Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598     Sito Italiano Mountain bike

Percorsi
   
Per visualizzare l'intero album fotografico clicca sull'immagine
Data Titolo escursione
04/11/2018 Classic Brianza in Mtb
   
Km Dislivello Condizione Richiesta Tecnica Meteo giornata
  34,7  
  761  
   
   
Tanti amici anche quest'oggi che non hanno rinunciato all'escursione nonostante il fango e gli alberi abbattuti dal vento che abbiamo trovato sui sentieri. Un percorso privo di difficoltà che però rende necessaria un pò di preparazione perchè si sà... la Brianza non  regala nulla ed ad ogni curva ecco la salita che non ti aspetti. In questo tracciato sono presenti alcuni tratti che mancavano dal nostro repertorio da qualche anno e che abbiamo ripercorso volentieri per verificare che siano ancora tracciabili ed in effetti lo sono stati perchè il piede a terra l'abbiamo messo davvero poche volte. Grazie davvero a tutto il gruppo per la bella mattinata e per la bellissima compagnia.
Usciamo dal parcheggio del centro sportivo ed arrivati all'incrocio giriamo a sinistra e percorriamo un brevissimo tratto della SP155 per girare poi a destra ed imboccare la stradina sterrata che risale a fianco di alcune villette e che ci porta alla periferia di Briosco. proseguiamo su via A. Lombardi ed all'incrocio con via delle Azalee ci teniamo a sinistra ed arriviamo alla rotonda.
La attraversiamo e procediamo su via Tonale dove alla terza traversa a sinistra, via Pordoi, giriamo e seguendo la stradina che diventa sterrata ed entra nel boschetto iniziamo la salita che ci porta al borgo di Simonte. Quando la sterrata termina e ritroviamo la strada asfaltata giriamo a destra e proseguiamo sulla stradina acciottolata che attraversa divide le case dal bellissimo Parco della Fondazione Rossini e quando la stradina termina ci teniamo a sinistra e imbocchiamo il single trail che aggira il giardino ed arriva nella parte retrostante di Villa Beldosso.
Al bivio successivo ci teniamo ancora a sinistra e proseguiamo ancora su sentiero per scendere nel mezzo del bosco ed arrivare dopo un bellissimo tratto a ritrovare la strada asfaltata di via F. Baj. Tenendoci a sinistra arriviamo all'incrocio e attraversiamo via Isonzo proseguendo diritto in salita su via P. Masgni. Siamo arrivati nel centro abitato di Vergo e all'incrocio con via Sant'Ambrogio giriamo a destra e poi subito a sinistra per prendere via Silvio Pellico ed arrivare all'incrocio con la SP112.
Giriamo a destra e all'incrocio successivo a sinistra per seguire via G. Mazzini che in leggera salita ci porta ad attraversare il passaggio a livello. Proseguiamo ancora diritto ed arriviamo all'incrocio con via G. Matteotti e con un destra sinistra imbocchiamo la stradina di via G. Pascoli che ci porta nel piccolo centro storico del paese dove prendiamo a destra la stradina che a curve ci permette di arrivare al sottopasso della SP6 e di procedere verso la località di Mighinzano.
La sterrata termina all'incrocio con via De Gasperi che attraversiamo per imboccare un'altra sterrata che ci porta ad attraversare un bel pratone dove deviamo a sinistra e dopo una brevissima salita arriviamo nel mezzo del boschetto e procediamo su sentiero e single trail per riprendere un'altro bel sentiero che con uno strappo ci porta nel boschetto e che risale accanto agli steccati del centro ippico. Quando il sentiero termina, dopo aver superato la sbarra, scendiamo su via Don G. B. Viganò per 200 m poi giriamo a sinistra sulla bella sterrata che parte accanto alla vecchia casa diroccata.
Attraversiamo il boschetto in leggera discesa e quando attraversiamo il campo proseguiamo ancora diritto per entrare sul tratturo che entra nell'altro boschetto e che con una leggera salita ci porta alla periferia della piccola frazione di Casaglia. Sulla strada asfaltata giriamo a destra ed arriviamo all'incrocio dove giriamo ancora a destra e percorriamo 600 m di via A. De Gasperi per arrivare fino al ristorante dove giriamo a destra e ci immettiamo sul bellissimo sentiero all'interno della Valle del Brusignone.
Seguiamo la strada bianca e raggiungiamo l'azienda Agricola che troviamo alla nostra destra e ci teniamo a sinistra per prendere la breve salita sterrata che risale la collinetta, a fianco dello steccato dei cavalli, ed arriviamo fino al bivio dove superiamo la sbarra ed iniziamo la bella discesa su single trail e tratturo per deviare, quando siamo nel mezzo del grande pratone, a sinistra ed attraversare questo bellissimo tratto portandoci poi a ridosso della torre dell'acquedotto.
Arrivati all'incrocio con la SP154 giriamo a sinistra e procediamo diritto per 100 m poi giriamo a destra ed imbocchiamo via B. Croce che in leggera salita aggira la bella zona residenziale di Brugora e con la discesa successiva arriva all'incrocio, nuovamente della SP154. La attraversiamo ed imbocchiamo via L. Ariosto e percorriamo il rettilineo per entrare nel centro cittadino di Montesiro.
Lo attraversiamo seguendo via G. Scola e ci portiamo sul breve tratto ciclo-pedonale di via della Busa che ci permette, dopo una bella e ripida discesa, di utilizzare un'altro sottopasso per attraversare la SP6 raggiungendo le prime case di Besana Brianza. Risaliamo per queste belle e vecchie stradine e raggiungiamo l'incrocio con via Santa Caterina dove giriamo a destra e seguendo sempre il rettilineo arriviamo prima all'incrocio con via D. Alighieri e poi girando a sinistra davanti alla stazione ferroviaria.
Giriamo a destra e percorriamo il rettilineo di via E. T. Moneta ed all'incrocio giriamo a destra su via C. Ferrario per poi girare a sinistra ed imboccare via del Castano e raggiungere, dopo aver percorso il lungo rettilineo l'incrocio con via G. Garibaldi. Giriamo a destra e dopo 80 m a sinistra su via B. Buozzi dove, anche qui percorriamo il lungo rettilineo  che poco dopo ci porta all'interno dei primi sentieri del Parco Agricolo della Valletta.
Proseguiamo sempre diritto e arrivati all'incrocio con via Monte Rosa la attraversiamo e proseguiamo su sentiero, sterrato e tratturo nel mezzo di questo bellissimo tratto arrivando a ridosso di Cascina Canova. La superiamo e attraversiamo la rotonda per portarci davanti a Cascina Rampina dove giriamo a sinistra e seguendo la sterrata arriviamo sul piccolo ponte che attraversa il Rio Bevera dove giriamo a destra ed iniziamo una breve salita che ci fa arrivare alle case della piccola frazione di Villanova.
Arrivati all'incrocio con via C. Colombo giriamo a destra e attraversiamo il piccolo centro per portarci in direzione di Torrevilla dove andiamo ad imboccare la viuzza di via G. Donizetti che poco dopo diventa sterrata e prosegue poi nel mezzo del boschetto per deviare poi a sinistra e raggiungere un'altra frazione quella di Prebone. Attraversiamo le case del piccolo centro su via L. Manara e proseguiamo sempre diritto immettendoci sulla bella sterrata che attraversando dei grandi prati arriva fino ad Oriano.
Arrivati nel piccolo centro cittadino giriamo a sinistra e percorriamo la stradina di via C. Cattaneo e raggiungiamo l'incrocio con via U. Foscolo. Sinistra e destra su via A. Manzoni per entrare nel comune di Renate e raggiunta la rotonda la attraversiamo per imboccare il tratto ciclabile su via XXV Aprile e superare il Mausoleo di Tremoncino arrivando nel comune di Cassago Brianza. Lasciandolo alla nostra sinistra proseguiamo fino all'incrocio e poi imbocchiamo a sinistra via Fontana per arrivare all'incrocio con via Matteotti dove giriamo a sinistra su via Piave che poco dopo lasciamo per girare a sinistra sulla sterrata che ci conduce nei pressi di Cascina Costaiola.
Andiamo in direzione del sottopasso ferroviario e lo attraversiamo proseguendo poi sulla bellissima sterrata che ci porta alla periferia di Nibionno. Quando ritroviamo la strada asfaltata di via L. Cadorna giriamo a sinistra e poi ancora a sinistra entrando nella zona Artigianale. Inizia da qui il ritorno che prosegue seguendo a sinistra un breve tratto di via Verdi per poi girare ancora a sinistra ed imboccare la sterrata che ci porta alla periferia di Veduggio
Arrivati all'incrocio con via Sant'Antonio giriamo a destra e percorriamo il rettilineo che ci porta a fianco della Parrocchiale di San Martino dove giriamo a sinistra ed arrivati all'incrocio con via V. Veneto giriamo ancora a destra e proseguiamo sula strada che con un'ampia curva a sinistra ci porta all'incrocio con via C. B. Cavour. Ci teniamo a destra e proseguiamo diritto su via della Valletta per girare poi a destra su via Libertà e quindi a sinistra per il breve tratto su via Porta.
All'incrocio su viale della Repubblica giriamo a sinistra e circa 50 m dopo a destra per immetterci nel bellissimo tratto della ex sede ferroviaria della Vecchia Ferrovia Veduggio Fornaci che nel mezzo del bosco dove si notano ancora evidenti, brevi trincee, qualche sottovia ed alcuni muretti di contenimento. L'ultimo tratto in salita ci porta a Veduggio arrivando all'incrocio con via G. Leopardi. Giriamo a sinistra e 100 m dopo a destra su via Meucci ed arrivati all'incrocio attraversiamo via G. Galilei per imboccare via Nobel ed iniziare l'ultimo e bellissimo tratto sterrato che ci conduce verso il Bosco della Gagiada da dove con l'ultima salita della giornata raggiungeremo poi nuovamente il parcheggio e dove terminiamo la nostra escursione. 
Classic Brianza in Mtb