Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598     Sito Italiano Mountain bike

Percorsi
Per visualizzare l'intero album fotografico clicca sull'immagine
Data Titolo escursione
15/11/2018 Brianza in mtb - Parco Agricolo della Valletta - Valle del fiume Lambro
   
Km Dislivello Condizione Richiesta Tecnica Meteo giornata
  38,7  
  38,7  
   
   
Tre ragazzi, si fa per dire, in giro per quei bei sentieri della Brianza dove il fango l'ha fatta da padrone. Tanti bei tratti anche se la giornata di per se era abbastanza nuvolosa ed il primo giorno di freddo stagionale ha cominciato a farsi sentire. Paesaggi bellissimi di quest'autunno che è partito con giornate a dir poco favolose e che adesso inizia a dare quelle temperature che sono proprie del periodo. Tanto fango sui sentieri ma che non ha fermato la nostra voglia di riprendere i nostri mezzi dopo una domenica saltata per colpa della pioggia. Grazie a Gigi e Luigi per la compagnia.
Lasciata la stazione, di Renate-Veduggio, alle nostre spalle ci teniamo a destra su via Roma e ne percorriamo circa 100 m per girare poi a sinistra e entrare nel tratto ciclo-pedonale che va in direzione dello stadio comunale di Renate "Mario Riboldi".  Dopo aver superato le transenne giriamo a sinistra su via 25 Aprile e proseguiamo sulla stradina che affianca la ferrovia fino all'incrocio dove giriamo a destra e imbocchiamo via C. A. della Chiesa. 
La strada asfaltata poco dopo termina e ci immettiamo nella bella sterrata che prosegue attraversando dei campi e che 600m dopo arriva all'incrocio con via G. Matteotti alla prima periferia di Cassago Brianza. Giriamo a sinistra e seguiamo la strada che con una curva a destra prosegue poi sul rettilineo di via Piave dove superiamo alcune abitazioni e poi giriamo a sinistra quando troviamo la strada sterrata.
Seguiamo la strada sterrata che va in direzione del depuratore che superiamo per poi girare a destra e seguire adesso il tratturo che entra nel boschetto e che prosegue poi nel mezzo dei prati per arrivare in vicolo Capagiolo. Girando a sinistra passiamo nel mezzo della piccola zona artigianale e proseguiamo fino a raggiungere l'incrocio con via A. Volta dove giriamo a destra ed arriviamo alla rotonda.
La attraversiamo e imbocchiamo via Fiume per entrare nelle viuzze del centro storico e proseguiamo poi a destra su via Sant'Agostino ed arrivati in piazza Visconti giriamo a sinistra e procediamo diritto sul selciato fino a imboccare un'altra stretta stradina che ci riporta su via Fiume dove giriamo a destra e passando sotto la volta di un caseggiato arriviamo su pizza Giovanni XXIII.
Davanti a noi la Chiesa dei Santi Giacomo e Brigida e girando a destra arriviamo alla rotonda che superiamo imboccando via Visconti procedendo in direzione del Camposanto. Arriviamo all'incrocio della SP48, che attraversiamo, e proseguiamo, per un brevissimo tratto, sempre su via Visconti ma alla prima traversa ci teniamo a sinistra e seguiamo adesso via Monte Rosa che ci porta fino all'incrocio con via Baciolago.
Giriamo a sinistra e poi a destra proseguendo sulla stradina di via Martiri della Libertà dove, poco dopo, l'asfalto termina e dove con un bellissimo sentiero entriamo nei primi sterrati del Parco Agricolo della Valletta. Lasciamo le case e passando nel mezzo dei campi deviamo verso destra ed iniziamo la salita, entrando nel boschetto, verso Cascina Zizzanorre che raggiungiamo e che lasciamo alla nostra sinistra per procedere sul successivo sentiero, a fondo sassoso, che prosegue a sinistra e che ci riporta un'altra volta nel mezzo di questo bellissimo angolo di Brianza.
La sterrata termina su un breve sentiero che arriva poi ad un bivio dove tenendoci a sinistra andiamo in direzione di Barzanò. Usciamo dal confine del parco quando raggiungiamo la piccola frazione di Torricella percorrendo via Prebone e giriamo a destra all'incrocio con via A. Grandi. Arrivati al bivio giriamo a destra e proseguiamo su via Giovanni XXIII superando la rotonda ed arriviamo all'incrocio con via L. da Vinci.
Giriamo a destra e al bivio procediamo ancora diritto andando ad imboccare il sentiero che nel mezzo del boschetto ci porta fino alla frazione Torrevilla di Monticello Brianza. Percorriamo in sequenza, tenendo la destra, via C. Battisti, via C. Colombo ed arrivare a Villanova e via Gramsci per arrivare ad un'altra frazione quella di Dagò. Arrivati nel mezzo dell'agglomerato di case giriamo a sinistra sulla sterrata che in leggera discesa passa nel mezzo delle case e che prosegue poi tra i campi ritornando all'interno del Parco Agricolo della Valletta,
Arrivati a Prebone seguiamo via L. Manara e andiamo ad immetterci in un'altra bellissima sterrata che arriva nel mezzo di questa bellissima area verde e iniziamo la leggera salita in direzione della Cascina Bonacina ed una volta raggiunta deviamo a sinistra per seguire adesso la bella sterrata che in discesa arriva fino ad un bivio, che superiamo, per tenerci poi a destra e seguire il single trail che va in direzione del boschetto e che ci porta alla periferia di Renate.
Arrivati al semaforo giriamo a sinistra su via Garibaldi ed arrivati al sottopasso ferroviario, che troviamo alla nostra destra, giriamo e superata la ferrovia ci teniamo a sinistra per iniziare la salita che va in direzione di Cascina Angelica. Superata la Cascina prima di arrivare all'incrocio con la SP112 ci teniamo a sinistra e imbocchiamo la stradina che in discesa passa davanti ad un grande capannone e poi giriamo a destra seguendo il tratturo e il single trail che arriva poi a ridosso del boschetto. Saremo costretti a scendere di sella per superare lo stretto passaggio tra gli alberi ma subito dopo ci rimontiamo per procedere sulla sterrata che risale verso la periferia di Besana Brianza.
Ritroviamo la strada asfaltata e girando a sinistra imbocchiamo via dei Pascoli per aggirare alcuni capannoni e raggiungere poi la parte retrostante del Camposanto. Lo aggiriamo e superiamo il passaggio a livello arrivando all'incrocio con via E.T. Moneta e giriamo a destra percorrendo il rettilineo che ci porta davanti alla stazione di Besana Brianza in piazza Galileo Galilei.
Attraversiamo l'incrocio con via Zappa e proseguiamo sempre diritto su via A. Manzoni per girare poi a sinistra su via Vignareto e quindi a destra su via Donatori di Sangue ed arrivare all'incrocio con via Santa Caterina dove giriamo a destra. Percorriamo il lungo rettilineo in discesa e quando ci troviamo la Chiesa di Santa Maria Assunta, sulla nostra destra, proseguiamo sempre diritto e raggiunta la rotonda attraversiamo la SP6 e ci portiamo su via G. Verga.
Poco prima che la strada termini, ci teniamo a destra, e seguiamo il single trail che attraversa il campo, sulla sinistra, e passiamo accanto ad un'azienda agricola prima di arrivare sulla strada bianca che con una leggera curva a sinistra ci porta all'incrocio con via A. De Gasperi. Ne percorriamo poco più di 100m e poi giriamo a destra e seguiamo la stradina, all'inizio asfaltata, che prosegue in un bellissimo angolo di Brianza e ci portiamo nei primi sterrati del Parco della Valle del Lambro. 
Arrivati davanti all'Agriturismo lo superiamo e seguiamo a destra la sterrata, a fondo sassoso, che entra nel boschetto e che con una bella curva a destra in discesa arriva nel mezzo di una pratone che attraversiamo per girare poi a sinistra e seguire adesso il sentiero che prosegue nel mezzo del bosco accanto ai recinti del maneggio. Quando ritroviamo la strada asfaltata giriamo a sinistra ed in discesa arriviamo a fianco a Cascina Fonigo e giriamo a destra seguendo via Cardinal Federico Borromeo che prima in leggera discesa e successivamente in bella pendenza ci porta a Calò.
Superiamo la Chiesa dei Santi Vitale e Agricola e procediamo a sinistra su via P. Pozzi per girare alla prima a sinistra su via E. Mattei che costeggia il campo di calcio e prosegue poi a sinistra su strada sterrata arrivando all'imbocco dei sentieri che entrano nel mezzo del bosco. Andiamo in discesa nella Valle del torrente Brovada e ne attraversiamo il letto poco più in basso di Cascina Campaccio.
Arrivati al bivio sulla stradina di via delle Valli giriamo a destra e proseguiamo con due tornanti verso la Cascina e arrivati al bivio giriamo a sinistra imboccando la sterrata che sale prima nel boschetto e poi aggira, nella parte retrostante la zona artigianale di Triuggio arrivando all'incrocio con via Vecchia Milanese. Giriamo a sinistra e percorriamo il tratturo che risale poi su single trail verso Cascina Pobiga.
Arrivati nuovamente sulla strada asfaltata giriamo a destra e seguiamo via Monastero fino a raggiungere l'incrocio che superato ci porta ad attraversare Cascina Quattro Vie e seguendo via Q. Sella arriviamo nei pressi di Cascina Chignolo. Poco prima giriamo a destra e ci immettiamo nel bellissimo sentiero che in discesa entra nel Bosco di Chignolo e nella Valle del Rio Cantalupo. 
Scesi nella valletta dobbiamo adesso risalire dalla parte opposta e ci attende adesso una sterrata che con un bello strappo ci porta fuori dal bosco nei pressi di Cascina Maria. Seguiamo la sterrata che davanti a noi, in discesa, passa accanto al muro perimetrale di una grande villa ed arrivati all'incrocio con via San G. Bosco proseguiamo diritto e arriviamo all'incrocio successivo dove giriamo a destra e poi a sinistra su via Fratel P. Villa dove al bivio successivo giriamo a sinistra e ci immettiamo nei bellissimi sentieri che scendono nel mezzo dei grandi pratoni della Valle del Rio Cantalupo.
Quando la serie di tratturi, sentieri e sterrate termina ci troviamo davanti a Cascina Sant'Angelo dove imbocchiamo a sinistra via D. Alighieri ed arriviamo all'incrocio con la SP135. Giriamo a destra e ne percorriamo 400m per girare poi ancora a sinistra su via dell'Acqua e scendere adesso verso la GreenWay del Lambro seguendo la stradina che in discesa arriva su ponte ciclo-pedonale che attraversa il fiume Lambro.
Superiamo il ponte e ci teniamo a sinistra e seguiamo la GreenWay nel bellissimo tratto che segue le sponde e che arriva all'incrocio con via Lambro a Canonica Lambro.  La attraversiamo ed entriamo nuovamente sulla GreenWay percorrendo il tratto che prosegue ancora a ridosso delle sponde e che attraversa ancora, su ponti ciclo-pedonali, il fiume in due punti e ci conduce con una leggera salita davanti a Cascina Grugagna. Qui giriamo a destra e attraversato il passaggio a livello e l'incrocio con via Madonna delle Nevi prendiamo la bella sterrata che attraversa il boschetto e ci porta a ritrovare la strada asfaltata di via della Sciavatera.
Percorriamo il rettilineo che passa davanti ad alcuni capannoni e proseguiamo ancora diritto dopo il bivio per seguire la sterrata che passa accanto ad alcuni campi di calcio e che arriva poi con una curva a sinistra su via Sant'Antonio. Arrivati all'incrocio con via Pessina giriamo a sinistra ed arriviamo alla rotonda di via Porta Mugnaia a Biassono. Ci teniamo a destra e seguiamo via Piave che arriva all'incrocio con via A. da Biassono dove giriamo a destra per raggiungere la rotonda.
Attraversiamo la SP6 e seguiamo il lunghissimo rettilineo di via Mazzini e arrivati alla rotonda proseguiamo sempre diritto su via De Gasperi per arrivare alla rotonda successiva di via Locatelli e superarla. Proseguendo ancora diritto arriviamo alla rotonda di via dell'Olmo e  girando a destra arriviamo a quella di via dei Gelsi dove giriamo a sinistra e poi a destra su via Friuli.
Alla prima traversa giriamo a destra e seguiamo via Emilia poi proseguiamo diritto e andiamo ad immetterci nella stradina sterrata che passa davanti ad un capannone e che poco dopo termina diventando un single trail che arriva ad attraversare un boschetto per poi uscirne e quindi raggiungere l'incrocio con via D. Manin. Siamo adesso arrivati alla periferia di Lissone e proseguiamo diritto su via Duca d'Aosta una stradina asfaltata che poco dopo termina e diventa un sentiero che arriva poi all'interno del boschetto per terminare all'incrocio con via Volontari del Sangue.
Giriamo a destra ed all'incrocio giriamo a sinistra e seguiamo il rettilineo che su via Lamarmora ci porta in direzione dell'incrocio sulla SP111. Giriamo a destra e andiamo in direzione della rotonda dove giriamo a sinistra e percorriamo il lungo rettilineo di via San Francesco d'Assisi superando il semaforo di via Michelangelo Buonarroti. Arrivati alla rotonda di via Don Minzoni proseguiamo diritto su via Volturno e arrivati al semaforo su via G, Matteotti giriamo a sinistra e proseguiamo sempre diritto superando i semafori con via Dante Alighieri e Piazza Italia per arrivare al semaforo con via Agostoni dove giriamo a destra per arrivare poi, tenendo la sinistra, al piazzale della Stazione.   
Brianza in mtb - Parco Agricolo della Valletta - Valle del fiume Lambro