando arriviamo in fondo, giriamo a sinistra per Via Giotto e sempre su strada asfaltata passiamo davanti al Ristorante Tricudai per poi proseguire ancora diritto per qualche km e prendere la stradina a sinistra, Via per Trecate che, in salita porta nel mezzo del gruppo di case. Quando arriviamo nel cortile c'è un problema alla gomma di Gianfranco e è buca, ma fortunatamente con un pò di liquido riesce a tappare il buco e dopo i dovuti controlli possiamo tranquillamente ripartire. Uscendo dalla parte opposta, del cortile, un'altro bel prato da attraversare davanti a noi, ma dopo circa 200 metri giriamo a sinistra ed in ripida discesa proseguiamo per il sentiero arrivando al prato sottostante. Giriamo a destra e dopo aver varcato, bici alla mano, il piccolo ruscello, riprendiamo a pedalare in mezzo ad un'altro bellissimo bosco su una bellissima sterrata. Qui il primo tratto è leggermente sempre in salita, poi all'ultimo tornante la pendenza si fa seria e se non si è ben preparati, sia con il cambio che con la forza dei muscoli delle gambe, bisogna per forza scendere di sella. Siamo nei pressi di Maresso. Uscendo nuovamente sulla strada asfaltata, Via San Carlo Borromeo, giriamo a destra ed in salita arriviamo alla rotonda dove proseguiamo diritto fino a raggiungere il piazzale della Chiesa. Qualcuno fa la scorta dell'acqua alla fontanella e poi ripartiamo. Seguendo le indicazioni di Massimo prendiamo la stradina, Via Conti Casati, per immetterci in un'altra sterrata che, in discesa molto tecnica, ci porta, oltrepassando un cancello, che poi bisogna chiudere, nel cortile di un'altra bellissima cascina (Cascina Molino Cattaneo). Quando usciamo dalla parte opposta raggiungiamo Via Mulini e siamo nella frazione Ossola. A sinistra percorrendo un tratto di stradina asfaltata andiamo in direzione dell'altra frazione, Tegnoso. Sempre su stradina asfaltata pedalando in falsopiano raggiungiamo la frazione Misericordia e da qui in salita verso il centro di Casatenovo. Qui avremmo dovuto proseguire verso Giovenigo, ma il tempo è tiranno e quindi dobbiamo per forza di cose ritornare verso casa. Salutiamo Emma eRiccardo mentre tutto il resto del gruppo fa il tratto in discesa che va verso Lesmo pedalando sempre su asfalto sulla strada provinciale SP7  fino al semaforo. Un saluto a Marin e Walter e poi giriamo a destra per ritornare sulla stessa strada di questa mattina nuovamente in direzione di Gerno. Arriviamo a Canonica Lambro  e oltrepassato il ponte salutiamo Giorgio e Silvia e raggiungiamo le prime case di Biassono passando davanti al Ristorante "I Ses Culon" ed immettendoci sulla sterrata dopo aver attraversato Via Pessina.  Salutiamo anche Gianfranco e  quando arriviamo a Lissone, gli ultimi saluti sono per Alex, Matteo, Luigi, Massimo, Livio, Dino e il Gas.
Sono le 12:45 (in orario quasi perfetto sulla tabella di marcia).  Un grazie particolare a Massimo per averci tracciato tutto il percorso, ma un grazie ai nuovi amici che hanno voluto scegliere il nostro gruppo per una bellissima pedalata insieme. A tutti loro un arrivederci alla prossima.
La mappa sotto riportata non è l'esatta descrizione del percorso, ma è solo una traccia