Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598     Sito Italiano Mountain bike

Percorsi
Per visualizzare l'intero album fotografico clicca sull'immagine
Data Titolo escursione
25/11/2018 La Brianza e i nuovi sentieri
   
Km Dislivello Condizione Richiesta Tecnica Meteo giornata
  35,1  
  574  
   
   
Un bel gruppetto anche questa mattina che si è cimentato su un tracciato nuovo dove abbiamo percorso alcuni tratti che sulle mappe attuali a disposizione alcuni tratti di sentieri non sono segnati. Tanto, tanto e tanto fango che ha reso la mattinata abbastanza movimentata senza tralasciare nulla perchè ci mancava anche il ponte crollato nei boschi di Nibionno per scendere di sella e farci passare con la mtb in spalla il guado. Ma non ci arrendiamo mai e così dopo quattro risate terminiamo il nostro percorso contenti di aver passato anche quest'oggi qualche ora immersi nella natura anche se adesso i nostri mezzi necessiteranno di una pulizia approfondita perchè così tanta "palta" non l'avevamo mai vista in Brianza.  
Usciamo dal parcheggio e ci teniamo a destra per andare in direzione della stradina bianca che ci porta in direzione di Cascina Foppe e quindi immetterci nei bellissimi sentieri del Bosco della Gagiada e superato il piccolo ponticello sul torrente Bevera risaliamo poi a destra verso Cascina Molera. Seguiamo a sinistra la sterrata che va in direzione di Capriano e arriviamo al bivio di via Nobel dove proseguiamo diritto per arrivare all'incrocio con via G. Galilei.
Giriamo a destra e poi subito a sinistra per imboccare la piccola stradina di via Meucci e arrivati all'incrocio con via U. Foscolo e giriamo a sinistra per percorrerne solo 100m e girare quindi a destra per iniziare la discesa sul single trail che ci porta verso la ex sede ferroviaria della Vecchia Ferrovia Veduggio Fornaci.
Percorriamo l'intero tratto, leggermente in discesa ed arriviamo, dopo aver superato la sbarra, ad incrociare la SP155. Giriamo a sinistra e quindi 100m dopo a destra per immetterci in via C. Porta ed arrivare al bivio con via Libertà dove ci teniamo a destra e percorriamo il rettilineo fino ad incrociare la terza traversa a sinistra dove giriamo su via G. Verdi. Seguiamo sempre la strada e passando nel centro cittadino andiamo ad incrociare poi a destra via V. Veneto dove arrivati davanti al campo di calcio lo superiamo e giriamo a sinistra nella stradina che lo affianca ed arriviamo all'incrocio con via Sant'Antonio. Giriamo a destra e proseguiamo sulla stretta viuzza poi al bivio ci teniamo a sinistra ed imbocchiamo la sterrata che aggira alcuni grandi pratoni e arriva davanti al parcheggio del centro sportivo comunale. Giriamo a sinistra e superate le strutture sportive giriamo a destra e seguiamo la sterrata che arriva alla periferia di Nibionno dove giriamo a sinistra quando incrociamo via L. Cadorna.
Arrivati al bivio con via Conciliazione giriamo a sinistra e imbocchiamo via Papa Giovanni XXIII he ci porta a superare la SS36 ed arriviamo nella piccola frazione di Gaggio. Seguendo la stradina di via Gaggio andiamo ad immetterci, nei pressi del centro sportivo, sulla GreenWay del Lambro e con il sottopasso sulla SP342 andiamo a seguire la sterrata che segue le sponde del fiume. Dopo la curva a gomito, a sinistra, passiamo la cascina ristrutturata e quando la strada diventa nuovamente asfaltata alla prima traversa giriamo a destra su via Cimarosa ed iniziamo la salita su strada sterrata che ci porta davanti al parcheggio del Camposanto di Cibrone dove giriamo a sinistra e lo superiamo seguendo ancora il bel tratto sterrato che prima attraversa alcuni campi e successivamente entra nel boschetto e devia a sinistra. Arrivati al bivio ci teniamo a sinistra e proseguiamo in strada sterrata verso Cascina Bracesco dove ritroviamo la strada asfaltata e dove giriamo a destra per percorrere il lungo rettilineo di via Bracesco.
Arrivati all'incrocio con via dante Alighieri la attraversiamo e proseguiamo ancora diritto seguendo via Camisasca ed entrando nella frazione Camisasca con un bel tratto in salita  che ci fa arrivare prima alla Chiesa di San Genesio e successivamente alla Torre Camisasca. La discesa seguente ci porta con un bel single trail a riprendere la GreenWay del Lambro dove giriamo a sinistra e proseguiamo fino ad incrociare nuovamente via Dante Alighieri da dove iniziamo la discesa e la risalita seguente verso Lambrugo.
Arrivati all'incrocio giriamo a sinistra su via Roma e poi a destra su via Garibaldi per girare ancora destra e imboccare via A. Volta e quindi via San Carlo dove superiamo il passaggio a livello. Giriamo a destra su via Resegone e con un'ampio giro andiamo a seguire le belle sterrate che aggirano la frazione Caseta e che prima entrano nel boschetto e successivamente attraversando dei grandi campi per poi deviare verso Casalta e Ca di Bis. Seguiamo adesso via dei Ronchi, una bella stradina che in leggera discesa ci conduce all'incrocio con la SP342.
All'incrocio giriamo a destra e poi subito a sinistra per imboccare la piccola stradina che affianca la provinciale e che ci porta all'immediata periferia di Lurago d'Erba. Seguiamo a destra via Cascina Carolina e girare poi a sinistra su via Stallaggio per passare nel mezzo di una ex cascina ora rinomato Albergo/ristorante della zona e raggiungere il centro del paese.
Passiamo davanti a Villa Sormani e prendiamo a destra il rettilineo che in discesa ci porta all'incrocio con la SP41 che attraversiamo per procedere su via J.F. Kennedy. Superiamo il Camposanto e ci teniamo a sinistra per procedere su via Madonnina ed arrivare alla rotonda.
Proseguiamo ancora diritto e arrivati davanti all''ingresso di una villetta giriamo a destra ed imbocchiamo il sentiero che in leggera discesa va ad attraversare un campo e poi si inoltra nel boschetto e con un continuo saliscendi arriva al Zocc del Peric (zona che presto diventerà Parco) per proseguire ancora su un bellissimo tratto verso Fabbrica Durini. Attraversata la SP40 ancora tanti sterrati single trail e sentieri per passare davanti alla piccola stazione di Brenna-Alzate ed arrivare all'incrocio con la SP39.
Tenendoci a sinistra attraversiamo il passaggio a livello e prendiamo la stradina a destra ed entriamo nei sentieri del Parco della Brughiera per arrivare a superare il km 23 dove a sinistra troviamo un sentiero in salita che ci porta a Brenna dove attraversiamo il centro cittadino passando davanti alla Chiesa di San Gaetano per imboccare, a fianco del campo sportivo, il sentiero che scende, adesso, nel bosco e che ritorna all'interno dei sentieri del Parco.
Seguiamo il sentiero che passa nella parte retrostante della zona industriale e superiamo un  grande capannone per entrare poi nella Riserva Naturale della Fontana del Guercio. Passiamo dal fontanile della Testa del Nan e proseguiamo all'interno del bosco. Quando usciamo, nella radura, siamo arrivati in località Pilastrello e prendiamo a sinistra la sterrata che arriva all'incrocio sulla SP40. Giriamo a destra e proseguiamo fino a raggiungere la rotonda dove giriamo a sinistra imboccando via D. Alighieri.
In rettilineo arriviamo fino alla prima traversa a destra e giriamo per seguire via della Pineta. Superiamo alcuni capannoni ed una piccola zona residenziale ed arrivati all'incrocio con via F. Corridoni giriamo a sinistra e su un'altro rettilineo raggiungiamo la rotonda sulla SP41 che attraversiamo per girare poi alla prima traversa a sinistra per imboccare via Resegone. Siamo arrivati a Romanò Brianza e seguendo la stradina attraversiamo contemporaneamente sia una zona artigianale che una residenziale e arrivati al primo bivio giriamo a destra su via Bellina per poi prendere a sinistra via Prealpi e girare poi alla prima traversa a destra su via Bressanella. Arriviamo all'incrocio e giriamo a sinistra sulla stradina di via dei Romani quando il tratto asfaltato termina proseguiamo ancora diritto sul single trail che attraversa il prato ed arriviamo in via Don Sturzo.
Giriamo a destra e raggiungiamo la rotonda e tenendoci ancora a destra e percorriamo il breve rettilineo che arriva al bivio con via C. Bianchi.  Giriamo a sinistra ed arriviamo alla prima traversa dove giriamo a destra e seguiamo via delle Molere che ci conduce al bivio con via Parini. Giriamo a sinistra e proseguiamo fino ad incrociare il bivio con via Ripamonti dove giriamo a destra ed arrivati davanti alla Chiesa di S. Lorenzo Martire giriamo a sinistra per arrivare all'incrocio con via San Giovanni Bosco.
In discesa superiamo il Camposanto di Villa Romanò e seguendo sempre la bella strada asfaltata che passa nel mezzo di un bellissimo tratto della Brianza arriviamo al bivio con via Fornacetta. Giriamo a destra e ci impegniamo nella salita che da Cascina Camisasca arriva fino all'imbocco della GreenWay del Lambro. Ci immettiamo nella sterrata che segue le sponde del Lambro e superate le volte del ponte della SP36 arriviamo alla piccola frazione di Peregallo.
Quando ritroviamo la strada asfaltata proseguiamo sempre diritto superando la traversa di via dei Mulini (dove c'è ancora un vecchio mulino) ed arriviamo all'incrocio della SP102. Giriamo a sinistra e proseguiamo con l'ultima salita della giornata raggiungendo a Briosco l'incrocio con via G. Verdi dove giriamo a sinistra per imboccare poi a destra via M. Polo che arriva dopo un lungo rettilieno all'incrocio con la SP155 dove giriamo a sinistra e poi ancora a sinistra per raggiungere il parcheggio del centro sportivo dove terminiamo il nostro itinerario.
La Brianza e i nuovi sentieri