Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598     Sito Italiano Mountain bike

Percorsi
Per visualizzare l'intero album fotografico clicca sull'immagine
Data Titolo escursione
12/12/2018 Crossing #03 - 2018 - Il Monte di Brianza - Il Parco di Montevecchia e la Valle del Lambro
   
Km Dislivello Condizione Richiesta Tecnica Meteo giornata
  48,7  
  1014  
   
Un'altra bella giornata, anche se alle 8:30 il termometro segnava -3,2°, da ricordare, quella odierna, che ci ha visto impegnati su questo percorso che risale prima il Monte di Brianza ed entra, dopo una bella discesa verso Santa Maria Hoè nelle bellissime sterrate e stradine all'interno del Parco di Montevecchia e Val Curone. Proseguiamo poi nella Valle del Lambro transitando a Montesiro, entrando nella Valle del Brusignone e quindi, poco prima di arrivare a Canonica Lambro, nella Valle del Rio Cantalupo. Certo anche oggi un pò di portage non ce lo siamo fatti mancare (600 m) ma il sentiero, quello che entra nella Valle del Torrente Gandaloglio, tra Dolzago e Colle Brianza in questa stagione è percorribile solo in questo modo per via del fitto fogliame che ricopre il passaggio.  Voglio ringraziare gli amici Luigi e Benedetto che hanno voluto essere presenti per testare, con me, le difficoltà del percorso.
Quando siamo su via stazione a Molteno ci portiamo a sinistra e raggiungiamo l'Incrocio con via M. Conti e attraversiamo il centro storico del piccolo paese per proseguire su via Roma, via del Cavo e via della Vittoria per arrivare all'incrocio con la SP49. Tenendoci a sinistra giriamo poi a destra seguendo via Molteno e proseguiamo sempre diritto entrando a Garbagnate Monastero arrivando all'incrocio con via G. Boselli Butti. Giriamo a sinistra e poco più avanti troviamo alla nostra sinistra l'Oratorio dei SS. Nazario e Celso (Sec. XI) e proseguendo ancora diritto su via Gemelli ed arrivati in località Raviola giriamo a sinistra imboccando via Pastore.
La stradina dopo alcune curve arriva all'incrocio con viale Grandi e girando a destra raggiungiamo la rotonda e proseguiamo diritto per poche decine di metri e giriamo a destra su via A. Buzzi.  La stradina ci permette di aggirare alcune abitazioni e ritornare poi sulla strada principale ed arrivare all'incrocio con via Rimembranze dove giriamo a destra per raggiungere la rotonda.
Proseguendo sempre diritto su via Mazzini arriviamo davanti alla Chiesa di San Carlo nel comune di Sirone e superandola ci portiamo all'incrocio con via Molteni dove giriamo a destra e proseguiamo sempre diritto fino alla terza traversa a sinistra dove giriamo immettendoci su via A. Manzoni. Proseguendo diritto arriviamo su via A. De Gasperi e poi sulla stradina di via Fraschine che in leggera salita lascia l'asfalto e diventa sterrata e rimanendo esterna al bosco lo aggira seguendo l'andamento della collinetta.
Al bivio giriamo a destra e seguendo la strada sterrata e il single trail successivo arriviamo a ridosso del Camposanto di Dolzago. Arrivati all'incrocio sulla SP51 giriamo a destra e alla rotonda giriamo a sinistra per portarci su via Bettolino dove arrivati al bivio ci teniamo a destra per procedere in rettilineo su via Corsica.
Arrivati al bivio giriamo a sinistra per seguire via Montecuccoli e superata la grande fabbrica  proseguiamo fino ad arrivare davanti alla Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta (Sec. XII). Proseguiamo diritto e arriviamo all'incrocio con via A. Manzoni dove giriamo a destra per procedere poi a sinistra imboccando via Dante Alighieri. Proseguendo poi sul rettilineo arriviamo all'incrocio con via Papa Giovanni XXIII e giriamo a destra. Percorriamo il rettilineo ed arrivati all'incrocio giriamo a destra su via Cogoredo ed in leggera salita ci portiamo alla curva dove ci teniamo a sinistra ed iniziamo nuovamente a salire entrando in via I° Maggio. Poco più avanti arriviamo alla bella Chiesa di Sant'Alessandro (Sec. XII) che potremo visitare dopo aver percorso un breve scalinata.
Ritornati sulla stradina giriamo a sinistra ed iniziamo a seguire un sentiero che si inerpica nel
bosco e che con una bella serie di curve esce poi in una radura dietro una casa dove entriamo nel territorio comunale di Colle Brianza. Seguiamo per un brevissimo tratto via Orobia e al bivio ci teniamo a sinistra e proseguiamo su via Como e raggiungiamo la località Bestetto.  Passiamo nelle viuzze del piccolo borgo ed uscendo dalle poche case che lo compongono arriviamo, procedendo ancora su via Como, alla piccola Chiesetta di Sant'Antonio e successivamente entriamo nel centro storico della cittadina di Piecastello. Attraversiamo la SP58 seguendo la stradina che corre accanto alla sponda del torrente Bevera e raggiunta nuovamente la strada asfaltata giriamo a destra su via Europa. Iniziamo quindi l'ultimo tratto della salita su questa bella stradina che con pendenze medie del 6% passa nel mezzo del piccolo borgo di Giovenzana. Terminati i 2 km di salita iniziamo a scendere verso un'altro piccolo borgo su Monte di Brianza e raggiungiamo Cagliano. Strada adesso in discesa e arrivati nei pressi della bella Chiesetta di San Materno, da dove avremo una bellissima vista sulla pianura e sulla collina di Montevecchia, proseguiamo su questa bella serie di curve che in discesa, tra un paesaggio che si snoda tra molti terrazzamenti di terreni a coltura, ci fa arrivare al piccolo agglomerato di case di Pau. Al tornante superiamo la bella Chiesa di San Gaetano e proseguendo ancora in discesa superiamo Cascina Mirabella e dopo qualche bel tornante arriviamo a Sancina.
Dopo aver percorso oltre 3 km di discesa, dove il paesaggio cambia ad ogni curva, arriviamo all'incrocio con via Giovanni XXIII alla periferia di Santa Maria Hoè. Giriamo a destra e poi ancora a destra e risaliamo verso Mondonico il bellissimo borgo ai piedi del Monte San Genesio. Dopo essere passati nell'unica strada, quella principale, che attraversa il paese ci dirigiamo adesso a destra su via Mondonico, passando accanto alla bella Chiesa di San Biagio (in Mondonico) che sorge sulla collinetta appena fuori dal paese ed a fianco della bella "Villa Maria".
Con la strada in discesa raggiungiamo la località di Bruggione e quindi con un deviazione a sinistra arriviamo in località Monticello nel territorio comunale di Olgiate Molgora. e passiamo a fianco della Chiesa dei SS Rocco e Sebastiano. Giriamo a sinistra e percorriamo via della Salute ed attraversiamo il piccolo centro cittadino prima di arrivare al bivio dove tenendoci ancora a sinistra andiamo in direzione della rotonda sulla SP342. Giriamo a destra e ne percorriamo solo 200m per girare poi a sinistra e seguire la strada sterrata che passa a fianco di Casternago e che attraversando i campi ci porta a fianco della Chiesa di San Martino (Sec. XII).
Attraversiamo via Lombardia e proseguiamo ancora in salita su via Sant'Ambrogio a Monte e dopo un paio di tornanti arriviamo sul rettilieno che ci porta a fianco della Chiesa di Sant'Ambrogio nella frazione Monte. Giriamo a sinistra e prendiamo via Spiazzo che lasciamo quando a sinistra troviamo via Malnido che in discesa ci porta in Valfredda passando a fianco di Cascina Malnido. Percorriamo via Bagaggera e superiamo il piccolo borgo di Fornace Superiore e arrivati a Fornace Inferiore giriamo a destra e iniziamo la salita, su sterrato, verso Cascina Valfredda.
Superiamo Cascina Gaidana e con la strada che sale sempre un poco arriviamo allo strappo che ci porta all'incrocio con via Belsedere. Giriamo a destra e proseguiamo con un'altro strappo a destra su via Donzelli che ci porta all'incrocio con via Belvedere. Giriamo a sinistra e superiamo la Chiesa di San Giovanni Battista Martire a Montevecchia. Giriamo a sinistra ed iniziamo la discesa, su via Belvedere, che con qualche curva ci porta ad incrociare alla nostra destra viale del Palazzetto dove giriamo e passiamo tra le case della piccola frazione per arrivare al bivio dove giriamo a destra per imboccare via Salita al Casarigo dove seguendo la bellissima stradina che poi in discesa ci fa arrivare ad un'altro piccolo borgo quello di Ostizza.
Passiamo a fianco della Chiesetta di San Giuseppe (Sec. XVIII) e passando a fianco del cortile della Cascina andiamo a prendere il rettilineo sterrato che in discesa arriva all'incrocio della SP54.
La attraversiamo e ci portiamo su via J. F. Kennedy nella frazione Bergamina di Lomaniga e proseguiamo sulla strada asfaltata per il lungo rettilineo fino a quando alla nostra destra troviamo il piccolo ponticello che supera il Torrente Molgoretta ed iniziamo la bella e breve salita che ci porta a Cascina Brughiera. Superata la volta d'ingresso nel cortile proseguiamo diritto su bellissimi tratti sterrati e tratturi per raggiungere Cascina Butto e risalire la collina che la separa dalla case di Barriano.
Il tratturo successivo, in discesa ci porta all'incrocio con via 25 Aprile dove giriamo a destra e procediamo verso Barriano. Alla prima traversa a sinistra giriamo e percorriamo via Agnesi e poi a destra via Rossini per arrivare all'incrocio dove giriamo a sinistra ed iniziamo la breve salita verso Cascina Campù Inferiore. Quando siamo a fianco della cascina giriamo a destra e su strada sterrata raggiungiamo Cascina Campù Superiore e quindi con un leggero strappo arriviamo a Contra, piccola frazione di Missaglia.
Arrivati all'incrocio giriamo a destra e percorriamo via C. Battisti e passiamo davanti all'Oratorio di San Bartolomeo per proseguire poi sul rettilineo che in discesa arriva all'incrocio con via Agazzino. La attraversiamo e imbocchiamo via Cascina Sesana che sterrata ed in discesa ci fa aggirare un gruppo di case della frazione Misericordia prima di arrivare sulla sterrata successiva.
Giriamo a sinistra e seguiamo poco dopo il single trail che ci porta all'ingresso del bosco dove con uno strappo su un bel sentiero tra le piante risaliamo la collinetta dove arriviamo nei pressi di Cascina Colombina. Raggiungiamo poco dopo la periferia di Casatenovo e seguendo il rettilineo di via Leone XIII arriviamo, in salita all'incrocio. Giriamo a sinistra e proseguiamo su via Mascagni per girare poi a destra su via G. Verdi ed arrivare all'incrocio sulla SP51. La attraversiamo e proseguiamo, tenendoci a destra, su via A. Manzoni e quindi a sinistra su via Parini passando davanti alla Chiesa di San Giorgio a Casatenovo.
Giriamo a destra su via Buonarroti e percorriamo in salita anche il tratto sterrato che arriva poi su via Monteregio dove giriamo a sinistra. Il lungo rettilineo in discesa ci fa arrivare al bivio con via Puccini dove teniamo la sinistra e proseguiamo ancora in discesa fino al bivio successivo dove ci teniamo a destra e proseguiamo su via Belvedere entrando nelle prime case di Montesiro. Quando la stradina termina ci teniamo sul breve tratto ciclo pedonale e imbocchiamo via G. Scola arrivando all'incrocio dove troviamo la Chiesa di San Siro.
Giriamo a destra e procediamo su via Parrocchiale e dopo aver attraversato il cortile di una cascina ci portiamo sul sentiero che aggira Villa Prinetti (Sec. XVII) ed andiamo a seguire, a sinistra, via della Cascina Selva che in discesa arriva all'incrocio con via De Gasperi. La attraversiamo e ci portiamo nella stradina che immette nella Valle del Brusignone e seguendo la bella stradina sterrata arriviamo a fianco dell'Agriturismo proseguendo diritto in discesa in direzione del bosco. Giriamo a destra al primo bivio e sempre in discesa usciamo nella radura che attraversa i campi e seguiamo il sentiero che ci porta, a sinistra, ad immetterci nuovamente in un'altro boschetto dove seguendo la recinzione di un maneggio arriviamo su un bel sentiero ad incrociare via Cardinal Federico Borromeo. Giriamo a sinistra e arrivati davanti a Cascina Fonigo giriamo a destra e poi a sinistra per imboccare il bel rettilineo in saliscendi di via Monastero che ci conduce ai tornanti, che risaliamo, di Cascina Pobiga.
Tenendoci a sinistra andiamo sul tratto rettilineo che arriva al semaforo e attraversiamo via A. Cagnola per entrare sulla stretta stradina di via Q. Sella che ci porta all'imbocco dei sentieri del Bosco di Chignolo. Seguendo sempre il sentiero principale passiamo nel mezzo di questo bellissimo bosco e una volta scesi nella piccola valletta risaliamo con l'ultimo strappo della giornata fino all'immediata periferia di Triuggio. Seguendo via Don Minzoni e via Fratel Paolo Villa ci teniamo a sinistra e risaliti leggermente giriamo ancora a sinistra e ci immettiamo nella Valle del Rio Cantalupo che con i suoi sterrati e tratturi ci fanno arrivare a Cascina Sant'Angelo.
Giriamo a sinistra e percorriamo via Vittorio Emanuele ed arrivati all'incrocio con la SP135 giriamo a sinistra ed in discesa raggiungiamo Canonica Lambro e superiamo la Chiesa di Santa Maria della Neve e Villa Taverna per raggiungere il semaforo. Lo superiamo e giriamo a destra sul ponte che attraversa il fiume Lambro e con l'ultima salitella della giornata arriviamo al piazzale della stazione di Macherio-Canonica dove terminiamo la nostra bella escursione odierna.
Crossing #03 - 2018 - Il Monte di Brianza - Il Parco di Montevecchia e la Valle del Lambro