Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598                                           Sito Italiano Mountain bike

Percorsi
Per visualizzare l'intero album fotografico clicca sull'immagine
Data Titolo escursione
02/01/2019 I laghi di Annone - Pusiano e le colline della Brianza
Partenza da: Arrivo a:
Piazzale Stazione FS - Oggiono - Viale Europa Piazzale stazione FS - Macherio-Canonica Lambro -
Via Lambro
   
Km Dislivello Condizione Richiesta Tecnica Meteo giornata
  41,5  
  629  
 
   
Prima escursione del 2019 con tanti amici che hanno voluto smaltire qualche chilo dopo le abbuffate delle feste Natalizie e di Capodanno. Giornata stupenda, anche se con un pò di vento, che ha reso ancor più belli i panorami che ci siamo gustati sui Laghi di Annone e Pusiano, sulle Prealpi ed infine sulle belle e verdi colline della Brianza. Terreni in ottime condizioni che con il vento sono risultati asciutti in tutti i punti del tracciato tranne in rari punti dove è comunque sempre presente il fango anche in altre stagioni. Non fatevi ingannare dal dislivello, il percorso non è assolutamente faticoso e senza strappi eccessivi anche se le salite si susseguono in continuazione per cui una minima preparazione è d'obbligo prima di seguire questo tracciato.
Lasciamo la stazione di Oggiono seguendo Viale Vittoria e raggiungiamo l'incrocio con via G. Marconi dove giriamo a sinistra e successivamente a destra seguendo via Roma. All'incrocio giriamo a sinistra su via Parini ed andiamo ad immetterci per un brevissimo tratto sulla SP49 che lasciamo però quasi subito per girare a destra, con la strada in salita, su via Roncaccio.
La stradina prima asfaltata diventa poi sterrata va in direzione di Cascina Donzeno dove deviamo a destra ed entriamo nel bosco seguendo la pista ciclo-pedonale che segue in discesa arriva a pochi metri dalle sponde del Lago di Annone. non molto distante dall'istmo che divide la sponda di Oggiono dalla penisola di Isella.
Per lasciare il lago prendiamo la sterrata che a sinistra risale verso Annone Brianza e superando la collinetta entriamo nelle viuzze del centro storico del paese seguendo via San Cristoforo e poi a sinistra via Ponte. Passiamo accanto al muro perimetrale del Parco di Villa Cabella ed arriviamo all'incrocio con via R. Cabella e giriamo a destra percorrendo il rettilineo che ci porta all'incrocio con via Lecco dove giriamo a sinistra ed andiamo in direzione dell'incrocio con la SP49.
La attraversiamo e seguiamo via della Poncia, una bella stradina che passa tra i terreni del Golf Club di Lecco e la campagna e che dopo 1,3 km arriva all'incrocio con via Brianza. Giriamo a destra e superiamo il ponte sulla SS36 e subito dopo giriamo a sinistra imboccando via del Carreggio e proseguiamo sempre su questa stradina che per un tratto diventa sterrata fino superare il Crossodromo ed arriviamo all'incrocio con via Don L. Monza quando siamo nel territorio comunale di Bosisio Parini.
Giriamo a destra e poi alla prima traversa a sinistra seguiamo via Pozzolo e risaliamo la collinetta per arrivare nel centro cittadino del bellissimo borgo di Garbagnate Rota. Visiteremo i vicoli del paese con fondo acciottolato e la Chiesa di San Giuseppe prima di uscire dal paese che è rimasto comune autonomo fino all'anno 1757.
In discesa seguiamo via San Giuseppe ed arriviamo all'incrocio con la SP47 dove giriamo a sinistra ed utilizzando il tratto ciclo pedonale arriviamo a Casletto dove scenderemo a destra sulla sponda del Lago di Pusiano e percorrendo il tratto ciclabile utilizzeremo poi il sottopasso di via A. Moro per attraversare la provinciale. Entriamo nel centro storico del paesino ed arrivati su via Piave giriamo a sinistra su via XXIV Maggio e poi a destra su via Piave per proseguire superando il ponte della ferrovia. Giriamo poi a destra per lasciare la strada asfaltata e imbocchiamo la strada vicinale Nuova che aggira il Palazzetto dello Sport e  ritorna poi all'incrocio con via Piave. Proseguendo a destra arriviamo nel centro cittadino di Rogeno e lo attraversiamo seguendo le viuzze di via C. Battisti, Via Negri, Via Roma e arrivati davanti alla Chiesa dei SS Ippolito e Cassiano ci portiamo a destra e seguendo via L. Binda usciamo dalle stradine ma dato che siamo sempre alla ricerca di nuovi tratti da mappare sugli ormai tantissimo nostri percorsi giriamo a destra quando troviamo la stradina di via Ceppetto. Aggiriamo una serie di casette e ritorniamo ancora su asfalto quando incrociamo via Rogenino dove giriamo a destra e proseguiamo in direzione dell'incrocio con via Calvenzana e proseguiamo diritto su via Spino per girare poi a destra sulla sterrata che parte a destra tra gli alberi. Ne percorriamo solo 500m poi quando troviamo il bivio ci teniamo a sinistra ed iniziamo la salita verso Costa Masnaga. che raggiungiamo passando per il Parco Comunale di Via Manzoni.
Arrivati all'incrocio con via L. Cadorna giriamo a sinistra e superiamo il sottopasso della SS36 ed arrivati alla rotonda la superiamo e giriamo a destra su via Italia che percorriamo tutta per arrivare a Bulciago. Alla rotonda ci teniamo a destra e proseguiamo su via Don D. Canali e raggiunto l'incrocio giriamo a sinistra passando davanti alla piccola Chiesetta della Madonnina. Percorriamo via C. Cantù, una stradina dove poco dopo termina l'asfalto e ci immettiamo nello sterrato e nel sentiero seguente che arriva a superare, con un sottopasso, la SS342 ed arriva in Valle di Sotto.
Risaliamo il Single trail che aggira il Santuario della Madonna del Carmine e dei Morti dell'Avello risalendo verso Cascina Monte Gregorio e rimaniamo nel mezzo delle periferie di Cremella e successivamente a quella di Cassago Brianza seguendo via Valle di Sotto, via C. Battisti e con una deviazione a sinistra via Montessori e quindi via Don L. Milani. Girando a sinistra quando troviamo via Cascina Nuova passiamo accanto ad una piccola zona artigianale ed arriviamo all'incrocio con via A. Volta.
Giriamo a destra e proseguiamo sulla bella stradina asfaltata che con qualche curva arriva al sottopasso ferroviario che superiamo per prendere poi a destra il sentiero e il tratturo che entrano nel mezzo del grande pratone a destra di Cascina Costa. Arriviamo alla periferia di Nibionno e con un'inversione a U prendiamo l'altro tratturo che prosegue prima a fianco del bosco e successivamente lo attraversa arrivando nella parte retrostante del Centro Sportivo di Veduggio.
Il tratto seguente è in leggera salita e arriva su uno stretto single trail a trovare il bivio sulla stretta stradina di via Sant'Antonio. Giriamo a destra e proseguiamo in leggera salita fino a raggiungere la Chiesa Parrocchiale di San Martino ed iniziamo quindi una leggera discesa su via G. Segantini che ci porta all'incrocio con via V. Veneto. Giriamo a destra e procediamo per 150 m arrivando fino al bivio dove ci manteniamo a sinistra e proseguiamo su via Madonnina e quindi a destra su via della Valletta.
Dopo la curva prendiamo la prima a sinistra e proseguiamo su via Matteotti che ci porta sul ponte ciclo pedonale che attraversa viale della Repubblica e andiamo ad immetterci su via Monte Grappa dove giriamo a sinistra ed arriviamo alla rotonda. Ci teniamo a destra ed imboccata via Fontana giriamo subito a destra per seguire il bel sentiero che entra nei Cariggi e rimanendo sempre sul sentiero principale giriamo poi a destra per risalire in direzione di Capriano. Arriviamo all'incrocio di via Monviso e giriamo a sinistra passando davanti alla Chiesa di Santo Stefano.
Subito dopo giriamo a sinistra e in discesa andiamo a riportarci nei Cariggi tenendoci però questa volta a destra e seguendo la stradina arriviamo al piccolo abitato di Naresso. Procediamo a sinistra verso Visconta e dopo un tratto in salita arriviamo a fianco della grande cascina dove giriamo a destra e ci immettiamo nel bel single Trail che entra nel bosco e arriva alla sterrata che arriva poco distante da Cascina Cremonina.
Girando a destra sulla sterrata via Palazzina superiamo le stalle dell'Allevamento e arrivati nei pressi di Cascina Casanesca giriamo a sinistra ci portiamo verso Cascina Palazzina e proseguendo ancora a destra seguiamo il bel tratturo che ci porta a Cascina Verana. Percorrendo il rettilineo sterrato arriviamo all'incrocio con via E. Meyer dove giriamo a sinistra e ne percorriamo poco più di 200m per girare poi a destra ed impegnarci nella salita che arriva fino al Borgo di Simonte. Proseguiamo sempre diritto seguendo la stradina acciottolata e quando questa termina ci teniamo a sinistra e imbocchiamo il bel single trail che passa accanto al bel giardino della Fondazione Pietro e Alberto Rossini e deviamo poi a sinistra per impegnarci nell'altro sentiero che passa invece dietro al grande giardino di Villa Beldosso. Quando usciamo dal bosco ci teniamo a sinistra ed arriviamo all'incrocio con viale Pasubio che in discesa ci porta all'incrocio con via Montenero.
Siamo arrivati ad Agliate e giriamo a sinistra percorrendo la curva e portandoci subito dopo a sinistra ci immettiamo nella bella stradina di via G. Pascoli che ci permette di arrivare nella parte a sud di Borgo San Dazio aggirando anche la Basilica dei Santi Pietro e Paolo.  Ci portiamo subito dopo a sinistra ed entriamo nella GreenWay del Lambro per procedere sempre su strada sterrata e sentiero verso la località di Realdino. Proseguiamo sempre diritto e passiamo le volte del ponte stradale della SP6 e raggiungiamo il ponte sul fiume Lambro che attraversiamo per tenerci a sinistra e proseguire poi a destra per imboccare il Sentiero dei Castagni che termina poco prima dei tornanti della Salita dei Cavalli. Il lungo rettilineo che segue ci fa arrivare ad Albiate e una volta risalita via San Valerio arrivati al bivio giriamo a sinistra e ci portiamo su via Roma e poi scendiamo a sinistra sulla piccola stradina acciottolata di via Costa Corta.
Una volta arrivati sulla SP135 la attraversiamo ed entriamo nel parcheggio per proseguire poi a destra e riprendere la GreenWay che in questo punto segue proprio le anse del fiume Lambro e che ci fa arrivare alla piccola frazione dei Mulini Bassi da dove proseguiamo ancora diritto per arrivare davanti all'incrocio con via Lambro dove giriamo a destra e percorrendo il breve tratto in salita raggiungiamo il parcheggio della piccola stazione di Macherio-Canonica Lambro dove terminiamo questa nostra nuova avventura tra le terre della Brianza.
I laghi di Annone - Pusiano e le colline della Brianza