Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598     Sito Italiano Mountain bike

Percorsi
Per visualizzare l'intero album fotografico clicca sull'immagine
Data Titolo escursione
15/01/2019 Long Crossing Brianza
 
Km Dislivello Condizione Richiesta Tecnica Meteo giornata
  38,3  
  780  
 
 
Partenza da: Arrivo a:
Oggiono - Piazzale Stazione FS - Piazza Stazione Canonica Lambro - Piazzale stazione - Via Lambro
Giornata meravigliosa quest'oggi. Il freddo c'è ma non è come quello dei giorni scorsi e quindi la mattinata è l'ideale per la nostra escursione. Siamo solo in due, io e l'amico Dino che ha voluto accompagnarmi in questo itinerario, bello, ma impegnativo. Paesaggi da favola già dopo le prime rampe che ci portano a Ello con il lago di Annone che sembra uno specchio. Le belle salite ci sono e si fanno anche sentire, ma quando troviamo delle bellissime realtà, che non conoscevamo, come la bella Chiesetta di San Bernardo (Sec. XVI) di Marconaga e poi Villa Semenza a Santa Maria Hoè, solo questo è vale la fatica per arrivarci. Ma non c'è solo questo, ovviamente, ma vi aspettano tanti altri bellissimi scorci della nostra bella Brianza.
Dal piazzale della stazione, di Oggiono, tenendoci a sinistra prendiamo viale Vittoria che in rettilineo arriva all'incrocio con via Kennedy e attraversiamo la strada proseguendo sempre diritto verso il centro cittadino. Poco dopo saremo obbligati a girare a destra, causa divieto di accesso, su via Marconi e quindi a sinistra su via Milano che ci fa arrivare al bivio di via M. d'Oggiono. Proseguiamo ancora diritto e giriamo alla prima traversa a destra su via Lazzaretto e poi a sinistra seguendo via De Francesco.
Arriviamo alla con la SP51 e tenendoci a sinistra ne percorriamo 600 m e poi giriamo a destra quando arrivati alla rotonda successiva imbocchiamo via per Galbiate. Giriamo però subito a destra ed iniziamo a salire su una strada a tornanti, SP60, ed arriviamo fino ad un'altra rotonda quella sulla SP70. dove giriamo a destra e seguiamo la strada  che entra nel territorio comunale di Ello e superiamo  il Camposanto e la bella Chiesa, interna al complesso, Chiesa dei SS. Giacomo e Filippo. (Sec. XIII) con il suo bel Campanile (Sec. XII). Proseguendo sempre diritto arriviamo a fianco della Chiesa Parrocchiale di San Antonio Abate dove a fianco possiamo ammirare il bel Campanile il cui anno di costruzione risale al XII Sec. Ci immettiamo nella stradina che sale a fianco ed arriviamo in piazza della Chiesa per girare poi a sinistra verso le strette stradine del borgo seguendo via della Torre, via ai Monti e via Filatoio per proseguire poi a destra su via XX Settembre.
Quando troviamo sulla nostra sinistra un'edicola della Madonna giriamo a sinistra ed imbocchiamo via Amerio ed andiamo a percorrere questa stretta stradina che passa nel mezzo di vecchie mura di recinzione di alcune ville della zona e prosegue fino all'incrocio con via della Repubblica. Tenendoci a destra proseguiamo sempre diritto in direzione della piccola frazione di Vedizero e dopo aver superato le poche case arriviamo all'altra frazione di Marconaga.
Seguiamo la strada che entra tra le viuzze del piccolo borgo e andiamo adesso in direzione di Cogoredo.
Quando arriviamo al bivio procediamo diritto su via Cogoredo ed superiamo Villa Nava Brusadelli e la Torre medioevale che troviamo subito dopo e seguendo la stradina in salita arriviamo in prossimità della curva dove proseguiamo diritto immettendoci nel sentiero che entra nel bosco.  Poco dopo ne usciamo e attraversando un prato raggiungiamo la frazione Brianzola.
Percorriamo il breve tratto di via Piave e arriviamo in piazza IV Novembre e superiamo la Chiesa di San Lorenzo Martire (Sec. XVIII) con la sua grande scalinata e raggiunto il bivio giriamo a sinistra su via San Lorenzo ed iniziamo un brevissimo tratto in salita per poi, dopo la curva a destra, iniziare la discesa fino al bivio con via Adamello. Giriamo a destra e ne percorriamo non più di 300 m per immetterci a sinistra sulla stradina che sale a fianco di via Prealpi.
Il sentiero sta in costa alla collina e senza troppi strappi rimane sempre all'interno del bosco e dopo circa 2,3 km arriva nella prima periferia di Santa Maria Hoè. Troviamo alla nostra destra un caseggiato antico e proseguiamo seguendo via del Mulino per girare poi a destra su via Torrente Bevera e  passiamo accanto a Villa Vimercati, Erba, Semenza (dimora storica nel territorio comunale risalente al 1700).
Seguiamo via Semenza e procediamo in discesa su questa bella stradina che in discesa ci conduce nel centro cittadino dove troviamo la piazza con la Chiesa dell'Addolorata e il palazzo Comunale. Giriamo a destra e seguiamo via A. Volta e quindi via Mulino per arrivare all'incrocio con via Lecco dove giriamo prima a destra e poi subito a sinistra andando a percorrere la sterrata che attraversa i grandi pratoni e che ci fa risalire poi al bivio con la SP342. Girando a sinistra ne percorriamo solamente 100 m e ci portiamo a sinistra sulla stradina che sale nella località Biscioia e deviamo poi a destra sfruttando il ponte ciclo-pedonale che attraversa la statale.
Seguiamo adesso via Ponte ed al bivio giriamo a sinistra su via A. Volta entrando nel comune di Valletta Brianza (Unione dei comuni di Rovagnate e Perego). Al bivio successivo giriamo a sinistra e seguiamo via IV Novembre per risalire ed arrivare all'incrocio con la SP53 davanti alla Antica Parrocchiale di S. Giovanni (Sec. XVI). Attraversiamo la provinciale e percorriamo la stradina che passa davanti alla vecchia Chiesa e proseguiamo in leggera salita portandoci all'esterno dell'abitato e seguiamo prima a destra e poi a sinistra via Campo che in leggera salita alla piccola frazione Campo da dove proseguiamo per raggiungere l'incrocio con via Frigola.
Giriamo subito a destra imboccando via San Pietro ed ancora in leggera salita arriviamo alla frazione di Bernaga Inferiore. Seguendo via Bernaga passiamo nel mezzo del piccolo paesino ed arriviamo nel vecchio centro storico dove la stradina si restringe e giriamo a destra seguendo via Monastero che in salita ci fa arrivare a fianco del Monastero delle Monache Romite Ambrosiane. Ultimo tratto della stradina in discesa e arriviamo all'incrocio con via Lissolo dove giriamo a sinistra e proseguiamo ancora in salita verso il piccolo centro di Lissolo.
Ai bivii che troviamo ci teniamo sempre a sinistra e proseguiamo su via Montevecchia ed arrivati al bivio con via Belvedere, a Sirtori, ci teniamo a sinistra ed imbocchiamo la sterrata che entra nel Parco di Montevecchia e Val Curone e che nel bosco ci fa aggirare il parco di una villa per ritornare poi su via Belvedere. Raggiunto l'incrocio con via della Villa giriamo a sinistra e la seguiamo fino all'incrocio successivo con via per Crippa dove giriamo a sinistra per seguire via del Peschierone.
Discesa su stradina asfaltata per arrivare davanti ad un grosso capannone dove troviamo alla nostra destra una sterrata che entra nel mezzo del campo e oltrepassa alcune serre e iniziamo nuovamente la salita su sentiero e tratturo e dopo circa 250 m troviamo un bivio dove giriamo a destra e proseguiamo ancora su sentiero per aggirare alcuni campi coltivati con una deviazione a sinistra che ci porta su un piccolo sentiero che passa accanto al limitare del bosco e gira poi a destra diventando una sterrata.
Saliamo ancora con un rettilineo sterrato e arrivati alla sbarra proseguiamo ancora diritto verso Villa Besana a Sirtori. Seguiamo il vialetto acciottolato che passa davanti al cancello della villa e raggiungiamo l'incrocio con la SP53 e giriamo a sinistra. Ne percorriamo 150 m poi ci teniamo a destra e imbocchiamo la bella sterrata che risale a fianco della collina a terrazzamenti ed iniziamo poi, dopo la curva a sinistra, la discesa verso l'incrocio dove ritroviamo la provinciale.
Pochi metri  di discesa (200) e giriamo a destra, quando troviamo davanti a noi il cartello che ci indica che siamo arrivati a Viganò,  su via Cascina Isolino ed iniziamo un bel tratto, ancora in salita, su una stradina a fondo sconnesso che diventa cementata  e superiamo la bella collinetta arrivando al bivio con via Poggio Verde un'altra stradina sterrata che adesso ci porta, in discesa, verso l'incrocio con via G. Mazzini.
Giriamo a sinistra ed in discesa, a curve, arriviamo all'incrocio con via XXIV Maggio. Un destra sinistra per entrare nel centro storico di Viganò e seguiamo via Risorgimento per girare poi a destra su via Quasimodo ed arrivare all'incrocio con via Oberdan. Giriamo a destra e raggiunta la rotonda giriamo a sinistra e ci manteniamo poi a destra per imboccare via Papa Giovanni XXIII.
Arriviamo nel territorio comunale di Monticello Brianza in località Torrevilla e seguendo via Cadorna raggiungiamo la rotonda che aggiriamo per tornare dalla parte opposta seguendo un beve tratto di statale SP51 (100 m) poi ci teniamo a destra e percorriamo via IV Novembre che ci fa entrare tra le case della frazione e raggiunta l'edicola della Madonna giriamo a destra sulla stradina di via C. Battisti ed in discesa arriviamo all'incrocio con via Donizetti.
Giriamo a sinistra e proseguiamo ancora su via C. Battisti e quindi ancora a sinistra su via Vivaldi ed entriamo nelle prime sterrate del Parco Agricolo della Valletta passando prima per Cascina Magritto e quindi Cascina Rampina dove arriviamo alla rotonda su via Bocconi e proseguiamo diritto superando Cascina Canova. Seguiamo il tratturo e arriviamo, tenendo la sinistra sullo strappetto che arriva a fianco a Cascina Teresa sulla stradina di via Monteverdi.
Ci teniamo a destra quando arriviamo a fianco della zona dove c'è il parcheggio sotto Villa Greppi e risaliamo dalla parte opposta arrivando ad incrociare la SP54 che attraversiamo per seguire la stradina di via dei Mille che lasciamo quasi subito per girare a destra, alla prima traversa, e seguire la stradina che ci permette di aggirare la prime case di Monteregio e arrivare poi in discesa su strada sterrata in via Monteregio. Percorriamo il lungo rettilineo della strada che in discesa arriva all'incrocio con la SP154 e proseguiamo diritto tenendoci a destra imboccando via Belvedere che in rettilineo ci porta al tratto ciclopedonale che arriva nel centro cittadino di Montesiro. Quando siamo davanti alla Chiesa di San Siro giriamo a destra ed in leggera salita percorriamo via Parrocchiale e dopo una curva a sinistra attraversiamo il cortile delle Cascina e successivamente il muro di recinzione di Villa Prinetti. La strada sterrata arriva poi al bivio di Cascina Bressanella e giriamo a sinistra percorrendo in discesa via Cascina Selva passando a fianco del Lavatoio Comunale.
Arrivati all'incrocio con via A. De Gasperi giriamo a destra e poi subito a sinistra per imboccare la sterrata che entra nella Valle del Brusignone e raggiunto il cancello dell'azienda agricola ci teniamo a sinistra e risaliamo la collinetta a fianco del recinto dei cavalli ed al bivio proseguiamo oltre la sbarra per scendere poi dalla parte opposta seguendo il tratturo che ci conduce alle prime case di Tregasio. Superata la sbarra successiva giriamo a sinistra e passiamo nel cortile di Cascina Borgonovo ed arrivati all'incrocio con via Cagnola giriamo a sinistra e percorriamo il rettilineo che arriva davanti alla Rotonda (Oratorio neoclassico dedicato ai Santi Martiri Gervaso e Protaso) ed alla Chiesa dei Santi Gervaso e Protaso . Giriamo a destra e seguiamo per 100 m via Don Davide Colli e poi giriamo a sinistra su via A. Manzoni e passiamo nella parte vecchia della cittadina attraversando le viuzze tra le cascine. Giriamo poi a destra e proseguiamo sulla strada vicinale Fontana che ci permette di aggirare le case e poco dopo giriamo a sinistra sulla stradina sterrata che in discesa passa non molto distante dalla Valle del Rio Pegorino.
Arrivati su via dei Boschi giriamo a destra e in leggera salita ci portiamo davanti alle colonne che delimitano l'accesso al campo e girando a sinistra ci immettiamo nel single trail che passa attraverso i campi e che arriva a ridosso del bosco dove giriamo a sinistra e andiamo in discesa a seguire il bel sentiero tecnico che con un continuo saliscendi ed in alcuni tratto anche abbastanza esposto ci farà divertire davvero con i suoi continui cambi di direzione.
Uscendo dal bosco proseguiamo su single trail e poi su un tratto di tratturo prima di ritornare su sentiero e raggiungere l'asfaltata via Don Luigi Sturzo.
Giriamo a destra e quando siamo davanti alla Chiesina di San Biagio (Sec. XIII) giriamo a sinistra e seguiamo la stradina che in discesa ci fa arrivare su via L. Da Vinci e proseguiamo in rettilineo seguendo via Cardinal Ferrari. Arrivati all'incrocio con via Matteotti giriamo a sinistra e seguiamo la sterrata che arriva davanti alla casa poi giriamo a destra per entrare ul tratturo che in discesa ci porta in prossimità del bosco. Poco prima giriamo a destra ed in leggera salita arriviamo a fianco del Cascinotto dove giriamo a sinistra e proseguiamo sul sentiero che poi piega a destra e ci porta nelle vicinanze delle prime case di Canonica Lambro.
La sterrata, che prosegue a sinistra, ci porta all'incrocio con via Monte Rosa dove giriamo a destra e percorrendo il rettilineo arriviamo all'incrocio con via Conte Paolo Taverna. La attraversiamo e seguiamo via Monte Faito e passiamo accanto a Cascina Variana. Seguendo la stretta stradina di via Piave in discesa arriviamo all'incrocio con via Monte Bianco e giriamo a destra andando in direzione del Camposanto.
Quando siamo davanti al cancello d'entrata di teniamo a sinistra e superiamo il panettone in cemento e ci portiamo nel parcheggio antistante per procedere poi in discesa fino all'incrocio sulla SP135. Giriamo a sinistra e percorriamo via E. Filiberto che arriva all'incrocio dove troviamo a sinistra la Chiesa di Santa Maria della Neve e davanti a noi Villa Taverna. Girando a destra proseguiamo in leggera discesa ed arriviamo la semaforo che superiamo per girare a destra e attraversare il ponte sul fiume Lambro e seguire adesso la stradina di via Lambro che con una leggera salita ci porta al parcheggio della stazione di Canonica Lambro dove terminiamo la nostra escursione.  
Long Crossing Brianza