Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598     Sito Italiano Mountain bike

Percorsi in moto

12/10/2008 In moto fino a Morterone in Valsassina
Oggi io e il Max approfittiamo dell'assenza del Gas, per il risentimento della botta dopo la caduta di domenica scorsa, per lasciare le nostre Mountain Bike a casa e utilizzare le nostre moto e scooter per fare un bel giro. C'è con noi il mio fratellone Claudio. Orario di ritrovo per le 9:30, per fare un giro non troppo lungo, ma che ci porterà (decisione dell'ultimo minuto) verso la Valsassina. Passiamo a prendere il Max con qualche minuto di ritardo (forse almeno 15) perchè il Claudio deve prima togliere dalla sua moto tutti i bauletti che non sono mai stati smontati dopo la nostra gita sui colli piacentini di quasi un mese fa. Quando arriviamo il Max è già li pronto. Il tempo di darmi lo zainetto, da mettere nel sottosella del mio scooter e partiamo. Dobbiamo prima però passare da Desio, perchè al nostro trio si aggiunge anche l'amico di Claudio, Fabio. Arriviamo a Desio e quando ripartiamo sono quasi le 10:00. Imbocchiamo la strada statale SS36 e ci dirigiamo verso Lecco. Arrivati però allo svincolo di Giussano già ci dobbiamo, quasi, fermare perchè da questo punto in avanti troveremo sempre una coda di autoveicoli che procedono a passo d'uomo. La coda si dirada un pò verso Costamasnaga, ma non appena arriviamo verso Civate eccoci nuovamente a rallentare perchè in questo tratto si nuovamente formata un'altra coda lunghissima. Ci immettiamo nella galleria sempre sfiorando le auto che sono in colonna, una fila di auto che sembra non finire mai, e proseguiamo anche noi ad una velocità che rasenta il passo d'uomo. Una volta usciti dalla galleria seguiamo in direzione "Valsassina" ed iniziamo la salita. In questo punto sembra che oramai la lunga fila di macchina si sia come per incanto dissolta, ma facciamo solo pochi chilometri ed eccoci nuovamente in coda, sempre in galleria, dove è anche difficile superare gli altri autoveicoli perchè occupano completamente la sede stradale (in questo tratto le corsie di marcia sono singole e quindi è quasi impossibile superarle). Usciamo dall'ultima galleria e siamo arrivati alla rotonda dove girando a destra si sale verso Moggio e Barzio. Noi invece giriamo a sinistra e ci dirigiamo verso Morterone. Qui una sosta per il solito caffè, per me e il Max, mentre Claudio e Fabio si prendono un bel bicchiere di vino bianco con un trancio di pizza. Ripartiamo adesso in direzione di Lecco, scendendo verso Laorca con una bella strada tutta a curve. Nella nostra direzione non ci sono tante auto, ci sono però in direzione opposta che salgono. Arrivati a Lecco proseguiamo in direzione Bergamo, per raggiungere Calolziocorte. Al semaforo, dove il cartello indica Milano, giriamo a destra e passando prima sotto il ponte della ferrovia e poi sul ponte che unisce le due sponde, a quella di Olginate proseguiamo verso Garlate, Pescate, Malgrate e ci immettiamo nuovamente sulla strada statale SS36 per fare ritorno a Lissone. Quando arriviamo sono circa le 13:00. Un grazie a tutti, amici, anche oggi quattro ore in tranquillità e senza problemi. E come già anticipato dall'architetto.... a quando la prossima.......??

Visualizzazione ingrandita della mappa