Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598     Sito Italiano Mountain bike

Percorsi
 
Per visualizzare l'intero album fotografico clicca sull'immagine
06/05/2018 A sud del Parco di Montevecchia e Val Curone e il Parco dei colli Briantei
         
Km Dislivello Condizione richiesta Tecnica Meteo
  37,9  
869
 
   
Partenza Monteregio di Casatenovo Arrivo Monteregio di Casatenovo
Dopo circa  tre giorni di pioggia continua finalmente una bella giornata di sole e calda, forse la prima veramente calda, in cui abbiamo attraversato i Parchi di Montevecchia e Val Curone e Colli Briantei con una bellissima serie di sterrati a tratti fangosi ma che non ci hanno impedito di divertirci come al solito. Con un bel Gruppo di 17 biker iniziamo la mattinata partendo da Monteregio di Casatenovo e fin passiamo i single trail in zona Misericordia senza particolari problemi nonostante il fondo viscido. Altre piccole situazioni ci hanno fatto modificare il percorso originale ma conoscendo quasi alla perfezione queste zone come al solito riusciamo a destreggiarci risolvendo comunque la situazione.
Partenza con discesa verso Casatenovo andando in direzione della Chiesa di San Giorgio per arrivare nelle viuzze del centro cittadino e attraversare la SP6 e procedere in direzione del Camposanto.  Deviazione a destra e ancora stradine per arrivare all’imbocco, prima su strada sterrata e quindi su un bel single trail tra i boschi, della Valle Nava. Usciti dal bosco seguiamo ancora il single trail piegando a sinistra ed arriviamo alla piccola frazione Misericordia ed una volta ritrovata la strada asfaltata giriamo a destra passando a fianco del vecchio Monastero della Misericordia.
Iniziamo adesso un breve tratto in salita procedendo su via Misericordia ed arrivati al bivio giriamo a destra e percorriamo un breve tratto di via Agazzino per girare poi a sinistra e percorrere via C. Battisti andando in direzione della piccola frazione di Contra. Quando arriviamo nei pressi della piccola chiesetta, alla nostra sinistra, giriamo a sinistra ed imbocchiamo la stradina asfaltata che poco dopo termina e diventa una bella sterrata che in discesa ci porta nel mezzo di un boschetto ed arriva a Cascina Campù Superiore. Procedendo verso sinistra incontriamo, poco più avanti, Cascina Campù Inferiore e giriamo a sinistra percorrendo via G. Rossini per passare il piccolo ponticello sul torrente Lavandaia e alla prima traversa a sinistra giriamo per imboccare via M.G. Agnesi che in rettilineo ci porta al bivio con via XXV Aprile.
Girando a destra ne percorriamo non più di 200 m e poi giriamo a sinistra immettendoci sul tratturo che risale la collinetta e che entra poco dopo nel Parco di Montevecchia e Val Curone e raggiungiamo in salita e quindi in leggera discesa Cascina Butto. Dopo una paio di tornanti in discesa la strada ritorna a salire dalla parte opposta e andiamo adesso in direzione di Cascina Brughiera dopo aver percorso un bellissimo tratto che ci fa vedere alla nostra sinistra la collina di Montevecchia con il Santuario della Beata Vergine del Carmelo, posto nella parte più alta del Monte, mentre nella parte sottostante la bella prospettiva ce la offre il piccolo borgo di Bergamina di Lomaniga
Arriviamo così nei pressi della cascina prendiamo a destra il rettilineo sterrato, in discesa, che arriva all’incrocio con via San Francesco dove proseguiamo verso la prima periferia di Maresso. A metà della salita troviamo sulla nostra sinistra una traversa, che parte in discesa su una stradina a fondo cementato, e la percorriamo per portarci nel boschetto sottostante e poi dovremo impegnarci per risalire dalla valletta sul sentiero che passa accanto al canyon scavato dall’acqua e che devia poi a sinistra ed in salita con un bel tornante ci porta alla periferia sud di Maresso.
Usciti dal parcheggio e ritrovata la strada asfaltata ne percorriamo solo una decina di metri e poi prendiamo a destra la sterrata che risale la collinetta e arriva nella parte che fiancheggia una grande cascina ed arriva al bivio con via Don Biffi dove giriamo a sinistra per arrivare nel centro cittadino. Scendiamo adesso su via dei Mulini, tenendoci a sinistra iniziamo la breve salita che prosegue verso la frazione Ossola fino a quando alla nostra sinistra non troviamo la traversa che va in direzione del Mulino Cattaneo ed arrivati in prossimità del ponte proseguiamo sempre diritto per imboccare il bellissimo single trail e sentiero che segue le sponde del torrente Lavandaia e termina quando a destra devia verso la Valle Nava dove procediamo sul piccolo ponticello ed attraversiamo la roggia.
Ritrovata la strada asfaltata giriamo a destra e proseguiamo in leggerissima salita verso l’incrocio dove giriamo a destra e al bivio successivo ci teniamo di nuovo a destra e passiamo nel centro cittadino di Rimoldo. Percorriamo 300 m di via D. Alighieri e poi prendiamo il tratturo che a destra entra nel mezzo dei campi ed aggiriamo alcune case prima di arrivare nel mezzo di Cascina Bernaga attraversandone il cortile ed uscendone a fianco quando imbocchiamo via Stoppani. La seguiamo fino all’incrocio dove ritroviamo via D. Alighieri e giriamo a sinistra e subito a destra per arrivare nel Parco dei Colli Briantei dove procedendo su tratturo attraversiamo dei grandi campi coltivati e risaliamo la collinetta dove il paesaggio è davvero strepitoso con i tratti delle alture che fanno da cornice a questo bellissimo angolo di Brianza. Un tratto bellissimo su sterrato ci conduce prima a Cascina Mongorio da dove proseguiamo verso Cascina Dosso e quindi Cascina Valmora prima di arrivare all’incrocio della SP177 dove girando a destra, in discesa,  ne percorriamo 150 m per girare poi a destra e proseguire sul sentiero nel mezzo del bosco che ci farà divertire moltissimo con i suoi continui saliscendi e le sue curve tra le piante prima della breve ma insidiosa salita che termina non appena usciti dall’ombra delle piante.
Il bellissimo single trail, che segue, attraversa i campi e scende, quando siamo al km 23,3 a sinistra e passa accanto all’allevamento dei conigli dove prendiamo a sinistra un bel tratturo che in un lungo rettilineo passa accanto al campo di calcio e termina quando arriviamo all’incrocio con via Don. L. Corti. Giriamo a destra ed aggiriamo le case, a causa dei sensi unici al contrario, per portarci sulla rotonda di via Madonna dove prendiamo a sinistra per raggiungere l’incrocio con via San Gaetano. Un destra sinistra ci porta in via del Germeone, una stradina asfaltata, che poco dopo termina e in prossimità della sbarra la superiamo per arrivare su un tratturo che aggira alcuni campi coltivati e che poi deviando a sinistra nel boschetto ci immette nel single trail che risale verso Cascina Verdura.
Uscendo dal cortile ci teniamo a sinistra e prendiamo la viuzza di via San Pietro per arrivare fino al bivio dove giriamo a destra e aggiriamo il parcheggio del centro commerciale per arrivare alla rotonda sulla SP51 che attraversiamo proseguendo in leggera discesa verso Cascina Gemella  da dove proseguiamo sempre diritto verso Cascina Porrinetti. La superiamo, tenendola alla nostra sinistra, e ci dirigiamo a destra al bivio verso la Valle del Rio Pegorino prendendo un’altro bellissimo single trail che nel mezzo del bosco arriva fino a congiungersi con la strada asfaltata che a destra sale verso Brugora. La salita non è lunghissima e nel primo tratto la pendenza non è bassissima poi dopo la curva a destra si abbassa e prosegue passando accanto al bellissimo complesso dell’antico Monastero dei Santi Pietro e Paolo  (Sec. XII) e una volta raggiunta la rotonda la strada va adesso in discesa e tenendoci a sinistra andiamo fino all’incrocio con via G. Cimabue.
Prendiamo a sinistra e subito a destra per entrare su un’altro tratturo che poco dopo arriva nella Valle del Brusignone ed entriamo nel Parco della Valle del Lambro quando passiamo accanto a Cascina Brusignone. Proseguiamo tenendo la destra e percorriamo la bella strada bianca fino all’incrocio con via De Gasperi nell’immediata periferia di Montesiro. Giriamo a destra e subito a sinistra ed iniziamo un nuovo tratto in salita che ci porta ad aggirare Villa Prinetti Castelletti per arrivare nel centro cittadino del piccolo paesino dove procediamo verso sinistra seguendo prima via G. Scola e successivamente via Belvedere che ci porta all’incrocio con SP154. Tenendoci alla nostra sinistra percorriamo adesso l’ultima salita della giornata andando in direzione del parcheggio di via Monteregio.
Quel bel giro nel parco di Montevecchia in mtb