Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598     Sito Italiano Mountain bike

Percorsi
 
  Parco Pineta e Parco del Lura in mtb   
Per visualizzare l'intero album fotografico clicca sull'immagine
25/04/2018 Il Parco della Pineta e il Parco del Lura in Mtb
         
Km Dislivello Condizione richiesta Tecnica Meteo
  51,9  
581
   
     
Partenza Stazione FS - Fino Mornasco Arrivo Saronno stazione
Un mercoledì festivo che ci permette, anche oggi, di poter saltare in sella alle nostre mountain bike e seguire il tracciato che ci ha portato nel bellissimo “Parco della Pineta” dove si sa l’orario di entrata ma mai quello d’uscita perchè sono talmente tanti i sentieri, i single trail e le sterrate che vien davvero voglia di seguirle tutte. Tante ore all’ombra degli alberi e poi, in alcuni tratti, i bellissimi scenari dei prati coltivati a Colza, con quei bellissimi fiori gialli, che appagano l’occhio. Tutto questo però lo trovi solo in questo periodo dell’anno. Con alcuni punti dove abbiamo dovuto anche spingere la nostra mtb, ma sono tratti brevissimi, l’itinerario si è dimostrato ancora una volta alla nostra portata e il tratto negli sterrati del Parco del Lura ha reso facilissimo il rientro
Lasciamo la piccola stazione di Fino Mornasco seguendo prima via C. Battisti per poi girare a destra e percorrere la stradina di via Martelletto che aggira la zona artigianale e si porta a ridosso della  A9  (Autostrada Lainate-Como-Chiasso) e ne segue il percorso fino al sottopasso posto in località Fiorenzuola. Dalla parte opposta dell’autostrada ci immettiamo nel territorio comunale di Bulgarograsso arrivando alla piccola frazione di Ronco Vecchio da dove proseguiamo  in direzione del Camposanto.
Passiamo davanti alla Chiesetta di Sant’Anna e deviamo a sinistra passando il ponte sul Torrente Lura per poi proseguire in direzione della Chiesa di Sant’Agata e teniamo la destra per portarci verso l’incrocio con semaforo sulla SP27.  La attraversiamo e imbocchiamo un breve tratto di SP25 e raggiungiamo la rotonda  prendendo la seconda uscita proseguendo ancora diritto fino alla prima traversa a sinistra dove giriamo per immetterci in via dei Lali.
Al bivio successivo ci portiamo a sinistra su via della Moietta e seguendo la stradina arriviamo alla prima periferia di Lurate Caccivio. Procediamo su sterrato aggirando entrambi i paesi ed arriviamo a Oltrona San Mamette. Proseguiamo adesso negli sterrati del “Parco della Pineta” dopo aver superato la rotonda di via Giamminola ed attraversato la SP23. Il sentiero entra nel bosco e devia a destra portandoci in località Ca Bianca da dove proseguendo verso nord ci portiamo all’immediata periferia di Beregazzo
Quando ritroviamo la strada asfaltata di via Brughiere ne percorriamo circa 50 m e giriamo a sinistra per procedere ancora su sterrato, sempre all’interno del bosco, in direzione di Castelnuovo Bozzente. Rimanendo sempre sulla sterrata principale procediamo in direzione sud-ovest e quando incrociamo l’altra sterrata ci teniamo a sinistra e ci dirigiamo verso Cascina Pagliaccia ritrovando poco dopo l’asfaltata di via per Appiano. Giriamo a sinistra e pochi metri dopo a destra per entrare nella nuova strada sterrata che arriva nei pressi della Chiesetta di San Bartolomeo al Bosco.
Procedendo ancora diritto arriviamo ad un bivio dove giriamo a destra e proseguiamo verso Cascina Villafranca. Subito dopo giriamo a sinistra e ci portiamo a ridosso del Golf Club La Pinetina e proseguendo sempre su sterrato arriviamo alla Cascina Il Poggio. La sterrata prosegue ancora nel mezzo del bosco ed arriva poi su via A. Perego nel territorio comunale di Mozzate. Arriviamo alla rotonda sulla SP24 e la attraversiamo e seguiamo in ordine via Gramsci, via Don L. Sturzo, vai Gobetti, e quindi trovato il passaggio a livello di via Fornace lo attraversiamo per procedere poi verso Cislago dove sempre su stradine passiamo accanto alla stazione ferroviaria e ci portiamo seguendo la via C. Colombo in località Mascazza.
Ancora sterrate e sentieri per portarci al sottopasso della  A36   e arrivati nei pressi di Cascina Rastelli teniamo la destra per proseguire sempre su sterrati e tratturi verso la zona industriale di Cirimido. Attraversiamo la SP32 e seguiamo via G. Mazzini per arrivare al bivio con via V. Veneto dove giriamo a destra e ci portiamo in direzione del sottopasso della  A9 . Entriamo a questo punto nel territorio comunale di Lomazzo ed alla prima traversa, via Aprica giriamo a destra per percorrerla tutta e girare quindi a sinistra su vicolo Cirimido percorrendolo fino all’incrocio con via delle Alpi.
Giriamo a destra e il rettilineo ci porta all’incrocio con la SP32 ed anche qui la attraversiamo e proseguiamo su via G. Galilei per arrivare fino all’incrocio con via G. Marconi dove giriamo a destra per arrivare all’incrocio con la SP33. Procediamo sempre diritto e arriviamo al sottopasso ferroviario ed una volta attraversato giriamo a sinistra e ci portiamo in direzione dell’incrocio con con la SP32. La attraversiamo a raggiungiamo il Camposanto di Lomazzo dove giriamo a destra su via U. Foscolo ed all’incrocio successivo procediamo sempre diritto su via Brianza. La lasciamo quando alla nostra destra incrociamo la pista ciclabile che ci porta all’interno del Parco del Lura ed utilizziamo il sotto passo sulla SP32 per continuare su sterrato ed arrivare, dopo 1,800 metri all’altro sotto passo sulla  A36 . Seguendo sempre le stradine e gli sterrati aggiriamo l’abitato di Rovellasca e proseguiamo verso Rovello Porro dove entriamo negli ultimi sentieri della nostra escursione fino a quando raggiungiamo la periferia di Saronno e quindi la stazione ferroviaria dove termina la nostra avventura odierna.
Il Parco della Pineta e il Parco del Lura in Mtb