Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598                                           Sito Italiano Mountain bike

Percorsi

6 Dicembre 2009 - Fango e sentieri della Brianza
Note sul percorso
Lunghezza complessiva 47 KM
Dislivello superato -
Tempo impiegato 4 H 30 min
Pendenza massima in salita -
Pendenza massima in discesa -
Fondo Asfalto, Sterrato
Impegno fisico MEDIO FACILE
Tecnica MEDIA
Panorama Brianza
Traccia GPS
Il tracciato di una parte delle nostre escursioni è stato inserito sul portale TurboLince.com
Fango e sentieri della Brianza
- Tuesday 19 October 2010
©
Da vedere sul percorso  
Informazioni Turistiche  
Info Meteo della giornata

Nuvoloso

Nubi Sparse

Nubi Sparse
Mattinata fredda quest'oggi, ma siamo a Dicembre. L'orario di ritrovo è per 7.45 presso il piazzale della Stazione di Lissone. Quando arrivo c'è già presente Gianfranco, poco dopo arrivano anche Emma e Riccardo, il Gas, Livio, Giorgio, il Fox e Claudio e un nuovo amico che ha voluto aggregarsi al nostro gruppo, Enrico. Dobbiamo prendere il treno per raggiungere Monza da dove poi proseguiremo su un'altro convoglio per Osnago, perchè oggi ci aspettano le Cascine della Valle dell'Adda. Arriviamo a Monza con un pò di ritardo, non per colpa nostra, ovviamente, e quando scendiamo dal treno la coincidenza per Osnago è già ferma al binario numero 4. Non facciamo in tempo a scendere e risalire dal sottopasso che il treno si parte, nonostante le richieste di Eva, Roberto e Roby, al capotreno. Peccato, doveva essere una domenica di rilassamento totale dopo i tanti km di quest'anno, ma è andata così e quindi dobbiamo cercare subito un'alternativa per questa mattina. La prima cosa da fare è chiamare però Walter, per sapere se questa mattina pedalerà con noi. Lo trovo in auto che sta recandosi al punto di ritrovo fissato ma dopo avergli spiegato dell'inconveniente mi chiede qual'é il nuovo punto d'incontro. Ci troveremo alla rotonda Yamaha di Peregallo. Noi intanto usciamo dalla stazione e percorriamo in sella alle nostre mountain bike tutte le vie del centro per raggiungere i sentieri e le stradine del Parco. Entriamo dalla porticina di Via Giovanni Boccaccio e pedaliamo fino alla Cascina del Sole dove c'è la pausa caffè che oggi ci offre Gianfranco (grazie Gianfranco..... ). Risaliamo in sella e raggiungiamo Viale Mirabello dove giriamo a sinistra e lo percorriamo tutto fino a raggiungere l'incrocio con Viale di Vedano. Giriamo a destra e in discesa arriviamo fino al bivio con Viale Mulini San Giorgio fino ad uscire dalla Porta si San Giorgio di Villasanta. A sinistra imbocchiamo Viale Regina Margherita e lo seguiamo fino  all'incrocio con Via Parco. Giriamo a destra e dopo aver superato la ferrovia proseguiamo diritto per raggiungere la rotonda dove vediamo che c'è già Walter ad aspettarci. Dopo i brevi saluti si riparte. Andiamo in direzione di Arcore prendendo la strada provinciale  SP7  , solo per un breve tratto per poi girare a sinistra in Via Monte Bianco. Non percorriamo più di 200 metri e giriamo nuovamente a sinistra per Via Gran Sasso. La percorriamo tutta e poi giriamo a destra, in salita, per prendere il primo sentiero di oggi (siamo in Via della Fornace). Ritornati su asfalto al primo bivio giriamo a sinistra e proseguiamo fino al bivio successivo dove giriamo a destra per Via Lombardia. Passiamo anche la rotonda e poi giriamo a sinistra per Via Tiziano che ci porterà poi verso Bernate (frazione di Arcore). Quando arriviamo in Piazza Conte Durini giriamo a sinistra entrando sotto la volta del portone della cascina e ci immettiamo nel sentiero. Molto fango e tantissime pozzanghere, ma non ci ferma nulla, continuiamo a pedalare prima sul sentiero e poi in mezzo al bosco. Quando la strada inizia a salire, qualcuno, me compreso, deve per forza scendere di sella perchè le gomme non fanno molto attrito sul terreno reso molto viscido dalle piogge dei giorni scorsi e dall'umidità. Qualche passo con mountain bike alla mano e poi di nuovo in sella fino al termine di questo bellissimo bosco ed uscire in Via Resegone. Qui, dopo aver ricompattato il gruppo, giriamo a sinistra e in leggera discesa andiamo a prendere l'altro sentiero che passa non troppo distante da Cascina Dosso e che sempre in mezzo al bosco si inerpica, facendoci fare anche una discreta fatica, verso i prati adiacenti alla Cascina Melli. Ci passiamo molto vicino e prima leggermente in salita poi con una bella discesa in mezzo ai prati arriviamo nuovamente sull'asfaltata Via Petrarca. Siamo nei pressi di Valaperta. Andiamo giusto in quella direzione, ma per poche decine di metri, poi giriamo a destra per riprendere un'altro sentiero che passa proprio al di sotto del piccolo borgo e prosegue sempre in mezzo al verde della Brianza fino a quando non incrociamo nuovamente Via delle Resistenza. Anche qui un breve tratto su asfalto, girando a destra, ma poi subito a sinistra per riprendere un'altro bel sentiero (percorso anche dalla Marathon Bike della Brianza) che passa tra le piccole cittadine di Bergamina-Maressolo (a destra) e Rogoredo (a sinistra). Continuando nel nostro percorso, anche qui sempre in mezzo al bosco, raggiungiamo la stradina asfaltata che porta alla Cascina Molino Cattaneo. La lasciamo alla nostra destra e proseguiamo diritto, in leggera salita fino ad arrivare alla frazione Ossola. Giriamo a sinistra e percorriamo le stradine di questa frazione, dove non troviamo transito di auto, e ci dirigiamo percorrendo sempre la strada asfaltata verso Casatenovo. Dopo aver salutato Walter e Eva noi, il resto del gruppo, andiamo in discesa verso Montesiro e proseguiamo poi verso Tregasio. Siamo sempre su asfalto e arriviamo a Triuggio quando sono già del 12:00. In discesa raggiungiamo la frazione Ponte e al parcheggio dopo il ponte ci immettiamo nel sentiero che costeggia il Fiume Lambro che percorriamo tutto fino ad arrivare a Canonica. Riprendiamo la strada asfaltata e proseguiamo verso Lissone passando per Biassono. Una bella lavata alle nostre bike oggi è doverosa e quindi andiamo sempre presso il solito Autolavaggio presso Piazza Padre Pio. Quando arriviamo a Lissone sono circa le 13:00. Anche quest'oggi, nonostante la giornata non era partita con il piede giusto abbiamo percorso tanti sentieri e sterrati della nostra Brianza e siamo anche soddisfatti dell'itinerario che ci ha permesso di percorrere un tratto dei sentieri del Parco dei Colli Briantei e del Parco di Montevecchia e Val Curone. 

Un grazie a Enrico per aver scelto il nostro gruppo, un'altro grazie a Roberto per la preziosa traccia GPS e anche un ringraziamento al Gas per le bellissime fotografie di oggi. Ci vediamo martedì 8 dicembre (festa dell'Immacolata) per un'altro bel percorso su stradine della Brianza.
La mappa sotto riportata non è l'esatta descrizione del percorso, ma è solo una traccia

Visualizzazione ingrandita della mappa