Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598     Sito Italiano Mountain bike

Percorsi Allenamento

Allenamento - 03 - Il parco dei Colli Briantei - la ciclovia del Lambro e il Parco di Monza
Lunghezza tracciato 47,4 km
Dislivello 374 mt
Tempo percorrenza mimimo 5 h 30 min
Impegno Fisico  
Tecnica      
Tutte le info supplementari contenute in questa pagina sono presenti su pagine Wikipedia
Clicca per vedere la tabella aggiornata all'ultima escursione
Partenza da piazza Libertà a Lissone.
Andiamo in direzione di via Assunta e proseguiamo fino al semaforo della piccola Chiesa del Borgo che superiamo e dopo poche centinaia di metri giriamo a sinistra per via Giovanni Orelli. Oltrepassiamo il primo incrocio, con via Parini e proseguiamo sempre diritto fino a raggiungere l'incrocio con via Sant'Agnese.
Attraversiamo l'incrocio portandoci su via Generale Cantore e arriviamo fino all'incrocio con Via G. Oberdan dove giriamo a destra e ne percorriamo circa 150 mt per poi girare a sinistra su via Murri e arriviamo fino all'incrocio con via San Francesco d'Assisi e proseguiamo diritto passando le vie Magellano e XXV Aprile lasciandole alla nostra sinistra fino a raggiungere l'incrocio con via T. Vecellio dove giriamo a destra.
Oltrepassiamo l'incrocio con via A. Appiani e raggiungiamo poco dopo la rotonda su Viale Martiri della Libertà dove giriamo a sinistra e andiamo in direzione dell'altra rotonda dove giriamo a destra su via L. Perosi.
Raggiugiamo la sbarra, che immette nel primo sterrato della giornata, la oltrepassiamo e seguiamo prima la sterrata che diventa poi single trail fino ad uscire nuovamente su asfalto, dopo aver superato una sbarra con catena, su via V. Bottego.
Giriamo a destra ed arriviamo alla rotonda che superiamo e giriamo subito a sinistra per la sterrata che seguiamo fino alla sbarra dove ritroviamo l'asfalto di via Parini nel territorio comunale di Macherio.
Poco dopo giriamo a destra su via della Resistenza e la percorriamo tutta fino a trovare dei panettoni in cemento, che impediscono il passaggio ai mezzi motorizzati, imboccando la sterrata via sentiero delle Valli che poco dopo ridiventa asfalto e raggiunge l'incrocio con via fratelli Cervi.
La imbocchiamo e raggiungiamo l'incrocio con la strada provinciale SP6 dove giriamo a destra e poi subito a sinistra imboccando il comodo passaggio pedonale e l'attraversiamo tenendo poi la sinistra e poi la destra su via Mascagni.
Procediamo fino al semaforo e proseguiamo sempre diritto con la strada che sale leggermente ed arriviamo fino alla svolta a sinistra, lasciando il grosso complesso chimico alla nostra destra, su via San Cassano.
All'incrocio su via Visconti giriamo a destra e siamo su via Trento e Trieste e superiamo il passaggio a livello andando su via Lambro che seguiamo fino a passare un noto ristorante ed imboccare la discesa su tornanti che ci porterà all'incrocio su via Canonica.
Giriamo a sinistra e attraversiamo ancora una volta il passaggio a livello e sempre seguendo la strada asfaltata con un'altro tornante arriviamo fino al parcheggio sottostante dove giriamo a destra e ci portiamo sulla Ciclovia del Lambro. La seguiamo per un lungo tratto oltrepassando il fiume sui nuovi ponti pedonali e arriviamo fino ad un'altro passaggio a livello, che lasciamo alla nostra destra, proseguendo sulla sterrata fino a raggiungere la strada asfaltata su via G. Galilei.
Proseguiamo sempre diritto su via Risorgimento, lasciando alla nostra destra un noto ristorante della zona, e arriviamo con un  breve tratto in salita a Peregallo (frazione di Lesmo) all'incrocio con via Mazzini dove proseguiamo diritto oltrepassando la Chiesa Parrocchiale dell'Annunciazione, alla nostra destra, fino a raggiungere il piccolo spartitraffico su via Italia.
Giriamo a sinistra e alla piazzetta teniamo la destra per imboccare via Cavour e raggiungere via Galilei dove giriamo a destra in direzione della grande rotonda. La oltrepassiamo tenendo la nostra sinistra e poco dopo a destra imbocchiamo la ciclabile che in salita costeggia via Marconi. Arrivati nel tratto alberato oltrepassiamo via delle Rimembranze e prendiamo la piccola stradina che va in direzione del muro del Camposanto e che prosegue poi a sinistra verso il boschetto.
Con un ampio giro, la ciclabile oltrepassa una serie di edifici di proprietà della Lega del filo d'oro e poco dopo ritorna nuovamente su via Manzoni dove giriamo nuovamente a destra e proseguiamo sempre in leggera salita verso il parcheggio, poco distante dalla Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta in quel di Lesmo.
Giriamo a destra e su una stradina, Via Monti, arriviamo ad una rotonda che oltrepassiamo e raggiungiamo un complesso industriale, che lasciamo alla nostra destra, per prendere a sinistra una sterrata che va in direzione di un capannone e gira a sinistra per arrivare poco dopo all'esterno degli edifici di alcune nuove abitazioni nell'ex Cascina Baraggia.
Ritorniamo su asfalto e arriviamo all'incrocio e giriamo a destra su via Gaetano Ratti e proseguiamo fino ad incrociare la strada provinciale SP177 dove giriamo a destra e poi subito a sinistra su via Ca Bella dove raggiunto il piccolo nucleo di case della frazione Masciocco giriamo a destra e percorriamo la stradina per poche centinaia di metri prima di prendere il tratturo alla nostra sinistra che ci porta in mezzo al bosco e che con un'ampia curva a destra e dopo un lungo rettilineo tra i boschi arriva alla frazione Valmora di Camparda.
Prendiamo la statale SP177, girando a destra, fino ad arrivare all'incrocio con via Cappelletta e giriamo a sinistra sullo spartitraffico di fronte ad una pizzeria e proseguiamo diritto fino a raggiungere il bivio dove giriamo a sinistra e poi subito a destra per prendere la sterrata, un poco più avanti, che attraversa alcuni prati con una bella salita.
il successivo tratto in falsopiano proseguirà sempre su sterrato e solamente quando arriveremo a Rogoredo (frazione di Casatenovo) ridiventerà asfaltata nei pressi del campo di calcio dell'oratorio su via Cappelletta. Prima della breve salita giriamo a destra e seguiamo la strada che con una breve esse arriva su via Madonnina dove giriamo a sinistra e arriviamo su via San Gaetano.
Rimanendo sulla strada principale arriviamo al bivio con via A. Volta e tenendo la nostra destra proseguiamo fino all'incrocio con la strada provinciale SP55 in direzione di Cascina Bracchi dove giriamo a destra percorrendo circa un km prima di arrivare a Rimoldo.
In discesa oltrepassiamo le ultime case del borgo e poi arrivati su via della Resistenza troviamo alla nostra destra una sterrata che attraversando alcuni campi dopo un km ritrova l'asfaltata SP235 che attraversiamo per immetterci nell'altra sterrata, in leggera salita, oltrepassa prima un boschetto e poi raggiunge un bivio tra grandi prati.
Giriamo a sinistra e al primo bivio ancora a sinistra per andare in direzione di Corte Giulini e poi seguendo via Valletta andiamo prima in discesa e poi con uno strappo in salita in direzione di della frazione Cassinetta entrando nel comune di Usmate-Velate.
Arriviamo sulla provinciale SP177e proseguiamo verso l'incrocio di via della Brina, che oltrepassiamo e raggiungiamo il bivio con Via Cottolengo e Via San Giovanni Bosco dove giriamo a sinistra e dopo l'ampia curva a destra percorriamo il lungo rettilineo fino al bivio con Via de Gasperi.
Giriamo a destra e prendiamo la prima a sinistra via Belgioioso dove superate un gruppo di case, alla nostra sinistra, imbocchiamo un sentiero che attraverso il bosco oltrepassa la line a ferroviaria e poco dopo arriva ad un bivio.
Giriamo a sinistra e proseguiamo sempre su sterrato per arrivare alla frazione Roccolo di Arcore seguendo via Caravaggio e una volta ritornati su strada sterrata con un ampio giro arrivare alla frazione Bernate dove attraversiamo il cortile della cascina prima di ritrovare la strada asfaltata di via Giotto.
Giriamo a destra e percorriamo il lungo rettilineo di via Tiziano fino al bivio di via Toscana dove giriamo a sinistra e arriviamo alla rotonda dove proseguiamo sempre diritto fino all'incrocio con via Abate d'Adda. Giriamo a sinistra e poi prendiamo la prima strada a destra, via della Fornace, che in leggera salita ci porta nei pressi della pista per cavalli e devia poi a sinistra entrando nel bosco e termina nei pressi di alcuni capannoni.
Prendiamo via Gran Sasso ed arriviamo su via Monte Bianco dove ci portiamo sulla ciclabile, dalla parte opposta, e proseguiamo a sinistra in direzione della grande rotonda sulla SP7. Al semaforo la attraversiamo e ci portiamo su via XXIV Maggio e poi imbocchiamo, a sinistra, via XXV Aprile e proseguiamo sempre sul lungo rettilineo fino al bivio su via Monte Cervino dove giriamo a sinistra. 
Quando termina la parte alberata del viale giriamo a destra per via Sesto Molino e seguiamo la stradina fino ad incontrare l'argine del fiume Lambro dove giriamo a sinistra e proseguiamo sul rettilineo fino al bivio su via Francesco Baracca.
Giriamo a destra e oltrepassato il semaforo e il piccolo ponte sul fiume Lambro raggiungiamo la rotonda e tenendo la sinistra arriviamo all'ingresso del Parco di Monza in località San Giorgio di Villasanta. Oltre il cancello giriamo a destra e proseguiamo sul viale che costeggia a sinistra i campi da golf e che ci porta sempre in leggera salita fino a rasentare la seconda curva di Lesmo del circuito dell'Autodromo di Monza.
Seguiamo il sentiero che passa tra la pista e i campi da golf e una volta arrivati al cancello (sempre aperto) teniamo la sinistra e seguendo la sterrata percorriamo il lungo rettilineo che arriva fino sul viale di Vedano. Proseguiamo sempre diritto per raggiungere dalla parte posteriore Villa Mirabello ed una volta arrivati su viale Mirabello tenendo la sinistra prendiamo il tratto sterrato, viale dei Carpini, ed in rettilineo arriviamo all'altra sterrata dove giriamo a destra e subito a sinistra per la piccola salita di viale Montagnetta e subito dopo a sinistra viale dei Tigli che ci porta alla piccola uscita pedonale si Vedano al Lambro.
Al semaforo attraversiamo viale Brianza e prendiamo davanti a noi via G. Matteotti per imboccare subito a destra le stradine che attraversano il parchetto ed arrivare in via A. Grandi. la attraversiamo e ci mettiamo sulla pista ciclabile che segue viale Europa.
Oltrepassiamo il semaforo e continuiamo sul lungo rettilineo oltrepassando via delle Rimembranze raggiungendo l'incrocio con via Parada. Giriamo a sinistra imboccando via Fleming per girare alla prima a destra su via Jenner e raggiungere il bivio di via Pacinotti entrando nel territorio comunale di Lissone.
Il lungo rettilineo ci porta a sorpassare al rotonda su via E. Fermi e ci fa arrivare all'altra rotonda con viale della Repubblica che attraversiamo prendendo via G. Leopardi. Arrivati al bivio con via F. Ferrucci giriamo a destra e passando davanti al Camposanto arriviamo su via A. Manzoni dove giriamo a sinistra.
Proseguiamo fino al semaforo e poi giriamo a sinistra per via A. Gramsci e raggiungiamo la rotonda davanti al comune per girare a destra su via Garibaldi ed immetterci poco dopo a destra in via Paradiso ed arrivare nuovamente al nostro punto di partenza iniziale.
Quest'oggi un percorso superiore, al precedente, di oltre 10 km dove oltre ad imparare la tecnica abbiamo avuto modo di stare in sella qualche ora in più abituando così il nostro fisico alla postura della sella e della pedalata oltre ad uno sforzo maggiore nel lasso di tempo. Con questi nuovi km abbiamo messo nelle nostre gambe oltre 100 km con un dislivello di circa 1000 mt.
Allenamento - 03 - Il parco dei Colli Briantei - la ciclovia del Lambro e il Parco di Monza