Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598     Sito Italiano Mountain bike

Percorsi in moto

06/07/2008  Da Lissone al Lago di Como
Una domenica un pò diversa, quest'oggi. Anzichè le nostre mountain bike eccoci in sella alle nostre moto e scooter. La destinazione è Lago di Como, Le previsioni del tempo però danno una perturbazione che potrebbe portare pioggia su tutta la giornata. C'è molta afa, già questa mattina presto, e alle 8:30 quando partiamo tra casco integrale e giubbotto si inizia già a sudare. Visto il colore del cielo decidiamo di non andare verso Como (da quella parte era piuttosto nero a quell'ora, ma di andare verso Asso e poi la li seguire verso Sormano e Pian del Tivano, per poi scender fino a Nesso. Partiamo in direzione di Lesmo, dove andremo a prendere Roberto il fratello di Max che ha voluto essere anche lui della combriccola, così come ha voluto esserci anche il mio fratellone Claudio. Da Lesmo seguiamo verso Casatenovo e poi più a avanti verso la grossa rotonda dove prendiamo in direzione di Monticello Brianza. Arrivati in cima alla salita proseguiamo verso Besana Brianza in discesa ed al semaforo proseguiamo sempre dritto in direzione di Carate Brianza. La nostra andatura è quella che la strada e i limiti di velocità ci consentono di fare e quindi nel limite del possibile cerchiamo di non superarli mai. Allo svincolo di Carate giriamo a destra in direzione di Verano Brianza dove proseguiamo per Birone di Giussano. Alla rotonda giriamo ancora a destra verso Arosio. Superato il semaforo proseguiamo sempre diritto per Inverigo e poi ancora per Lurago d'Erba. Andiamo ancora diritto per passare da Monguzzo e poi per Merone proseguendo per la grande rotonda di Erba. Qui giriamo a destra ed iniziamo la salita verso il Lago del Segrino, che lasciamo alla nostra destra. Arrivati a Canzo ci fermiamo per un breve briefing sul percorso da seguire, davanti a noi il cielo sta diventando sempre più nero e forse più avanti inizia anche a piovere. Ci mettiamo solo pochi minuti e quindi decidiamo di non andare verso Sormano, ma di girare, dopo qualche km in direzione di Onno. Qui iniziamo a sentire le prime gocce di pioggia, ma sono solo sporadiche e quindi proseguiamo su questo tratto che è percorso in senso contrario da moltissimi ciclisti. Arriviamo a Onno subito dopo che il temporale è passato, infatti le strade qui sono molto bagnate e sopra le colline c'è un cielo nero che non preannuncia nulla di buono. Dopo una brevissima sosta decidiamo di andare verso Lecco anzichè proseguire verso Bellagio. Questo tratto di strada è forse il tratto più brutto che percorriamo oggi, perchè la sede stradale è molto stretta e tra curve e controcurve che costeggiano il lago, auto che provengono in direzione opposta e un po' di traffico bisogna fare moltissima attenzione. Arriviamo a Lecco e MAX, che conosce benissimo anche le viuzze più impervie ci porta in un bellissimo bar dove  finalmente possiamo sorbirci un buonissimo caffè e una buonissima treccia. Il tutto viene offerto dal Claudio che ringraziamo (a buon rendere). Qui abbiamo il tempo di farci scattare la sola fotografia di oggi (meno male che siamo in compagnia di una bellissima ragazza) e di girare quel poco di filmato che potrete trovare nella nuova pagina VideoAdventures. Ripartiamo e ci dirigiamo verso Pescate non prima però di aver fatto almeno un KM di coda per via di una manifestazione sportiva che transitava su uno dei ponti che escono da Lecco per cui tutto il traffico era stato deviato sul secondo ponte. Da Pescate prendiamo la strada verso Galbiate e qui veramente è il tratto più bello della giornata (non trafficato, strada che sale e che scende in continuazione bei curvoni lunghi colline tenute molto bene e sopratutto tanta quiete. La nostra velocità però non cambia, siamo sempre nei limiti previsti e siamo anche contenti di questo perchè abbiamo così modo di gustarci anche un pò il bellissimo panorama. Scendiamo in direzione di Castello Brianza e risaliamo verso Santa Maria Hoè. Da li andiamo in direzione di Calco e poi di Merate dove giriamo in direzione di Montevecchia. Qui salutiamo il Gas che si è fermato a salutare la sua mamma, e noi 4 proseguiamo in direzione di Lomagna dove però giriamo verso Bergamina e Rogoredo. Andiamo ad accompagnare Roberto a Lesmo dove però non ci fermiamo e proseguiamo in direzione di Canonica Lambro. Dopo il passaggio a livello giriamo a destra in direzione di Macherio e da li verso Lissone. Quando arriviamo sono le 12:30. Voglio ringraziarvi tutti per la bellissima mattinata passata in compagnia. Oggi ci è andata anche bene dal punto di vista meteorologico. I km percorsi sono circa 130 ma non sono stati per nulla faticosi perchè fortunatamente abbiamo ancora qualche strada alternativa percorribile in quasi completa tranquillità.. Mi raccomando però di essere sempre molto prudenti.

Visualizzazione ingrandita della mappa