Percorsi2018

Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598     Sito Italiano Mountain bike

Percorsi
   
  Piccolo giretto della Brianza in mtb  
27/03/2018 Piccolo giretto della Brianza in mtb
         
Km Dislivello Condizione richiesta Tecnica Meteo
  36,7  
312
     
     
Partenza Lissone, piazza Libertà Arrivo Lissone - Piazza Libertà
Bel gruppetto di biker questa mattina con il meteo che, finalmente, ci fa sentire un leggero rialzo delle temperature ma, sopra tutto negli ultimi giorni non ha piovuto, e questa mattina un leggero sole ci accompagna già alle 8:30 quando ci troviamo in piazza Libertà a Lissone. Sarà passato anche un pò di tempo dall’ultima volta che ci siamo ritrovati ma la voglia e l’amicizia è sempre la stessa e dopo le normali battute iniziali e i saluti decidiamo finalmente di partire per seguire il percorso del nostro tracciato odierno. Accendiamo quindi i nostri navigatori gps e partiamo. Quest’oggi, per la prima volta in gruppo con noi c’è Sabina.

Partenza da Piazza Libertà a Lissone e ci dirigiamo verso Biassono dove procedendo in discesa su via Santa Maria delle Selve entriamo all’interno del “Parco di Monza” e raggiungiamo viale per Biassono e nei pressi di Cascina Costa Bassa giriamo a destra e imbocchiamo la sterrata che ci porta in direzione dell’uscita sul parcheggio di via al Parco. Tenendo la sinistra ci portiamo alla rotonda e prendiamo a destra via F. Brunelleschi e arrivati al trivio successivo giriamo a destra su via Sant’Antonio e raggiungiamo il bivio dove giriamo a destra e seguiamo la sterrata che ci conduce in via della Sciavatera e che arriva all’incrocio con via Madonna delle Nevi.

La attraversiamo e ci portiamo, dopo il passaggio a livello, a sinistra per imboccare il primo tratto della Greenway del Lambro ed arriviamo al parcheggio di Canonica Lambro dove uscendo incrociamo via della Canonica dove giriamo a destra e ci portiamo verso il piccolo ponticello che attraversa il fiume Lambro. Quando incrociamo la SP135 giriamo a sinistra e procediamo diritto passando accanto a Villa Taverna e poco più avanti alla Chiesa di Santa Maria della Neve. Al bivio ci teniamo sulla sinistra e proseguiamo sempre sul tratto della strada statale per poi portarci a destra sulla pista ciclo pedonale che arriva fino al parcheggio del Camposanto.

Qui ci teniamo a destra e proseguiamo verso il piazzale del Camposanto imboccando via Piave e raggiunto l’incrocio giriamo a sinistra su via Conte Paolo Taverna ed arrivati all’altezza della prima traversa a destra giriamo e ci portiamo su via Monte Rosa per poi girare a sinistra su via delle Grigne e raggiungere la rotonda. Giriamo a destra e percorriamo la stradina asfaltata che, poco dopo termina, ci immette su un sentiero sterrato che arriva poi su un tratto in single trail che parte e che attraversa un grande prato. Seguiamo il sentiero che a sinistra risale leggermente e raggiunto un piccolo caseggiato prendiamo il single trail che a destra, in leggerissima discesa, arriva fino al bivio con un tratturo.

Giriamo a sinistra e risaliamo, adesso, in prossimità di alcune case e quando ritroviamo l’asfalto di via G. Matteotti giriamo a sinistra e arrivati alla prima traversa a destra giriamo e imbocchiamo via Cardinal Ferrari. La percorriamo tutta e raggiunto l’incrocio con via M. Buonarroti la attraversiamo e prendiamo il sentiero che ci porta sulla parte retrostante della piccola Chiesa di San Biagio (Sec. XIII). La lasciamo alle nostre spalle e teniamo la destra su via Don L. Sturzo per poi girare a sinistra quando troviamo il single trail che parte nel mezzo di alcuni campi ed entriamo nella parte alta della Valle del Rio Pegorino.

Ci attende adesso un bellissimo tratto su single trail che entra nel bosco e con un susseguirsi di salite e discese curve a destra e sinistra tra le piante arriva, dopo una breve e impegnativa salita in prossimità del grande prato retrostante Villa Zuccona Jacini (Sec. XIII) dove prendiamo a destra il single trail che dopo un lungo rettilineo arriva nel mezzo di due grandi pilastri in mattoni e termina quando ritrova l’asfalto di via dei Boschi. Giriamo a destra ed al termine della strada asfaltata a sinistra e seguiamo la sterrata che passa a ridosso di alcune villette di Tregasio e termina all’incrocio con via Cascina Gianfranco. All’incrocio proseguiamo sempre diritto e ci portiamo all’incrocio successivo con via Don Davide Colli.

Giriamo a destra ed arrivati all’altezza della prima traversa a sinistra giriamo e imbocchiamo via dei Tigli che in rettilineo arriva davanti al piazzale del Camposanto dove tenendo la sinistra andiamo ad imboccare la sterrata che lo aggira e che ci porta fino all’incrocio con via L. Cagnola. Giriamo a sinistra e subito a destra per passare accanto a Cascina Borgonovo e prendere a sinistra la bella sterrata che risale leggermente e che quando termina ci fa arrivare al bivio con Cascina Cascinetta. Tenendo la sinistra seguiamo la stradina asfaltata che in discesa passa davanti a Cascina Riva e ci porta, dopo un tornante, a Cascina Fonigo.

Seguiamo via Cardinal Federico Borromeo e arrivati al primo bivio proseguiamo ancora diritto e raggiunto il trivio successivo giriamo a sinistra su via Monastero che in falso piano su una bella stradina asfaltata ci porta ai tornanti successivi dove risaliamo verso il piazzale antistante Cascina Pobiga.  Davanti a noi, tra il cartello con manifesti pubblicitari e la recinzione di una parte del caseggiato parte un sentiero che in discesa ci porta alle prime case della frazione Montemerlo.

Lo imbocchiamo e in discesa su single trail arriviamo ad un bivio dove giriamo a destra e proseguiamo sulla sterrata che ci conduce, ancora in leggera discesa, verso il bivio di Cascina Siberia. Proseguiamo a questo punto ancora diritto e seguiamo la stradina bianca che dopo una curva a destra piega a sinistra e inizia una leggera salita che termina circa 150 m più avanti e iniziamo quindi la discesa verso le prime case di Triuggio.  Proseguiamo su via San Giuseppe fino all’incrocio con via Diaz e giriamo a destra proseguendo, tenendo la destra, per la stretta via Roma.

Prima di raggiungere il passaggio a livello giriamo a sinistra su via S. Pellico e la percorriamo fino a quando incrociamo via A. De Gasperi. Giriamo a destra e con il sottopasso della linea ferroviaria, ci portiamo sulla SP135 che lasciamo 500 m dopo per girare a destra e imboccare via dell’Acqua che seguiamo sempre in discesa per raggiungere la frazione Ponte.  Raggiunto l’incrocio nuovamente con la SP135 giriamo a sinistra e attraversiamo sul ponte il fiume Lambro e ci immettiamo a sinistra nel parcheggio dove poco più avanti ci immettiamo sulla Greenway del fiume Lambro. Seguendo la sterrata passiamo la piccola frazione di Mulini Bassi di Sovico e una volta oltrepassata proseguiamo sul continuo saliscendi verso Canonica Lambro.

Arriviamo proprio davanti al parcheggio e attraversiamo via della Canonica proseguendo sempre sulla Greenway seguendo le sponde del fiume attraversandolo in due punti sui ponti ciclo/pedonali raggiungendo in un tratto in leggera salita il passaggio a livello davanti a Cascina Grugagna. Attraversiamo i binari e giriamo a sinistra su via Madonna delle Nevi e raggiungiamo, dopo 250 m, l’incrocio con via al Parco e la attraversiamo portandoci su via Regina Margherita. Il lungo rettilineo di 3 km, sempre in leggera discesa, ci porta davanti all’entrata della Porta di San Giorgio del Parco di Monza.  Girando a destra entriamo nei viali all’interno della cinta muraria e giriamo a destra seguendo il viale per Lesmo.

Una stradina sempre in leggerissima salita di circa 1,5 km ci porta nella zona delle Curve di Lesmo del tracciato automobilistico del “Circuito dell’Autodromo di Monza” dove siamo costretti a girare a sinistra per imboccare la sterrata che costeggia a sinistra il campo di Golf e che ci porta in seguito a fianco del tracciato dell’autodromo in prossimità della Curva del Serraglio. Proseguiamo sempre diritto e rimaniamo sempre sul sentiero anche quando incrociamo una sterrata che proviene dalla nostra sinistra.  Arriviamo così nei pressi di una parte della pista che fa parte della Storia del circuito, siamo accanto alla grande curva della Sopraelevata Nord, l’anello dell’alta velocità che attualmente è chiuso e non viene più utilizzato, ma che negli anni a partire nel 1957 e 1958 venne utilizzato per la 500 miglia di Monza.

Giriamo a sinistra e proseguiamo adesso su un tratto sterrato fino a quando la rete che divide il vecchio tracciato dell’autodromo termina e giriamo a destra per attraversare il Rettilineo dell’anello della Velocità e ci portiamo poco dopo su una sterrata che termina 300 m dopo quando incrociamo viale Mirabello proprio accanto alla Variante Ascari. Giriamo a sinistra e proseguiamo sul lungo rettilineo fino al sottopasso della Sopraelevata Sud nei pressi della Curva Parabolica. Risaliamo dalla parte opposta e incrociamo viale Vedano dove giriamo a destra e raggiungiamo Porta di Vedano da cui usciamo per imboccare via E. Ferrari nel comune di Vedano al Lambro.

Arriviamo all’incrocio e giriamo a destra per poi prendere a sinistra la stradina ciclo/pedonale che arriva prima in via Tagliamento dove giriamo a sinistra per portarci in Largo della Repubblica dove c’è il Municipio cittadino. Arriviamo al semaforo sulla SP6 e la attraversiamo per proseguire diritto su via Monte Grappa raggiungendo il semaforo successivo sull’incrocio con via Europa. Lo attraversiamo e su via Dante Alighieri arriviamo fino in fondo alla viuzza e quando la strada termina ci immettiamo nell’ultimo sentiero della giornata attraversando il bosco. Sbuchiamo su via Negrelli e siamo arrivati alla prima periferia di Lissone.

Proseguendo diritto arriviamo alla rotonda su viale della Repubblica e lo attraversiamo per percorrere interamente via Isonzo e arrivare all’incrocio con via Monza dove giriamo a destra e proseguiamo sul rettilineo fino al semaforo sull’incrocio con via San Rocco. Proseguiamo ancora diritto su via Gramsci e arriviamo alla rotonda davanti al Municipio dove prendiamo a sinistra via G. Garibaldi per girare poi a destra su via Paradiso passando davanti a Palazzo Magatti ex sede del municipio cittadino e arriviamo quindi in piazza Libertà dove termina la nostra escursione.

Piccolo giretto della Brianza in mtb