Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598                                           Sito Italiano Mountain bike

Percorsi
Per visualizzare l'intero album fotografico clicca sull'immagine
Data Titolo escursione
23/12/2018 In giro in MTB
Grado difficoltà
     
Km Dislivello Condizione Richiesta Tecnica Meteo giornata
  31,6  
  360  
     
     
Partenza da Arrivo a:
Parcheggio Canonica Lambro - Via Lambro Parcheggio Canonica Lambro - Via Lambro
Tranquilla escursione che ci ha permesso di partire con qualche minuto di ritardo rispetto al solito, di rimanere sempre con il gruppo abbastanza compatto e di ritornare al punto di partenza iniziale con un pò di anticipo così da poterci salutare e farci pure gli Auguri di Natale. Nebbia fitta alla partenza e terreni fangosi, ma nonostante questo un bel gruppetto di biker presenti per una delle ultime escursioni di questo 2018. Un Augurio di BUONE FESTE va però anche a tutti quegli amici che quest'oggi non hanno potuto partecipare ma che sicuramente saranno presenti dopo questo periodo di festività. Grazie ancora a tutti.
artenza dalla stazione di Macherio Canonica per scendere su via Lambro e quindi girare a sinistra per imboccare la greenway del fiume Lambro che seguiremo fino ad arrivare alla frazione Ponte di Triuggio. Risaliamo quindi, passando davanti alla Chiesa di Sant'Antonio da Padova, verso Rancate e una volta arrivati davanti al Santuario di Santa Maria Assunta proseguiamo diritto per raggiungere il centro del paese e aggirare quindi a sinistra Cascina Bastia ed immetterci nelle belle sterrate che ci portano, deviando poi a destra verso il bosco.
Seguendo il sentiero che gira a sinistra con un tratto in saliscendi arriviamo alla periferia di Calò e proseguiamo su via dei Ronchi per girare poi a sinistra su via E. Mattei ed arriviamo all'incrocio con via P. Pozzi.  Giriamo a sinistra e procediamo fino alla seconda traversa a destra dove giriamo e percorriamo via L. Pessina per poi girare a sinistra su via P. Ferrerio e quindi a destra imboccando via N. Sauro.
Raggiunto il bivio giriamo a destra e percorriamo via dei Tigli fino ad arrivare alla rotonda e giriamo a sinistra su via G. Leopardi che con un lungo rettilineo ci porta all'incrocio con semaforo sulla SP6. La attraversiamo e raggiungiamo il piccolo paese di Villa Raverio. proseguiamo su via Matteotti e giriamo alla 3a traversa a destra su via Isonzo. Arrivati all'incrocio con via B. Luini proseguiamo sempre diritto per entrare sul single trail che passa accanto al Monumento Regionale del Sasso del Guidino.
Arrivati nuovamente su strada asfaltata giriamo a sinistra seguendo via Guidino e una volta superato il passaggio a livello giriamo a destra su via Lanzano e poco dopo superiamo Cascina Lanzano e ci immettiamo in un piccolo sentiero che ci fa incrociare la SP112. Giriamo a sinistra e alla prima traversa a destra giriamo per seguire via P. L. da Palestrina ed in leggera salita arriviamo all'incrocio con via E. Frescobaldi. Giriamo a destra e poi a sinistra e percorriamo via F. Cavalli ed arrivati all'incrocio giriamo a destra su via Cremonina.
Lasciamo quindi il paese di Zoccorino e percorriamo la stradina, che ad un certo punto diventa sterrata, e raggiunto il bivio giriamo a sinistra e proseguiamo fino ad arrivare nei pressi di Cascina Casanesca dove giriamo a sinistra sull'altra sterrata che va in direzione di Cascina Palazzina dove deviamo a destra e seguendo il tratturo arriviamo a Cascina Verana. La aggiriamo e uscendo sulla strada bianca raggiugiamo via Meyer. Siamo alla periferia di Briosco e giriamo a sinistra percorrendo la curva e il rettilineo successivo per iniziare, quando raggiungiamo il bivio con via Col del Fréjus, la salita che ci porta al borgo di Simonte. Proseguiamo diritto e andiamo ad immetterci nel single trail che risale leggermente passando accanto al giardino della Fondazione Rossini a Briosco e seguendo il sentiero arriviamo al bivio dove giriamo a sinistra e proseguiamo sempre nel mezzo del bosco, in discesa, per arrivare sulla stradina asfaltata dove giriamo a sinistra e raggiungiamo l'incrocio. Giriamo a sinistra e percorriamo via Isonzo che ci porta fino all'incrocio con via F. Brioschi che attraversiamo per procedere nelle strette viuzze del centro cittadino di Zoccorino.
Proseguendo per la stretta via IV Novembre arriviamo all'incrocio e giriamo a destra su via Gramsci e poi ci immettiamo a destra sulla stradina ciclo pedonale che in discesa, a curve, arriva davanti al Camposanto. Proseguendo diritto arriviamo all'incrocio con via S. Pellico e giriamo a sinistra raggiungendo l'incrocio con via Rivabella. Giriamo a destra e poi ancora a destra su via Costa e quando alla nostra sinistra troviamo la stradina di via Naura giriamo e iniziamo la salita che ci porta nel cortile della Cascina.
Lo attraversiamo e proseguendo adesso a destra, in discesa, percorriamo il single trail che passa tra i muri di recinzione di alcune case e di uno stabilimento ed arrivati sulla stradina giriamo a sinistra e con una bella discesa nel bosco arriviamo alla periferia di Costa Lambro.  Percorriamo via Sabotino e via Stanga Busca per arrivare all'incrocio dove troviamo a sinistra la Chiesa di San Martino e a destra Villa Stanga. Giriamo a destra ed in discesa percorriamo via Montello ed arrivati all'incrocio giriamo a sinistra e sempre in discesa arriviamo ad Agliate dove, dopo la curva a destra, giriamo a sinistra imboccando via G. Pascoli.
Seguiamo la stradina che aggira Borgo San Dazio e procediamo poi a sinistra sulla sterrata che ci rimette sulla greenway del Lambro e seguendo il sentiero arriviamo fino alla frazione Realdino. Proseguendo sempre diritto percorriamo via L. da Vinci e sottopassato il ponte della SP6 ci portiamo su via Sette Gocce e raggiunto il ponte sul Lambro lo attraversiamo per girare poi a sinistra ed andare ad imboccare il Sentiero dei Castagni. Troveremo poi la salita a tornanti che ci porta davanti al maneggio ed una volta arrivati la bivio procediamo diritto su via Tagliamento che ci porta, dopo un bel rettilineo, ad incrociare la SP6. Giriamo a sinistra e dopo 150m a destra per seguire la stradina di via Bosco Pascoli ed arrivati alla fine della strada giriamo a destra per andare a percorre la salita più impegnativa della giornata con lo strappo di via Tintoretto (150 m con una pendenza al 15%).
Siamo arrivati nella periferia di Carate Brianza ed all'incrocio giriamo a sinistra su via C. Colombo. Arrivati al bivio ci teniamo a sinistra e percorriamo via Caravaggio per seguire prima via dei Valà e successivamente via per Albiate e via II giugno ed arrivare ad Albiate. Quando siamo all'incrocio con via San Carlo la attraversiamo e proseguiamo su via Don Luigi Sturzo fino ad incrociare la SP135. Ci teniamo a sinistra sul tratto ciclo pedonale per girare poi a destra e seguire via Giorgio la Pira.
Tutte queste stradine alla periferia delle piccole cittadine ci permettono di attraversare strade trafficate e di rimanere quindi lontano dalle tante auto che in questi giorni troviamo su tutte le arterie a grande percorrenza. All'incrocio giriamo a destra su via Trieste e quindi a sinistra imboccando via Gorizia che ci porta fino alla rotonda. Giriamo a destra e proseguiamo sempre diritto fino alla traversa di via Tagliamento dove procediamo fino all'incrocio con via San Marco.
Alla rotonda giriamo a sinistra e percorriamo via G. Galilei e per arrivare all'incrocio successivo con via delle Roncole. Giriamo a destra e proseguiamo poi sulla sterrata e quindi sul single trail per arrivare alla sterrata che ci porta direttamente nei pressi del passaggio a livello dove attraversiamo la ferrovia e procediamo poi a destra seguendo il single trail che entra nel Bosco del Ratto.
Al bivio sulla sterrata giriamo a sinistra e lo seguiamo fino ad uscire poi giriamo a sinistra e andiamo a percorrere un sentiero che passa nel mezzo di alcune recinzioni di case e che arriva poi ad attraversare alcuni campi prima di arrivare all'incrocio sulla strada Comunale delle Prigioni. Siamo sul territorio comunale di Sovico e proseguiamo a destra per raggiungere la rotonda dove giriamo a sinistra e proseguiamo sul lungo rettilineo che attraversa la zona industriale ed arrivati all'incrocio con via G. Parini giriamo a destra e poco dopo arriviamo su via G. Galilei dove girando a sinistra entriamo prima nel parcheggio e quindi seguendo il tratto ciclo pedonale al sottopasso della SP6.
Lo superiamo e poi all'incrocio giriamo a sinistra su via L. Cadorna e arrivati in fondo alla via giriamo a destra ed andiamo a percorrere il rettilineo di via Matteotti che arriva su piazzale Visconti davanti alla piccola stazione di Macherio-Sovico.  Arrivati davanti al passaggio a livello giriamo a sinistra, lo attraversiamo per girare poi a destra e seguire poi via Laghetto che ci porta fino alla traversa con via Turati dove giriamo entrando a Macherio.
Ci portiamo subito a destra e seguiamo via Martiri del Terrorismo e procediamo a fianco della piazzetta per poi immetterci in via Donatori del Sangue ed arrivare fino al bivio con via San Francesco d'Assisi dove procediamo diritto per immetterci nel single trail che attraversa il pratone ed arrivare a ridosso del bosco dove in discesa andiamo a prendere il sentiero che lo attraversa per poi girare a sinistra e procedere sempre su sentiero fino ad arrivare allo spiazzo dove girando a destra ci immettiamo, dopo aver superato la sbarra, sulla sterrata che in discesa ci riporta sulla greenway del Lambro.
Raggiungiamo il bivio e giriamo a destra e proseguendo sul sentiero che costeggia il fiume arriviamo nuovamente all'incrocio con via Lambro dove giriamo a destra ed in leggera salita ci portiamo al nostro punto di partenza iniziale.
In giro in MTB